Archivi tag: blockchain

Evento Crypto a Padova

 

🔥 Una Solare Giornata 🔥

💥“Il resto della mia vita inizia adesso” scrive un amico parlando dell’evento appena finito. 💥

Forse tanti di voi erano presenti martedì all’incontro  a Padova. Altri parteciperanno a Vicenza  .

☀️Mai come questa volta ho visto così tante persone con la voglia di ricominciare, di essere più liberi, di percorrere una strada di soddisfazioni personali. ☀️

🚀💎💎Credo che sia chiaro a tutti che per ottenere un risultato bisogna andarselo a prendere e smettere di aspettare che arrivi da qualcun altro. 💎💎🚀

Molti di voi lo stanno già facendo:

ad ogni incontro si ricevono

nuovi contenuti per poter crescere nella propria consapevolezza economica.

🏆Il fine ultimo della ricchezza, per come io la intendo, è la libertà di scelta ed uno dei mezzi è la consapevolezza della nuova tecnologia che sta cambiando il mondo.🏆

🎇La conquista della Libertà Economica è un qualcosa che si ottiene con piccoli passi quotidiani.🎇🌠🌅

➡️Chi vuole aiutare i propri amici, conoscenti e colleghi a partecipare a questo cambiamento???💙

Comunicatelo ai vostri amici,

prenotate il vostro posto QUI :

Telegram @emanuelefly

MaPPa :

https://goo.gl/maps/rthk1V1GoMBbHdpU8

.

P.s. Se non hai la possibilità di pagare in Bitcoin,

il costo sarà di 5€ direttamente di persona all’ingresso dell’evento

Nota bene: Il costo del biglietto sarà per coprire le spese dell’evento , location.

 

Sicurezza Bitcoin

 

 

In questa pagina ci sono tutte le

Strategie per preservare le Nostre

Monete Bitcoin ed altre…

da attacchi o  eventi  naturali.

Mettere in sicurezza il Seed di un Wallet Bitcoin

dividendolo e distribuendolo 

Come mettere in sicurezza il seed di un wallet Bitcoin? Che soluzioni ci sono in commercio per aumentare la sicurezza del backup del seed? Oggi vi insegnerò a dividere e distribuire in luoghi diversi il vostro seed per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza.

Transazioni Bitcoin e Privacy

 Come funzionano le transazioni su Bitcoin? Come verificare la propria privacy e migliorarla?

Tool utilizzati nei video: Blockstream.info –

https://blockstream.info/tx/45a6a8d07

KYCP.org –

https://www.kycp.org/#/45a6a8d0770a45

OXT.me –

https://oxt.me/bookmark/5db6cfaee5c1650eb0032e20

—— Acquisti consigliati: Traduzione Italiana Mastering Bitcoin –

https://amzn.to/2PyZAlC

Cryptosteel per backup del Seed –

http://bit.ly/cryptosteelcapsule

Coldcard come Hardware Wallet –

http://bit.ly/coldcard

Mullvad come VPN –

https://mullvad.net/en/

—— Servizi consigliati: Brave come browser –

http://bit.ly/brave-ita

Bitfinex come exchange centralizzato –

http://bit.ly/bitfinex-ita

Bisq come exchange decentralizzato –

https://bisq.network/

Wasabi come software wallet –

https://wasabiwallet.io/

Samourai come mobile wallet –

https://samouraiwallet.com/

Gli 8 gadget di ogni crypto-imparanoiato

Oggi diretta su gli 8 crypto-gadget per ogni crypto-imparanoiato! Parleremo di Data blocker, cover per webcam, privacy filters, seed backup, Yubikey, OpenDime, Casa Node e Blockstream Satellite! SCONTO -10% CORSO SICUREZZA E PRIVACY BITCOIN:

https://www.coiners.it/corso-sicurezz…

Password e passphrase sicure a prova di hacker


Oggi andiamo a parlare di come creare una p̶a̶s̶s̶w̶o̶r̶d̶ passphrase REALMENTE sicura utilizzando un metodo estremamente semplice: #Diceware. Avete tutti un dado a 6 facce a casa giusto? Ecco, oggi vi insegnerò a giocare, vi insegnerò un bel gioco che vi permetterà di creare una passphrase A PROVA DI #HACKER ? Oltre a ciò, parleremo di #password manager, #sicurezza di password, #databreach e molto altro…

I migliori wallet Bitcoin privacy-oriented

Oggi parliamo dei migliori wallet Bitcoin pensati per proteggere la privacy degli utenti: #DarkWallet, #SamouraiWallet e #WasabiWallet.

Aumenta la sicurezza dei tuoi account con l’Autenticazione a 2 Fattori (2FA)

Oggi scopriamo assieme l’Autenticazione a 2 Fattori, funzionalità diventata ormai indispensabile per proteggere al meglio i propri account online relativi alle criptovalute e non…

10 modi in cui un hacker può rubarti le criptovalute (e come proteggerti)

La cripto-giungla è un vero casino per quanto riguarda la sicurezza.

Oggi andremo a vedere i principali attacchi ed i metodi di difesa.

Introduzione corso Bitcoin

Sicurezza e Privacy

Bitcoin Sicurezza e Privacy è il corso definitivo di Riccardo Masutti per comprare, conservare ed utilizzare Bitcoin in modo sicuro e anonimo. Scritto da un hacker per futuri hacker. Acquista subito il corso! https://www.bitcoinsicurezzaprivacy.it/

Ideato e pensato per soddisfare le esigenze di tutti, il corso parte dalle basi di acquisto e gestione di bitcoin in sicurezza fino ad arrivare alle tecniche di anonimizzazione delle transazioni e ai tipi di attacco e difesa a wallet, rete e protocollo Bitcoin. Disponibile sia in formato scritto, video e audio, il corso è scaricabile e visionabile offline.

VPN: Cosa è, perchè usarla, la migliore e come comprarla anonimamente con Bitcoin

Oggi andiamo a parlare di VPN, perchè sono importanti e qual è la migliore VPN in commercio, acquistabile anonimamente tramite bitcoin

Bitcoin Forensics: salvare ed eliminare dati in modo sicuro

Oggi diretta sulle tecniche di ‘Bitcoin Forensics’,

ovvero l’analisi forense di un device

che contiene o conteneva un wallet.

Tra le tante cose parleremo di:
– Come “smaltire” correttamente i dischi rigidi
– Come eliminare definitivamente e in modo sicuro chiavi private o wallet da hard disk e chiavette usb
– Principali tool per eliminare dati in modo permanente (Windows, Linux, MacOS)
– Principali tool (open source) per l’analisi forense di un device, per esempio per recuperare dati da hard drive danneggiati

La Coin di Facebook

  • Che differenza c’è tra Bitcoin e Libra, il coin di Facebook?

Bitcoin vuole essere l’equivalente digitale dell’oro: scarsità in ambito digitale incensurabile, non controllata da nessuno, decentralizzata. Libra sarà, invece, una soluzione centralizzata, controllata da Facebook ed i suoi partner della Libra Association (Visa, Uber, Andreessen Horowitz, ecc.). Ha l’ambizione di essre permissionless, ma il controllo centralizzato avrà molte sfide, sia in termini di governo della piattaforma (cosa succede in caso di contrasti tra i partner) che di sfide regolamentari (ad esempio, il rispetto della normativa antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo); preoccupa, inoltre, il tema della privacy, su cui già in passato Facebook ha avuto episodi pessimi: è inquietante l’idea che domani possa conoscere anche tutte le nostre transazioni finanziarie.

  • Come si potrà utilizzare Libra?

Per ora sappiamo che dovrebbe essere una criptovaluta non speculativa, perché con valore stabile grazie a riserve in valute ed asset finanziari. Sfruttando gli oltre 2 miliardi di utenti Facebook, mira ad essere una moneta globale, utilizzabile per i pagamenti e le rimesse internazionali, integrata anche nei sistemi di messaggistica come WhatsApp e Messanger. Ci sarà da capire quanto gravosa sarà l’autenticazione necessaria per il suo utilizzo. Facebook finora ha dato una esperienza utente molto semplice e fluida, ma fare un riconoscimento di tipo bancario facile, veloce ed affidabile per oltre 2 miliardi di utenti è una sfida titanica. Il lancio è previsto per il primo semestre 2020.

  • Cosa è disponibile oggi, al momento dell’annuncio ufficiale?

Fondamentalmente il white paper descrittivo del progetto, la rete di test per gli sviluppatori e la descrizione di Calibra, il wallet a cui sta lavorando Facebook.

  • Cosa cambia con l’arrivo di Libra?

Potrebbe smarcare definitivamente la diffidenza verso le cosidette criptovalute ed in generale le forme digitali e private di trasferimento del valore, ponendo fine al “paleolitico” delle transazioni finanziarie lente (anche oltre due giorni), costose, costrette in definiti confini nazionali o valutari. E questo potrebbe avvantaggiare anche Bitcoin, che di suo aggiunge il non essere inflazionario (non è creato per perdere valore in termini di potere d’acquisto): Libra moneta transazionale stabile utile per i pagamenti, Bitcoin bene rifugio incensurabile attraente dal punto di vista speculativo. Perdono invece terreno PayPal, SatisPay e le cosidette alt-coins: anche senza tenere conto delle centinaia di token e inutili cloni di Bitcoin penso sopratutto alle ambizioni velleitarie di Bitcoin Cash, Ripple, LiteCoin, Theter ed in generale degli stable coin.

Ethereum ha creato Serenity

Ethereum sta vivendo una settimana molto positiva,  in termini di utilizzo e sviluppo tecnologico.

 

Secondo le informazioni di Trust Nodes, il team di sviluppo di Ethereum ha già fissato una data per il rilascio del tanto atteso Ethereum 2.0: Il 3 gennaio 2020.

 
Justin Drake, uno degli sviluppatori, ha detto di aver scelto quella data per diversi motivi, uno dei quali era che volevano onorare il lancio del blocco di genesi di Bitcoin (BTC) del 3 gennaio 2009.
 
L’evoluzione di Ethereum ha diverse caratteristiche, tuttavia la più importante è la migrazione da un algoritmo PoW a una nuova versione di Proof of Stake. Con questo, la blockchain sarebbe più efficace, efficiente in termini di risorse e più resistente ai possibili attacchi del 51%, almeno in teoria.
 
Il processo di “transizione” potrebbe iniziare tra l’8 e l’11 ottobre di quest’anno durante il Devcon, anche se ci sono già alcuni client Ethereum 2.0 che stanno già eseguendo dei test.
 
Una volta implementato e con tutti gli sviluppi paralleli pienamente operativi, Ethereum sarà in grado di supportare circa 1 milione di transazioni al secondo.
Che cosa è Ethereum 2.0 o Serenity?
 
Vitalik Buterin ha presentato il concetto di Ethereum 2.0 in dettaglio nel Devcon 2018.
 
L’obiettivo è apportare alcune modifiche e ristrutturazioni per migliorare la scalabilità della blockchain e ridurre i costi di transazione. Queste misure saranno tutte combinate nella fase di Serenity.
 
Il nuovo modello sarà simile a questo:
 
Catena principale: questa è la blockchain originale di Ethereum attualmente nota.
Beacon Chain: questo è un livello di coordinamento e validazione. Il suo algoritmo di consenso è Casper (PoS). La Beacon Chain sostituisce il Miner con il Validator. Se un validatore desidera partecipare alla convalida dei blocchi Shard, deve prima depositare un importo fisso in Ether (32 circa) nel Contratto principale del convalidatore (VMC). Il VMC è un contratto intelligente che viene memorizzato nella catena principale. La Beacon Chain controlla regolarmente gli Smart Contracts per i nuovi validatori e quindi li aggiunge a un elenco. I validatori in attesa vengono quindi assegnati casualmente da questa lista. Inoltre, i gruppi di validatori esistenti vengono mescolati regolarmente per evitare che si sappia chi siano. Questo processo di campionamento è fondamentale per la sicurezza di Ethereum 2.0. A causa della distribuzione casuale, i validatori non possono concordare tra loro e possono eseguire attacchi del 51% su singoli frammenti.
Sharding Chain: è qui che vengono eseguiti gli Smart Contracts e vengono memorizzati i loro dati. Ethereum si è orientato qui ai database tradizionali e alle loro tecniche di sharding. Sia l’elaborazione delle transazioni che l’archiviazione dei dati blockchain sono suddivisi in diversi gruppi di computer chiamati appunto shard. Ogni frammento è come una piccola blockchain. Gli indirizzi di Ethereum, i saldi dei conti e i dati dei contratti intelligenti sono suddivisi tra questi frammenti. Quando una transazione viene inviata alla rete, viene eseguita nel frammento che ha l’indirizzo che ha firmato la transazione. Di conseguenza, solo un sottoinsieme di tutti i computer della rete deve completare questa specifica transazione, riducendo in modo significativo l’onere per gli abbonati e la velocità.
 
Perché Ethereum 2.0 è così importante
 
Chiunque abbia a che fare con la tecnologia blockchain (intendo aziende e startup) si imbatterà sicuramnete nel problema della scalabilità.
 
Molti progetti di blockchain cercano di tenere sotto controllo questo problema. Come parametro per un tasso di transazione sufficiente, la performance di Visa con diverse migliaia di transazioni al secondo è spesso presa come modello (naturalmente Visa non è decentralizzata e non adopera la Blockchain, almeno per ora).
 
Attualmente, Ethereum può gestire solo circa 15 transazioni al secondo. Per l’accettazione di massa della blockchain e l’uso quotidiano, questo non è sufficiente. Già nel 2017, Ethereum aveva sperimentato più volte un sovraccarico della sua blockchain a causa delle Ico e il massiccio commercio di oggetti collezionabili come Cryptokitties, che molti vedono come fallimento ma che io continuo a vedere come il migliore test per capire come superare il problema della scalabilità.
Ma perché la scalabilità è un problema così grande?
 
Esistono diversi approcci al problema, ma nessuno è veramente soddisfacente.
 
Vitalik Buterin lo chiamava il “trilemma blockchain“, e questi sono:
 
Sicurezza
Decentramento
Scalabilità.
 
Pertanto si dovrebbe sacrificare un pezzo di decentralizzazione o un pezzo di sicurezza per ottenere una maggiore scalabilità?
 
Come spiegato molte volte, al contrario di quello che si possa dire in giro , la scalabilità non va contro il decentramento, questa è la storia che viene raccontata per far accettare progetti Centralizzati a sostegno della Centralizzazione come passaggio quasi obbligatorio, cazzate!!!
 
Questo è un pò quello che si dice spesso e si racconta spesso ma Ethereum 2.0 vuole risolvere questo trilemma con l’implementazione di Serenity e dimostrare che non si deve rinunciare al decentramento e alla sicurezza per ottenere scalabilità e velocità.
 
Grazie a questa implementazione Ethereum sarebbe in grado di elaborare fino a 15.000 transazioni al secondo senza allontanarsi dal modello decentralizzato o rischiare la sicurezza, raggiungendo il suo traguardo quello di scalare e farsi adottare.
 
E questa adozione è già iniziata già da ora da grossi attori del nostro panorama globale, ad esempio l’utilizzo di Ethereum (ETH) per gli acquisti Amazon sarà possibile grazie a una partnership tra CLIC Technology e Opporty.
 
Un comunicato stampa ufficiale condiviso da CLIC Technology ha rivelato che stanno collaborando con Opporty per lavorare sullo sviluppo di un’estensione del browser “che rivoluzionerà l’industria dell’e-commerce, consentendo ai consumatori di effettuare acquisti quotidiani su Amazon utilizzando l’open source, pubblico e la blockchain distribuita basata su Ethereum.“
 
Roman Bond, CEO di CLIC Technology, ha condiviso il suo entusiasmo con la possibilità di promuovere il mercato dell’e-commerce e l’adozione di criptovalute:
 
“Portare la criptovaluta sul mercato dell’e-commerce è la fusione di due industrie di nuova generazione … Siamo entusiasti di lavorare a questo progetto con Opporty e di portare avanti con loro anche una serie di altri progetti ambiziosi.
Roman Bond
 
Già il mese scorso , la startup Moon aveva annunciato lo sviluppo di un’estensione che consente pagamenti su Amazon con Bitcoin (BTC) attraverso Lightning Network.
Roadmap di Serenity
 
A marzo 2019, durante il più grande evento crypto in Asia, Buterin aveva parlato più dettagliatamente di Ethereum 2.0 e dello stato di sviluppo per la prima volta.
 
In quei giorni molte persone dubitavano già che gli sviluppatori fossero già all’opera. Nella sua presentazione di 20 minuti, Buterin ha spiegato invece che il completamento della fase 0, il primo di un totale di quattro, era già a portata di mano.
 

La dichiarazione di Buterin oggi sembra confermata, in quanto Consensys ha pubblicato una roadmap dettagliata e rivista per la fase di Serenity il 16 maggio 2019

La nuova roadmap indica che l’integrazione della Beacon Chain e il completamento della Fase 0 sono previsti per quest’anno. Le fasi successive verranno quindi implementate a intervalli di un anno. Ethereum 2.0 dovrebbe essere pienamente operativo nel 2022.

 
Tuttavia, prima che Serenity possa completare la Fase 0, ci sono due punti all’ordine del giorno.
 
Dopo l’aggiornamento di Costantinopoli di febbraio 2019, l’ultimo fork programmato sarà previsto a ottobre (Instanbul). Oltre alla Beacon Chain di Ethereum 2.0, la “vecchia” Blockchain Ethereum PoW infatti deve essere considerata sempre la catena principale e questa blockchain originale sarà continuamente aggiornata e migliorata. Questi cambiamenti futuri saranno riassunti in Ethereum 1.x. e lo sviluppo di Ethereum 1.x inizierà anche nel 2019 prima del lancio della Beacon Chain.
E quindi il Prezzo di Eth?
 
Ormai saprai benissimo quello che penso dei grafici, che sono inutili se si osservano solo le linee di bollinger o supporti e resistenze, senza guardare le notizie attorno ad un progetto o il suo sviluppo, perchè non sono i grafici che muovono le persone e gli sviluppatori, ma è tutto il contrario!
 
Come dico spesso, sia per BTC che per ETH, il loro prezzo è sicuramente non in linea con il loro valore, in pratica il prezzo che hanno è molto ma molto ma molto ma molto più basso del vero valore dei due progetti in questione, e di ETH sicuramente non abbiamo neanche visto la punta.
 
Ora guardando quello che sta accadendo in termini di sviluppo possiamo giustificare il fatto che Ether (ETH), la criptovaluta nativa della blockchain, sta avendo una performance fenomenale fino a questo momento?
No, per me un aumento del 63% seguendo la tendenza stabilita da Bitcoin (BTC) dovrebbe essere la normalità per quello che sta accadendo, anzi è ancora sottostimata.
 
Il comportamento del token segue la tendenza rialzista iniziata lo scorso maggio?
 
Si ma perchè sia Ethereum che Bitcoin non hanno mai smesso di sviluppare il loro progetto e se i prezzi non si manipolassero (Exchange e balene) indubbiamente vedremmo i loro prezzi crescere senza sosta.
 

Questa tendenza in ogni caso mostra una possibile fine della correzione e un futuro ottimistico per il mercato di Ethereum che a lungo termine lo vedo davvero straordinario.

La classifica degli exchange Crypto più fidati .

Di seguito sono riportati i 10 “exchange più fidati e affidabili” per investitori e trader che desiderano identificare le migliori piattaforme per la loro propensione al rischio, classificati dal fornitore di dati del mercato cripto CryptoCompare.
 
Oggi l’azienda ha lanciato il suo Exchange Benchmark in risposta al problema del wash trading e del volume gonfiato attraverso schemi di incentivi al trading.
 
Ecco come hanno classificato gli “exchange più fidati e affidabili”:
 
1. Coinbase – grado AA, totale: 60.30
2. Poloniex – grado AA, totale: 59.90
3. Bitstamp – grado AA, totale: 59.60
4. bitFlyer – grado AA, totale: 57.20
5. Liquid – grado AA, totale: 56.30
6. itBit – grado AA, totale: 56.0
7. Kraken – grado A, totale: 54.10
8. Binance – grado A, totael: 54.0
9. Gemini – grado A, totale: 53.20
10. Bithumb – grado A, totale: 53.10
 
Le componenti del ranking includono: geografia, aspetti legali/normativi, investimenti, team/società, fornitura di dati, sorveglianza del trading e qualità del mercato. Vediamo che gli exchange nella top 10 hanno ricevuto il grado AA o A, e tutti sono compresi nell’intervallo 50-59, salvo per Coinbase che è appena sopra i 60, anche se la differenza di punteggio tra un exchange e quello immediatamente successivo o precedente è minima. Mentre la maggior parte di questi sono relativamente forti nelle categorie investimenti e qualità del mercato, alcuni punti mancano nelle categorie geografia e sorveglianza del trading.
 
Ci sono dieci exchange, classificati tra 101 e 110, che hanno ricevuto il grado F. Questi sono: Upbit Singapore (17.90), Coinroom (17.40), Yobit (17.20), Bit-M (16.90), AidosMarket (16.00), IQFinex (15.10), Ethermium (14.60), CryptoExchangeWS (13.10), LiveCoin (13.00), FatBTC (11.20) – tutti significativamente carenti nella categoria legale. Tuttavia, secondo CryptoCompare, il Benchmark indica che gli exchange che hanno ottenuto i gradi C-F hanno aumentato la quota di mercato del 30% negli ultimi 12 mesi.
 
Nel frattempo, uno dei migliori exchange, Poloniex, con sede negli Stati Uniti, affronta la reazione dalla sua comunità, insoddisfatta della loro gestione del rischio, e potrebbero anche affrontare cause legali. A giugno sono emerse notizie sui problemi dell’exchange, mentre CryptoCompare ha basato le sue classifiche sui dati raccolti a maggio.
 
Inoltre, in seuito a numerosi eventi sfortunati, Coinbase è incappato nella crisi #DeleteCoinbase all’inizio dell’anno.
 
Complessivamente, il Benchmark classifica 110 exchange a livello globale, “offrendo a investitori e traders una fonte di informazioni completa, granulare e affidabile sulle migliori sedi di negoziazione”, secondo CryptoCompare.
 
La metodologia di classificazione è composta da una combinazione di:
 
34 metriche qualitative – verifiche di due diligence consistenti in sei categorie principali progettate per valutare qualitativamente ogni exchange sulla base delle componenti di classificazione sopra indicate;
metriche quantitative – misurazione della qualità del mercato attraverso una combinazione di cinque parametri il cui obiettivo è misurare il costo del trading, la liquidità, la stabilità del mercato, il comportamento nei confronti del sentiment e il comportamento commerciale “naturale”.
 
Il volume degli scambi non viene utilizzato direttamente nella classifica, poiché i volumi possono essere facilmente manipolati, conclude CryptoCompare e qualsiasi exchnage non affidabile può fornire dati falsi.
 
Infine, “le metriche sono state classificate in diversi bucket e distribuite in modo equo”, spiegano, “per ottenere un punteggio finale robusto, assicurando che nessuno dei parametri influenzi eccessivamente il ranking complessivo degli exchange”.
 
Nel frattempo, solo di recente, è stato anche riferito che solo 10 su 83 exchange cripto, analizzati dalla Crypto Investment Company Bitwise Asset Management, hanno superato un test volto a dimostrare se stessero segnalando volumi di trading bitcoin gonfiati. Degli exchange sopra menzionati, sette erano nella lista “passati”: Poloniex, Bitstamp, BitFlyer, itBit, Kraken, Binance e Gemini.

 

 

Proteggi la Tua Privacy con Bitcoin

Proteggi la tua privacy finanziaria

con Bitcoin: una guida completa

 

In questo articolo andrò a spiegare come puoi utilizzare Bitcoin per proteggere la tua privacy finanziaria. L’articolo seguente non vuole essere in alcun modo un consiglio finanziario e l’autore non si assume nessuna responsabilità delle azioni intraprese. L’articolo non è stato scritto per incitare a compiere azioni illegali e criminali. L’articolo in questione è lungo ed estremamente articolato quindi, se sei interessato ad un capitolo in particolare, oppure vuoi suddividere i capitoli in più fasi di lettura, puoi utilizzare il sommario presente qui sotto… Iniziamo!

 

  • 1 Perché è importante che tu mantenga i tuoi fondi privati e al sicuro
    • 1.1 Gli pseudonimi proteggono la tua identità in Bitcoin
    • 1.2 In che modo Bitcoin potenzia l’anonimato?
    • 1.3 La privacy attraverso l’utilizzo di pseudonimi
    • 1.4 La trasparenza richiede protezione
  • 2 Come puoi essere deanonimizzato usando Bitcoin
    • 2.1 I bitcoin sono tracciabili sulla blockchain
    • 2.2 Il tuo nome potrebbe essere collegato al tuo indirizzo Bitcoin
    • 2.3 Il tuo indirizzo IP potrebbe essere collegato al tuo indirizzo Bitcoin
    • 2.4 Rivelare il tuo indirizzo Bitcoin prima che entri nella blockchain potrebbe rivelare la tua identità a terzi
    • 2.5 Il possesso di un file relativo al tuo wallet potrebbe essere una prova sufficiente del fatto che possiedi bitcoin
  • 3 Come essere trasparenti
    • 3.1 Trasparenza tramite le firme
    • 3.2 Trasparenza tramite il riutilizzo di un indirizzo
  • 4 Come proteggerti ed evitare di essere de-anonimizzato
    • 4.1 Sii consapevole di quali informazioni riveli su te stesso
    • 4.2 Non riutilizzare mai i tuoi indirizzi
    • 4.3 Utilizza Tor
    • 4.4 Cripta la tua navigazione, chat, e-mail, backup, ecc.
    • 4.5 Utilizza portafogli separati per ogni identità
    • 4.6 Offuscare i trasferimenti tra identità
  • 5 Come offuscare i trasferimenti tra identità
    • 5.1 Scambio individuale
    • 5.2 Wallet online
    • 5.3 Altcoin
    • 5.4 Coinjoin

Perché è importante che tu mantenga i tuoi fondi privati e al sicuro

Come strumento finanziario Bitcoin funziona in modo completamente diverso dalla rete bancaria convenzionale. Bitcoin ti consente infatti di gestire i tuoi fondi ed inviare/ricevere valore in completa autonomia via Internet e senza la necessità di una terza parte. Questa libertà però ha un costo: che tu mantenga tali fondi sicuri e accessibili solamente da te.

Mentre aprire un conto tradizionale in una banca o in un qualsiasi altro istituto finanziario richiede costi e sforzi significativi, la creazione di un ‘conto’ Bitcoin è gratis, rapida e facile da fare su un qualsiasi computer di casa o device mobile. Non sei inoltre limitato ad aprire un solo ‘conto’, anzi, Bitcoin ti consente di creare milioni di conti separati, se è ciò che desideri.

Due aspetti in particolare, privacy e identità, funzionano in modo estremamente diverso con Bitcoin rispetto all’attuale sistema finanziario.

Gli pseudonimi proteggono la tua identità in Bitcoin

Un conto bancario, un conto PayPal o una carta di credito sono sempre legati ad una vera identità, escludendo o rendendo difficile per moltissime persone al mondo l’accesso a tali servizi. Bitcoin invece ti consente di utilizzare qualsiasi identità tu desideri.

Essere in grado di usare Internet in modo anonimo o tramite uno pseudonimo è l’unico modo per molte persone di essere veramente se stesse e libere. Centinaia di milioni di persone in tutto il mondo in questo esatto momento non sono accettate nelle loro società per ragioni che non possono controllare.

Gli pseudonimi sono usati da donne per parlare dei propri diritti, da atei nati in società religiose e da persone critiche nei confronti dei propri governi. Gli pseudonimi permettono a chiunque di diffondere il proprio personale pensiero, di partecipare a cause comuni e di avere una propria privacy.

Quelli che ho riportato qui sopra sono solo alcuni esempi del perchè è importante utilizzare pseudonimi, uomini e donne coraggiosi in tutto il mondo mettono costantemente a repentaglio la propria sicurezza ed il proprio benessere per difendere la propria libertà ed il proprio credo. La tecnologia consente loro di essere dei leader nel cambiamento sociale in modo più efficiente di quanto avrebbero mai potuto essere prima. La stessa tecnologia, Internet, collega anche persone con mentalità simile in tutto il mondo, in modo che possano formare delle comunità compatte per le quali si impegnano.

Cercare di difendere e nascondere la propria identità e, allo stesso tempo, mantenere il proprio pseudonimo sulla rete oggi richiede notevoli sforzi e costi. Senza la possibilità di pagare servizi che aggiungono livelli di sicurezza e privacy come le VPN (Virtual Private Network) in modo anonimo, si ritorna al punto di partenza: saresti costretto a rivelare la tua vera identità per mantenere il tuo pseudonimo. Una situazione che chiaramente non ha senso ed anzi, è potenzialmente pericolosa perchè permette di essere de-anonimizzato 9 volte su 10.

In che modo Bitcoin potenzia l’anonimato?

Bitcoin è un protocollo estremamente importante e potente. L‘utilizzo di Bitcoin tramite uno pseudonimo protegge il tuo diritto a rimanere anonimo sull’Internet del Valore. Consente la raccolta di fondi in modo anonimo o tramite uno pseudonimo. Singole entità o gruppi di persone ora sono in grado di controllare i propri ‘conti’ Bitcoin e scegliere di nascondere o rivelare determinate informazioni finanziarie a proprio piacimento.

Non cominciare subito a pensare male, ci sono moltissime ragioni positive per un sistema finanziario privato e sicuro come quello proposto e garantito da Bitcoin:
Un gruppo per i diritti dei lavoratori potrebbe ad esempio raccogliere fondi con Bitcoin. Il denaro potrebbe essere utilizzato per server, volantini, collaboratori… il tutto senza legare alcuna transazione alle vere identità dei volontari stessi.

Allo stesso modo, una vittima di abusi domestici e controllata 24 ore su 24 dal proprio partner potrebbe utilizzare Bitcoin per risparmiare dei fondi in modo sicuro, in ottica di una futura vita indipendente.

 

 

Il privacy model tradizionale ed il nuovo privacy model proposto da Bitcoin, come spiegato da Satoshi Nakamoto nel whitepaper originale di Bitcoin.

La privacy attraverso l’utilizzo di pseudonimi

La privacy nel settore bancario tradizionale è garantita dalle istituzioni stesse che costituiscono il sistema come banche, società emittenti di carte di credito e governi. Il loro compito dovrebbe essere quello di assicurare che il tuo saldo bancario rimanga segreto. Questo li mette in una posizione delicata, dove solo loro hanno la completa visione su cosa tu faccia con i tuoi soldi.

Nell’ecosistema di Bitcoin, invece, tutti possono vedere lo stato e la cronologia di ogni saldo dell’account, ma non possono risalire ad un’identità a partire dal saldo stesso. Tutti gli indirizzi e le transazioni sono infatti registrate nel database distribuito pubblicamente di Bitcoin, la blockchain. Gli indirizzi di Bitcoin non hanno nomi o IP collegati, quindi non è sempre possibile sapere quale ‘conto’ o transazione appartenga a quale individuo.

La trasparenza richiede protezione

Bitcoin è un sistema che è trasparente per definizione, in cui ogni informazione è disponibile al pubblico. In quanto tale, ad ogni utente Bitcoin equivale un certo livello di protezione. Chiunque sia in possesso di tanti bitcoin, per ovvi motivi, non dovrebbe condividere il proprio stato patrimoniale con tutte le persone con cui negozia.

Ricorda che ogni volta che invii anche solo una piccola porzione del tuo portafoglio Bitcoin, rivelerai la tua ricchezza (di quel determinato ‘conto’) al destinatario. Far ciò su Internet equivale ad andare in giro vestito d’oro in qualche vicolo buio pieno di malviventi: non è consigliabile! Un criminale potrebbe vedere quanti bitcoin detieni e decidere di studiarti e seguirti, al fine di derubarti. Distribuire la tua ricchezza su più portafogli e utilizzare un indirizzo diverso per ogni transazione è una pratica comune che impedisce ad altri di sapere quanti bitcoin (o altre criptovalute) detieni.

Come puoi essere deanonimizzato usando Bitcoin

Purtroppo, ci sono centinaia di modi per cui una transazione Bitcoin può essere collegata alla vera identità di qualcuno. La vera pseudonimia contro un avversario intraprendente è molto difficile da raggiungere. Qualsiasi approccio all’anonimato in Bitcoin richiede un uso olistico degli strumenti di crittografia e di comunicazione (es. PGP, OTR e Tor).

Nel giro di pochi mesi potresti entrare in contatto con centinaia di indirizzi Bitcoin. Spesso è necessario associare solamente uno di questi indirizzi alla tua vera identità per scoprire chi sei.

I bitcoin sono tracciabili sulla blockchain

Ogni transazione Bitcoin contiene almeno un input (da cui provengono i bitcoin) e almeno un output (dove vengono inviati i bitcoin). Ciò significa che una volta che un singolo indirizzo è noto, c’è una pista che permette di seguire i bitcoin.

Un’altra caratteristica delle transazioni sul protocollo Bitcoin è che devono sempre corrispondere alla transazione precedente. Se si riceve 1 BTC, ma si desidera successivamente inviarne solamente 0.4, sarà necessario effettuare una transazione da 1 BTC; 0.4 BTC saranno ‘catalogati’ ed inviati come pagamento, mentre i restanti 0.6 BTC torneranno indietro al mittente come cambio.

Non è per niente difficile, prova a pensarci un attimo… E’ esattamente quello che succede quando paghi una caramella con una moneta da 1 euro: te dai al commerciante 1 euro, e successivamente ti vengono restituiti 90 centesimi. Il tuo portafoglio Bitcoin gestirà questo processo automaticamente, ma è importante che tu comprenda il principio del funzionamento delle transazioni Bitcoin per poterle effettuare in modo veramente anonimo.

Il proprietario del bitcoin originale non saprà cosa hai fatto con i soldi, ma può comunque vedere le quantità coinvolte. Può vedere due transazioni sul tuo conto: una di 0.4 BTC e una di 0.6 BTC. Non può vedere che cosa hai effettivamente acquistato e non può nemmeno vedere qual è l’effettivo ‘costo’ e qual è il ‘resto’ del servizio o prodotto che hai acquistato, ha il 50% di possibilità di indovinare. La volta successiva in cui effettui una transazione, la possibilità arriva al 25% e così via…

 

1 input consumato, 2 output creati

 

Questo è il motivo per cui effettuare molte transazioni, anche tra te e te, aumenta il tuo anonimato nella rete Bitcoin (a patto che il tuo wallet/portafoglio, ovvero il software che utilizzi per gestire i tuoi bitcoin, non riutilizzi gli indirizzi più volte).

Allo stesso modo, se ricevi 0.5 BTC ma vuoi inviare 1 BTC, è necessario che tu sia in possesso di indirizzi Bitcoin aggiuntivi con un valore combinato di almeno 0.5 BTC. Anche in questo caso, se qualcuno vorrà ‘tracciare’ la tua transazione, avrà comunque il 50% di possibilità di farlo, ma ora hai un indirizzo Bitcoin in più che è pubblicamente visibile. Avere indirizzi Bitcoin visibili pubblicamente potrebbe rendere più facile scoprire la tua identità.

 

2 input consumati, 2 output creati

Il tuo nome potrebbe essere collegato al tuo indirizzo Bitcoin

Il tuo vero nome potrebbe essere collegato ad una transazione Bitcoin quando questa viene effettuata, ad esempio, per acquistare beni online e facendoli recapitare al tuo vero indirizzo. La maggior parte degli exchange di bitcoin e i principali ATM automatici richiedono spesso di verificare la propria identità prima di effettuare un acquisto. Quando acquisti bitcoin da qualcuno di persona invece, la persona in questione, avrebbe la conferma della tua identità in modo diretto e potrebbe decidere di tener traccia della transazione effettuata e delle future transazioni dell’indirizzo da te usato per ricevere BTC. Questi dati potrebbero cadere nelle mani dei tuoi avversari, nel caso peggiore invece potrebbero anche essere resi pubblici.

Le leggi antiriciclaggio di denaro (AML/KYC) del tuo paese potrebbero inoltre richiedere di rivelare la tua identità al momento dell’acquisto o della vendita di bitcoin, rendendo difficoltoso nascondere le tracce di questi ultimi sulla blockchain.

Il tuo indirizzo IP potrebbe essere collegato al tuo indirizzo Bitcoin

Quando effettui una transazione Bitcoin, stai essenzialmente creando e firmando un messaggio sul tuo telefono o computer e inviandolo alla rete Bitcoin. Qualcuno che gestisce un gran numero di nodi nella rete Bitcoin potrebbe essere in grado di abbinare alcune delle tue transazioni al tuo indirizzo IP, quindi deanonimizzare l’intero tuo patrimonio di bitcoin.

È relativamente facile evitare ciò su un computer inoltrando tutte le transazioni attraverso la rete Tor. La maggior parte dei client e dei portafogli Bitcoin supporta il proxy Socks5 di Tor.

Rivelare il tuo indirizzo Bitcoin prima che entri nella blockchain potrebbe rivelare la tua identità a terzi

Non appena un indirizzo Bitcoin viene inserito nella blockchain, viene registrato pubblicamente in un database globale ed immutabile. Prima che ciò accada è probabile che solamente le due parti coinvolte nella transazione, il destinatario e il mittente, fossero a conoscenza di tale indirizzo. Se effettui la ricerca di un indirizzo che non è ancora apparso e scritto sulla blockchain due sono i casi: o sei il proprietario dell’indirizzo stesso o sei qualcuno che sta chiedendo o aspettando un pagamento.

Per evitare di essere tracciati nella fase pre-blockchain, è importante che effettui tutte le richieste di pagamento ed altre menzioni circa i tuoi personali indirizzi Bitcoin tramite canali sicuri e crittografati. Questi tre punti sono importanti, leggili con attenzione e tienili a mente:

  • Assicurati che il sito web che stai visitando abbia attivato HTTPS quando ricerchi indirizzi Bitcoin
  • Utilizza una VPN e Tor quando ti è possibile
  • Rendi sicure e crittografa le tue comunicazioni con PGP e OTR

Il possesso di un file relativo al tuo wallet potrebbe essere una prova sufficiente del fatto che possiedi bitcoin

Un messaggio firmato è l’unica prova certa del fatto che possiedi un indirizzo Bitcoin senza che tu sia costretto a rivelarne la chiave privata. Presta molta attenzione quando firmi i messaggi usando le tue chiavi Bitcoin. I messaggi firmati sono una grande funzionalità (parleremo del perchè nelle prossime righe), ma permettono a chiunque di sapere che controlli l’indirizzo Bitcoin da cui hai firmato il messaggio stesso.

Se qualcuno sta tentando di de-anonimizzarti, potrebbe essere soddisfatto con una prova più debole di un messaggio firmato: il fatto stesso che tu tenga un registro degli indirizzi pubblici è una prova sufficiente per trarre la conclusione che sei coinvolto in transazioni Bitcoin e la blockchain di Bitcoin indicherà esattamente quali transazioni. Tutto quello che un avversario deve fare per tracciarti è quello di cercare uno dei tanti indirizzi che hai registrato.

La maggior parte dei portafogli (o wallet) memorizza gli indirizzi pubblici senza crittografarli, solitamente infatti vengono crittografate solamente le chiavi private. Questo è positivo per la semplicità d’utilizzo e per l’esperienza dell’utente, tanto che non sarà necessario digitare una password ogni volta che desideri visualizzare il saldo o controllare le transazioni… però ha questo importante difetto.

È possibile comunque archiviare in modo sicuro il portafoglio in una chiavetta USB esterna, un servizio di archiviazione cloud o persino nel proprio account di posta elettronica a patto che le chiavi private e gli indirizzi siano sufficientemente ‘oscurati’. Ricorda infatti che chiunque abbia accesso a questi mezzi può stimare quali indirizzi controlli e vedere le transazioni che hai effettuato e che effettuerai.

Per proteggerti, è necessario che crittografi e metti in sicurezza tutti i file e backup relativi al tuo wallet con una seconda password o PGP.

Come essere trasparenti

Il concetto di privacy è meglio definito come la quantità e il tipo di controllo che hai sulle tue informazioni. Questo controllo non include solo il potere di nascondere o mascherare le tue informazioni personali, ma anche il potere di rivelarle al pubblico. La trasparenza è utile se hai bisogno di guadagnare legittimità agli occhi del pubblico o dei tuoi sostenitori. Bitcoin ti consente di essere trasparente in qualsiasi misura tu voglia. Puoi usarlo per dimostrare singole transazioni o la proprietà di un indirizzo Bitcoin. La trasparenza consente inoltre di verificare i conti della tua organizzazione fino all’ultimo satoshi (l’unità più piccola di un bitcoin), senza rivelare la tua vera identità o posizione.

Rispetto ai sistemi finanziari tradizionali, la trasparenza di Bitcoin è un’innovazione importante e potente perché consente di dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che hai effettuato una particolare transazione. La blockchain non mente e non può essere corrotta.

Trasparenza tramite le firme

La forma più semplice di trasparenza su Bitcoin è quella di collegare due identità mediante delle firme. Le modalità con cui ciò accade dipendono dal software che utilizzi per gestire il tuo portafoglio ma il principio è sempre lo stesso: scrivi una dichiarazione verbale e la firmi digitalmente con la tua chiave privata. Ciò non dimostrerà necessariamente che l’affermazione scritta è vera, dimostrerà solamente che il proprietario dell’indirizzo ha espresso tale dichiarazione.

Facciamo un esempio: se l’operatore di un sito web afferma di controllare un indirizzo Bitcoin e il proprietario dell’indirizzo Bitcoin afferma di essere l’operatore del sito Web firmando digitalmente un messaggio, è possibile concludere senza ombra di dubbio che i due siano la stessa entità. Sarà quindi possibile inviare fondi all’indirizzo Bitcoin dichiarato dall’operatore del sito web con la certezza che i fondi stiano andando verso il destinatario corretto.

Puoi anche utilizzare queste firme per effettuare delle dichiarazioni sicure su alcune delle tue transazioni. Ad esempio, potrebbe essere necessario dimostrare ad alcuni revisori che hai effettuato una transazione in particolare o che controlli una certa quantità di fondi.

Questo è molto utile per le ricevute digitali non cancellabili. Con pochi clic puoi dimostrare ad un mercante d’arte che sei in possesso di fondi sufficienti per acquistare un dipinto di valore, o magari mostrare ai tuoi investitori che hai ancora il controllo del loro denaro.

Trasparenza tramite il riutilizzo di un indirizzo

L’Edward Snowden Defense Fund utilizza un indirizzo Bitcoin statico per le donazioni di Bitcoin. Questo mostra quanti Bitcoin sono stati raccolti e permette ai sostenitori di avere la certezza di non essere ingannati nel donare a qualcuno che dichiara di raccogliere denaro per conto della difesa di Snowden stesso.

Questo livello di trasparenza può essere utilizzato ovunque per dimostrare che i fondi non vengono sottratti e che il denaro viene speso in modo responsabile.

Come proteggerti ed evitare di essere de-anonimizzato

Sii consapevole di quali informazioni riveli su te stesso

La prima regola è essere consapevoli di ciò che si sta facendo e di ciò che si sta rivelando agli altri. Prova per un secondo a mettere in discussione le tue azioni. Stai utilizzando una VPN? Cosa hai fatto in precedenza con questo indirizzo IP? Quali e quante schede hai attualmente aperte nel tuo browser? Quale wallet Bitcoin stai usando? Da dove provengono i soldi in quel portafoglio e cosa hai acquistato in precedenza con esso? Con chi hai comunicato recentemente in merito a ciò che stai per fare? Tali informazioni sono state crittografate?

Tutte queste informazioni sono importanti se vuoi proteggerti. Ci sono molte piccole cose che rivelano un po’ di te online. Ti spiegherò come proteggerti al meglio ed evitare che i tuoi metadati vaghino in giro per il mondo. Sii sempre vigile e sii sempre consapevole su quali dati hai inviato a chi e di pensare a come potrebbero essere utilizzati per identificarti.

Non riutilizzare mai i tuoi indirizzi

Privilegia i portafogli Bitcoin che rispettano la tua privacy senza mai riutilizzare gli indirizzi. I portafogli HD (Hierarchical Deterministic) generano un numero teoricamente infinito di indirizzi da un singolo seed (seme). I portafogli HD facilitano l’uso di un nuovo indirizzo per ogni transazione e forniscono anche un meccanismo di backup sicuro. Il mio personale consiglio ricade su Wasabi Wallet.

Presta attenzione ai servizi in cui puoi indicare un unico indirizzo Bitcoin per richiedere un prelievo. Cambia manualmente il tuo indirizzo Bitcoin dopo ogni prelievo su un indirizzo non precedentemente utilizzato. Incoraggia gli altri a cambiare i loro indirizzi dopo ogni utilizzo, poiché le loro pratiche influenzeranno la tua privacy mentre interagisci con loro.

Utilizza Tor

Per mantenere il tuo anonimato, utilizza il browser Tor o il sistema operativo TAILS quando ti avvali di servizi che necessitano alti standard di sicurezza. Cerca di installare tutto tramite Tor di default.

Configura i tuoi portafogli per connettersi alla rete Bitcoin tramite la rete Tor. È possibile farlo installando Tor Browser e configurando il proxy in Preferenze > Avanzate > Rete > Impostazioni. Mantieni l’impostazione predefinita di Socks v5 a 127.0.0.1 sulla porta 9050, inserisci questi valori nelle impostazioni di connessione del tuo wallet Bitcoin.

È anche buona prassi instradare le chat attraverso la rete Tor con le medesime impostazioni proxy. È anche possibile configurare molti provider di cloud storage in questo modo.

Cripta la tua navigazione, chat, e-mail, backup, ecc.

Naviga in sicurezza con il tuo browser

Utilizza sempre HTTPS mentre navighi sui tuoi siti web preferiti contenenti qualsiasi informazione relativa alla tua identità o alle tue transazioni Bitcoin. Questo semplice protocollo viene utilizzato per crittografare il traffico tra il sito che stai visualizzando ed il tuo computer. L’icona di un lucchetto verde nella barra degli indirizzi del browser indica che il sito web attuale utilizza HTTPS. HTTPs è ormai diventato uno standard per i siti web, puoi comunque decidere di installare l’estensione ‘HTTPs Everywhere‘ per aggiungere un’ulteriore livello di sicurezza.

 

Un altro modo per proteggere la tua navigazione è attraverso una Virtual Private Network. Quando si utilizza una VPN, si è in grado di nascondere il proprio indirizzo IP ai siti con cui si interagisce. Presta però molta attenzione quando scegli un provider VPN. Leggi attentamente le loro politiche sulla privacy, in particolare per quanto riguarda le informazioni che registrano.

Il mio personale consiglio ricade, in ordine di rapporto costo/qualità, in:

  1. ExpressVPN
  2. NordVPN
  3. ProtonVPN

Utilizza Brave come browser principale quotidiano. Brave è un browser gratuito e open source basato su Chromium e ideato dal creatore di Javascript e co-founder di Mozilla, Brendan Eich. Tra le varie funzionalità, il browser blocca automaticamente pubblicità, tracker, cookie di terze parti e raccolta fingerprint dai siti web che visiti. Inoltre, utilizza HTTPs di default ed integra Tor all’interno delle schede private.

 

Cripta le tue chat

Per una massima protezione crea almeno un account jabber (noto anche come XMPP) per ciascuna tua identità online. Ci sono molti servizi gratuiti disponibili tra cui scegliere. Iscriviti attraverso Tor e instrada tutte le tue chat attraverso la rete Tor utilizzando il proxy Socks5 incorporato per una maggiore sicurezza.

Per garantire che le tue chat non vengano intercettate e lette da nessuno al di fuori del destinatario previsto, utilizza OTR, un protocollo di crittografia affidabile. Tieni presente che puoi utilizzare OTR solamente se anche la persona con cui stai comunicando lo sta utuilizzando.

Rendi private le tue email

Di tutti i servizi online, l’e-mail è probabilmente quello più vulnerabile allo snooping e all’hacking. Mentre un buon provider di posta elettronica renderà molto difficile agli hacker accedere alle tue informazioni, lo stesso potrebbe comunque consegnare volontariamente i tuoi dati a governi o altri enti, se richiesto. Sfortunatamente per le persone che cercano una maggiore privacy, diversi provider di posta elettronica rendono difficile, se non impossibile, l’accesso alla tua email tramite Tor. Alcuni addirittura richiedono di collegare e verificare il proprio indirizzo e-mail ad una identità tramite un numero di telefono.

Usa PGP per crittografare le tue e-mail, anche se, come nel caso di OTR, sarai in grado di comunicare in modo sicuro solo con le persone che utilizzano allo stesso tempo PGP. Se sei estremamente preoccupato per la tua privacy, evita semplicemente di comunicare via email.

Proteggi e crittografa i tuoi backup

Le modalità con cui esegui il backup dei tuoi bitcoin dipende dal software che stai utilizzando. I wallet HD ti offrono una serie di parole casuali (il seed) che possono essere utilizzate per rigenerare il tuo portafoglio ovunque e in qualsiasi momento. Tutto ciò che devi fare è copiare e scrivere quelle stesse parole e tenerle in un posto sicuro.
Presta però molta attenzione: il seed è molto utile; ma permette a malitenzionati di accedere a tutto il tuo patrimonio in bitcoin semplicemente entrando in possesso della serie di parole. Sconsiglio caldamente di archiviare il seed su un qualsiasi dispositivo elettronico perchè vulnerabile e facilmente attaccabile; ma in assenza di uno spazio fisico sicuro, potrebbe essere inevitabile.

Il modo più semplice per crittografare e mettere in sicurezza le parole casuali generate dal tuo portafoglio HD (o qualsiasi altro testo o password che hai bisogno di rendere sicuri) è tramite Pretty Good Privacy. Utilizzare PGP però comporta un’ulteriore backup di PGP stesso. Crittografando la tua chiave PGP con una buona password potrai accedere a tutti i tuoi file attraverso quell’unica parola o serie di parole. Ti consiglio di dare un’occhiata a questo articolo circa Diceware per scoprire come creare una passphrase sicura.

Ricapitolando: utilizza una password per crittografare la chiave PGP, quindi esegui il backup di tutti gli altri file crittografandoli con la chiave PGP crittografata.

Utilizza portafogli separati per ogni identità

È estremamente facile utilizzare un wallet Bitcoin diverso per ciascuna delle tue identità online. Potresti avere un portafoglio per ogni esigenza. Ad esempio, potresti utilizzare:

  • un portafoglio per le donazioni
  • un portafoglio per la tua vera identità
  • un portafoglio per le entrate della tua pubblicità
  • un portafoglio per i tuoi risparmi

Non è necessario scaricare software separati per ciascuna identità. Tutto quello che devi fare è tenere separati i file del wallet (in particolare quei file che contengono le tue chiavi pubbliche e private). Assicurati solo di non confondere i file tra loro e di non mescolarne i fondi.

Ogni volta che avrai bisogno di spostare fondi tra le tue identità, dovrai cercare di nascondere il percorso effettuato per rendere difficile per chiunque collegare le tue identità tra di loro.

Offuscare i trasferimenti tra identità

Quando si pensa al sistema finanziario tradizionale le parole “offuscamento”, “tumbler” o “mixing” sembrano attività per criminali.

A causa della natura trasparente di Bitcoin, le transazioni commerciali potrebbero richiedere una qualche forma di offuscamento per proteggere i segreti e le pratiche commerciali. Un bonifico bancario da una persona a un normale conto non dovrebbe essere rivelato a terze parti non coinvolte. Né il cliente o i concorrenti dovrebbero scoprire come vengono utilizzate le entrate. Senza offuscare le transazioni riveliamo inevitabilmente molto di più di quanto dovremmo, quindi far ciò dovrebbe essere pratica comune per garantire che il tuo portafoglio Bitcoin sia privato come dovrebbe essere.

Come offuscare i trasferimenti tra identità

Scambio individuale

Ci sono molti modi per offuscare i trasferimenti. Potresti scambiare bitcoin con qualche tuo amico ad un tasso di cambio 1: 1, sebbene ciò richieda grande fiducia nell’altra parte. Puoi anche utilizzare un servizio di deposito a garanzia esterno. Questa opzione viene utilizzata raramente, poiché la società di escrow potrebbe registrare informazioni compromettenti sulla transazione.

Wallet online

Potresti decidere di proteggere la tua privacy utilizzando un portafoglio online che non assegna indirizzi univoci a ciascun utente. Un esempio di questo sono gli exchange, preferibilmente decentralizzati. Quando depositi i tuoi bitcoin in un wallet online, le tue monete potrebbero finire nelle mani di qualcun altro. Allo stesso tempo, potresti ricevere monete precedentemente possedute da qualcun altro. Questi servizi sono chiamati Tumblers. È importante notare che non acquisirai o perderai alcun bitcoin durante questo processo (a meno che non vengano hackerati gli exchange/wallet stessi, il che non è cosa rara…).

Un’exchange di Bitcoin comune molto probabilmente rispetta una rigida regolamentazione anti-riciclaggio. Conserveranno i registri di tutte le tue transazioni, possibilmente a tempo indeterminato, che potranno (e dovranno) consegnare a enti pubblici o privati, se richiesto. Potrebbero anche chiedere la prova della tua identità tramite documenti prima di permetterti il ritiro dei tuoi bitcoin; una pratica che influisce decisamente sulla tua privacy più che semplicemente sulla traccia dei tuoi bitcoin.

Nessun portafoglio online che esiste allo scopo di far ruotare i bitcoin sarebbe in grado di darti la garanzia che riceverai bitcoin che non erano già stati detenuti da te in passato. Promettere ciò richiederebbe loro di tenere traccia di tutto il processo (piuttosto che registrare solo depositi e prelievi), il che eliminerebbe il motivo di affidarsi ad un servizio del genere. Un altro rischio significativo di un exchange è che ci si fida di una terza parte che a sua volta opera in modo anonimo. Probabilmente non potrai fare ricorso se l’exchange o il fornitore del wallet online scompare con i tuoi fondi, come è successo più e più volte.

Altcoin

Un altro modo per “disconnetterti” dai tuoi bitcoin è… vendendoli! Potresti decidere di scambiare i tuoi bitcoin con denaro o oro, ma un’opzione migliore è scambiarli con altcoin. In questo modo la transazione è più economica, più sicura e più facile da eseguire online ed in modo anonimo. Potresti optare di vendere i tuoi bitcoin in cambio di un’altra criptovaluta con un volume elevato ed un’alta capitalizzazione di mercato, per poi riacquistarli su un secondo exchange poco dopo.

Dovrai trovare più exchange, con requisiti KYC (Know Your Customer) non aggressivi per avere una privacy decente, che a propria volta godano di ottima reputazione e siano considerati attendibili. Questo potrà rivelarsi una vera sfida.

Coinjoin

Coinjoin è il modo più promettente per mantenere la tua privacy finanziaria con Bitcoin. Funziona combinando molte transazioni in una sola, in modo che non sia chiaro quali input e output siano correlati.

Questo può essere fatto con un software che elimina il rischio che i fondi scompaiano o vengano rubati. Ciascuna delle firme viene creata sui computer dei partecipanti, quindi chiunque tenti di connettere le firme non sarà in grado di modificare la transazione o reindirizzare i fondi. I fondi saranno sempre in un indirizzo Bitcoin che controlli.

È possibile far ciò in modo decentralizzato, in maniera che il servizio non faccia affidamento su parti esterne o server centralizzati. Ha solo bisogno dei partecipanti della transazione stessa.

Servizi come Coinjoin mischiano gli input e gli output di bitcoin per mantenere l’anonimato di tutti.

Il problema più grande con Coinjoin è che potrebbe essere ancora possibile correlare gli input e gli output dal momento che ci sono spesso matematicamente poche combinazioni possibili; ciò potrebbe consentire di determinare quali input corrispondono a quali output.

Per mitigare la possibilità che qualcuno capisca quali input e output appartengono l’uno all’altro, il protocollo deve essere standardizzato in qualche modo. Poiché gli input non possono essere facilmente standardizzati, gli output possono essere predefiniti. Ad esempio, potresti limitare gli output ad esattamente 1 BTC. Limitare gli output ad esattamente 1 BTC renderebbe impossibile ‘matchare’ la transazione, poiché ogni output sarà di 1 BTC. Tuttavia, i tuoi input saranno probabilmente più grandi di 1 BTC ciascuno, quindi la differenza verrà restituita a te in maniera non ordinata. Questo perché l’importo restante può essere abbinato a una transazione.

Coinjoin può essere applicato più volte e dato che molte transazioni sono raggruppate, i partecipanti possono risparmiare sulle commissioni di transazione. Coinjoin è attualmente il metodo migliore per avere un determinato tipo di privacy nella rete Bitcoin. È anche possibile che questa funzionalità possa un giorno essere inclusa direttamente a livello di protocollo come standard, come già fanno alcune altcoin.

 

 

https://www.blockchain.com/btc/unconfirmed-transactions

La Blockchain di Ethereum diventerà il riferimento Mondiale

Ethereum 2.0 e il suo sviluppo

sono fatti per diventare

il nuovo concetto di Internet

su cui si svolgeranno

tutte le transazioni.

 
La principale sfida che Ethereum sta affrontando nello spazio blockchain con i piani di sviluppo per “Ethereum 2.0“, un aggiornamento che porterebbe diversi nuovi perfezionamenti alla blockchain di Ethereum, sono davvero tanti.
 
Una delle idee più importanti descritte da Lubin, cofondatore di Ethereum,è il pensiero che Ethereum possa diventare un Layer globale.
 
I sistemi chiusi sono sia corrotti che inefficienti, e quindi bisogna pensare ad una piattaforma davvero decentralizzata su cui poter fare tutte le transazioni per quanto riguarda il mercato azionario.
Le piattaforme chiuse promuovono la corruzione e l’inefficienza.
 
L’economia globale è piena di manipolazioni improprie dei mercati a causa del blocco o della cattura della piattaforma …
 
Mentre si sta forgiando il nuovo mondo, le case finanziarie e i commercianti dotati di risorse adeguate non risparmiano sforzi per manipolare i mercati per ottenere vantaggi economici o vantaggi politici.
 
Non si deve desiderare che i mercati dell’economia della prossima generazione siano altrettanto vulnerabili. Non dobbiamo scegliere nient’altro che una base massimamente decentrata come lo strato di insediamento fondativo dell’economia globale.
 
Naturalmente, c’è un bel po ‘di scelta su quale piattaforma si potrebbe usare per spostare i mercati – inclusi IBM Fabric, R3’s Corda ed EOS.
 
Ma per ora nessuna delle tre può essere una soluzione praticabile
 
Fabric di IBM?
 
Non c’è possibilità che si evolva al di là di reti relativamente a piccoli sistemi privati ​​autorizzati. Possono emettere token, ma solo per situazioni strettamente circoscritte. La tecnologia Fabric promuove il lock-in della piattaforma.
 
R3’s Corda?
 
R3’s Corda è un software ispirato alla blockchain per la maggior parte delle applicazioni del settore bancario. È puntato più sulla fiducia da punto a punto che su una fonte di verità condivisa. Corda può emettere token, ma solo per situazioni strettamente circoscritte. La tecnologia Corda promuove il lock-in della piattaforma.
 
Perché non EOS?
 
Per quanto riguarda EOS, che è stato oggetto di controversie da quando è stato affermato che c’è stata un’influenza del voto commerciale da parte di Huobi per il guadagno monetario, la piattaforma non è veramente decentralizzata e potrebbe essere soggetta al controllo esterno,
EOS Centralizzato o Decentralizzato?
 
Come è stato dibattuto all’infinito, una piattaforma controllata da 21 validatori non è del tutto decentralizzata. Possono colludere e censurare se lo desiderano. I governi e altri attori dotati di risorse adeguate possono corromperli o costringerli ad agire contro la loro volontà e contro il benessere e la sicurezza delle persone che utilizzano la piattaforma.
 
Ethereum 2.0, che molti stanno aspettando con molto entusiasmo e molti altri invece per dire ” te lo avevo detto che non ci sarebbero riusciti”, è qualcosa in continuo sviluppo e su cui si sta lavorando parecchio , e potrebbe avere un livello senza precedenti di prestazioni.
 
Polkadot e Dfinity hanno architetture e capacità simili e probabilmente arriveranno più o meno nello stesso tempo e sono per ora i veri diretti concorrenti di Ethereum 2.0, anche se Ethereum è già su Serenity, e sta già testando Casper e il sistema PoS , ed è in funzione e in uso da molto tempo prima di questa nuova generazione di architetture, quindi ha più esperienza su errori e soluzioni ad essi.
 
Progettare e costruire una piattaforma richiede un’enorme quantità di lavoro, ma lanciare una piattaforma di lavoro è ancora più grande come sforzo …
 
Ci vuole un’enorme quantità di lavoro per costruire un ecosistema, quindi a quel punto l’ecosistema di Ethereum sarà in ordine di grandezza più grande degli altri due e avrà già una forte scalabilità di secondo livello, avendo già superato molti test su campo.
 
Un pò come il fattore tempo per BTC, che non potrà mai essere superato, il primato resta a lui.
 
Indubbiamente il tempo ora è la caratteristica che aiuta Ethereum nello sviluppo, ma se vuole davvero trasformarsi in un punto di riferimento negli Smart Contract e Token e il mercato azionario globale dovrà davvero fare ancora di più, e probabilmente la concorrenza farà bene al suo sviluppo.
 
 
 
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul emanueledinicola.eu  deve essere presa come consiglio di investimento, né   emanueledinicola.eu   approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un’attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine,  emanueledinicola.eu   non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Inizia da qui

 

Per essere completamente autonomo nell’acquisto di Bitcoin ed altre Cryptovalute, riporto di seguito alcuni consigli.

Prima cosa da fare, creare 2 conti molto semplici, il primo completamente Gratuito su  N26. Conto corrente con sede in Germania, molto efficiente e super VELOCE (non ha eguali secondo la mia esperienza).

Il secondo conto da aprire è la Carta Mastercard di PostePay  Evolution presso le Poste Italiane SpA. E’ bene averli entrambi, in questo articolo spiego le differenze ( QUI ).

Una volta attivati i due conti in Euro, occorre aprire un conto  in  CryptoValute su Coinbase QUI.

Dopo aver completato l’attivazione dell’account seguendo la procedura da QUI , si collegano entrambe le carte di credito, N26 e PostePay Evolution al proprio conto Coinbase.

Per Postepay è obbligatorio andare in posta per attivare la carta… ricorda all’impiegato della posta di agganciare la carta ad un numero di cellulare personale per la Sicurezza ed inoltre far attivare  “La Sicurezza WEB” per pagamenti online. In questo modo si crea un canale di entrata ed uscita Euro – Bitcoin ecc.

REGISTRATI   in   COINBASE

RICEVERAI  10  dollari sul tuo Conto !!!

Si possono creare i seguenti account

per Vendere  o  Acquistare Monete Digitali

presenti nel mercato .

– Queste sono le migliori  e più garantite

Piattaforme del Mondo
in termini di Volumi di scambio e

Monete Digitali Tradate.

 

COME PAGARE IN BITCOIN TUTTI I GIORNI, IN TUTTI I NEGOZI QUI

 

Da questo SitoWeb si possono acquistare Bitcoin in modo completamente anonimo.

Come acquistare su LocalBitcoins

 

 


Bitcoin: dove comprare

Bitcoin è in assoluto la criptomoneta più conosciuta e popolare tra gli amanti degli investimenti digitali. Quelli che hanno deciso di starne alla larga dichiarano che i rischi sono troppo alti, o che le monete virtuali sono troppo difficili da capire.

Comprare criptovalute sta diventando un fenomeno sempre meno di nicchia ma nell’avvicinarsi a questa forma d’investimento e nello scegliere il modo migliore per effettuare un acquisto è bene tenere a mente che il Bitcoin presenta una differenza fondamentale rispetto alle monete tradizionali, ossia che:

è una valuta “digitale” che si conserva elettronicamente, e che diversamente dalle monete a corso legale non è controllata da una banca centrale, ma gestita in modo decentralizzato da coloro che operano sulla Blockchain, la tecnologia a “blocchi” che veicola le transazioni.

Per queste ragioni, il bitcoin viene scambiato al di fuori dei circuiti finanziari tradizionali, e dunque chi ha intenzione di comprarne senza rischiare truffe e raggiri dovrà muoversi inizialmente con cautela e prendendo le dovute misure di sicurezza.

Acquistare e vendere Bitcoin

Dopodiché, a meno che non si voglia partecipare al processo di mining, chi vuole investire in criptovalute lo farà principalmente ricorrendo agli Exchange:

sono delle piattaforme che mettono in contatto domanda e offerta, e dove è possibile tanto depositare determinate criptovalute che convertirle in valute a corso legale o in altre criptovalute.

Per chi sceglie di comprare su un Exchange, va ricordato che essi si dividono in due grandi categorie, quelli che accettano depositi in valuta emessa da banche centrali (fiat) come gli euro, i dollari americani, i franchi svizzeri, le sterline, che possono poi essere scambiati in cryptovalute; e quelli che supportano solamente valute digitali, che non possono essere quindi comprate con le tradizionali monete a corso legale, ma solo pagando con Bitcoin, Ethereum o altri token.

Quando si ha un interesse per una moneta in particolare, si dovrà quindi verificare con molta attenzione se l’exchange che la vende accetta monete fiat. Se ciò non accade, si dovrà effettuare l’operazione in due passaggi: acquistare prima dei bitcoin o degli ethereum con monete fiat dove consentito, e poi convertirli sul nostro Exchange nella moneta desiderata.

Aprire un conto su un exchange è come aprire un conto presso una banca, anche se molto più semplice. Nel farlo, bisognerà però sempre preliminarmente adottare alcuni accorgimenti per rendere più sicuro il proprio investimento, come ad esempio non tenere mai troppe riserve sul conto dell’exchange, il cosiddetto Hot Wallet, ma trasferire di volta in volta dal proprio portafoglio all’exchange le somme destinate agli investimenti e poi riportare le risorse nel proprio portafoglio (Visita questa pagina per una breve guida alla gestione del portafoglio digitale).

Comprare Bitcoin su un Exchange

Uno degli Exchange più noti in assoluto è Coinbase, piattaforma nata nel 2012 in California e fondata da Brian Armstrong e Fred Ehrsam. In pochi anni, la società è cresciuta fino a un milione di utenti e  ha anche stretto partnership con importanti leader mondiali come Overstock, Dell, Expedia, Dish Network, Time Inc., per l’accettazione di pagamenti con bitcoin.

Coinbase ha inoltre dato la possibilità di accettare pagamenti in bitcoin alle tradizionali compagnie già esistenti quali Stripe, Braintree e PayPal. Sul sito, che consente di comprare e vendere un numero limitato di criptovalute (Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin) le tempistiche di accredito del denaro sono diverse, con la carta è quasi istantaneo mentre con il bonifico bancario ci vogliono all’incirca 3/4 giorni lavorativi. Grande fattore di forza del sito è la sicurezza, mentre punto dolente è invece quello riguardante le Commissioni, mediamente elevate.

Fare trading in Bitcoin con Binance

https://www.binance.com

Da segnalare infine l’importanza sempre più rilevante assunta nel settore dalla piattaforma cinese Binance, divenuto in pochi mesi il più grande exchange di criptovalute al mondo, con oltre 6 miliardi di dollari di attività scambiate in un periodo medio di 24 ore (Visita questa pagina per avere una panoramica completa

delle guide ai singoli exchange).

Comprare Bitcoin da Kraken

Gode di buona fama nei giudizi dei media indipendenti Kraken, altra piattaforma di riferimento che garantisce ai suoi utenti elevati standard di sicurezza e una gestione degli ordini di alto professionale (prevede ad esempio lo stop-loss).

La società, che è attiva dal 2011 ed è oggi il maggiore Exchange per gli scambi di Bitcoin in termini di volume e liquidità in euro, ha tra i vantaggi una elevata liquidità e commissioni basse e operazioni a margine, mentre tra i contro segnalati ci sono ad esempio occasionali problemi di uptime.

Facile e immediata la procedura di creazione del nuovo profilo, veloce la verifica dei documenti, non elevati i costi commissionali non elevati con bonifico SEPA in fase di prelievo (le commissioni sono viceversa un pò elevate se si utilizza l’EUR Bank Wire Deposit).

Comprare Bitcoin da Bitpanda

Altri exchange europei che godono di una certa popolarità sono infine Bitpanda, una piattaforma austriaca nata nell’ottobre del 2014 e molto semplice e veloce da utilizzare, ma che ha costi commissionali leggermente più alti (2%) rispetto ad alcuni competitor come Coinbase (1.5%);

 

BitBay, exchange polacco creato nel 2014 a Katowice da Sylwester Suszek, che si distingue per facilità e rapidità di creazione dell’account e che pratica commissioni variabili secondo il numero di transazioni effettuate, e l’olandese LiteBit.

Comprare Bitcoin pagando in contanti

Per quanto sia meno utilizzato rispetto alle piattaforme appena descritte, un altro canale che sta cominciando a prendere piede è quello che prevede l’acquisto di bitcoin in contanti, e senza alcuna forma di incontro tra il venditore e l’acquirente:  è ciò che avviene tramite gli ATM Bitcoin, degli sportelli fisici collegati alla rete che consentono di comprare Bitcoin pagando con moneta fiat.

Per chi sceglie questa forma di approccio all’acquisto, è bene tenere presente che la sigla “ATM” non deve generare l’equivoco di una identificazione con un tipico “Automated Teller Machine”, ossia con un tradizionale sportello “bancario”: gli ATM Bitcoin non sono infatti casse automatiche collegate a una banca, ma dei terminal equiparabili a dei pc che consentono di trasferire criptovalute su un wallet digitale: in alcuni casi, gli ATM Bitcoin prevedono la creazione di un nuovo portafoglio digitale per ogni singolo acquisto, in altri si possono anche conservare le criptovalute acquistate in un portafoglio già esistente.

Suggerimento: quando si crea un nuovo portafoglio digitale tramite ATM, la macchina stamperà per ogni transazione anche un “paper wallet”, ossia un codice QR o alfanumerico che include sia la chiave pubblica che la chiave privata necessarie per rivendicare la proprietà delle criptovalute in questione.

Questi dati vanno conservati con estrema cura, perché perderli equivale a perdere i propri bitcoin.

Anche se la loro diffusione è ancora relativamente scarsa, diversi operatori offrono ATM Bitcoin e il numero degli sportelli sta aumentando. Negli Stati Uniti è già relativamente più frequente trovarne nei centri commerciali e nelle stazioni di servizio, mentre per il momento in Italia il numero di ATM è ancora nell’ordine delle decine, e si trovano soprattutto nel Nord Italia. Per trovarli, si può ad esempio visitare coinatmradar.com, un sito continuamente aggiornato con la mappa mondiale e gli indirizzi degli ormai oltre 2.500 ATM visionabili Paese per Paese.

Comprare Bitcoin da privati: Localbitcoins

Da segnalare infine che esistono anche dei gruppi – uno dei più famosi è Localbitcoins – pensati per favorire i trasferimenti di bitcoin tra utenti privati, e che funzionano con procedure simili a quelle di siti come eBay, prevedendo ad esempio l’uso di feedback per la valutazione degli utenti. Tra i vantaggi di questa forma d’acquisto c’è che si può pagare nei modi più svariati (Paypal, contanti, Western Union), ma è bene in questo caso tenere presenti le cautele e le regole che valgono in generale per tutti i trasferimenti di denaro di persona.

Data la scarsità di sportelli bitcoin ancora in circolazione, altro sistema che sta prendendo piede è infine quello dei siti che permettono di acquistare via Postepay o Jiffypay o in contanti completando il pagamento in ricevitorie convenzionate (un esempio in questo senso è Bitboat), e che hanno il vantaggio dell’immediatezza ma lo svantaggio di commissioni più pesanti.

 

 

 

 

 

Come acquistare Cryptomonete anonimamente Carta ITA nel 2019 Una guida definitiva per principianti

Stai cercando di comprare Cryptocurrencies in modo anonimo? Odio senza il tuo ID foto? In questa guida cercheremo di rispondere a tutte le tue domande su come acquistare Bitcoin e rimanere anonimi.

Bitcoin non è completamente anonimo; Ogni transazione pubblicamente e può essere visibile e tracciata da qualsiasi utente con strumenti semplici come Blockchain Explorer Ci sono 3 metodi per acquistare Bitcoin in modo anonimo con denaro come LocalBitcoin o ATM Bitcoin. Inoltre, ci sono luoghi che richiedono una minima identificazione e non necessariamente la tua vera identità, come BitQuick.

In questa guida elencherò 3 passaggi per acquistare bitcoin e altre criptovalute anonime e senza carta d’identità;

Localbitcoins.com

Puoi utilizzare LocalBitcoins per trovare qualcuno disposto a vendere Bitcoin in contanti vicino alla tua posizione. È possibile utilizzare un indirizzo email di alias per registrarsi a LocalBitcoins e il processo di identificazione di verifica che hanno è facoltativo. Quando si utilizza denaro contante è facile rimanere non rintracciabile in quanto non esiste documentazione per la transazione.

Visita il sito web localbitcoins.com

BitQuick

BitQuick è una semplice piattaforma Bitcoin che consente ai clienti di acquistare o vendere facilmente Bitcoin utilizzando contanti o trasferimenti SEPA. Il processo è semplice: … Gli acquirenti inviano al venditore un’immagine della ricevuta: il venditore verifica che i fondi siano stati ricevuti. I venditori rilasciano le monete dal servizio BitQuick’sescrow.

È necessario un numero di cellulare,

ma è richiesta la verifica dell’ID.

ATM Bitcoin

Questo è uno dei modi migliori per acquistare Bitcoin in modo anonimo con denaro contante … Puoi andare al tuo bancomat Bitcoin più vicino e comprare Bitcoin dallo sportello automatico usando contanti. Quando Atm ha chiesto di inserire il tuo indirizzo Bitcoin, specifica che non ne hai uno – nella maggior parte dei casi questo genererà un nuovo indirizzo cartaceo per te. Quindi puoi importare la chiave privata dal portafoglio di carta e inviare quei Bitcoin dove preferisci.

Il Re indiscusso delle Crypto

Allora, …ricapitoliamo:

– Le criptovalute sono nate dal bitcoin

– Il bitcoin è nato dall’organizzazione Satoshi Nakamoto

– L’organizzazione Satoshi Nakamoto è nata da un’ideale.

Analizziamo:

– Se fosse stato un ideale SPECULATIVO, non era necessario che l’organizzazione restasse anonima così a lungo e sarebbe già venuta a galla al fine di poter speculare ancora di più!

– L’organizzazione è rimasta anonima perché ha un altro IDEALE, che non è quello speculativo (tipo quello che la maggior parte crede di aver “capito”, …fare soldi e diventare ricchi)

– L’organizzazione si è sempre mossa tramite UN SOLO PSEUDONIMO: Satoshi Nakamoto, che NON HA LASCIATO TRACCE a parte quelle volute.

– Dato che è IMPOSSIBILE non lasciare tracce in Internet (soprattutto se ti si mette alle calcagna l’FBI e molteplici altre “Istituzioni” che hanno ogni mezzo disponibile per riuscire a rintracciare CHIUNQUE, significa che PER FORZA Satoshi doveva SAPERLO PRIMA DI INIZIARE, che non doveva lasciare tracce, perché se l’avesse volute cancellare solo dopo aver iniziato, non sarebbe MAI riuscito a cancellarle.

– È più che evidente L’INTENZIONE PREMEDITATA di non lasciare tracce ancora prima di iniziare. Quindi un ragionamento A MONTE di tutta questa storia.

– Satoshi ha usato il provider GMX per mantenere l’anonimato, Esattamente nel periodo in cui tutti i provider non avrebbero più per legge potuto tenere anonimi gli utenti, a parte GMX per oltre 1 anno dalla prima Email di Satoshi. Come faceva a sapere che proprio GMX e soltanto GMX sarebbe rimasto realmente anonimo per un’altro anno? Non poteva andare “a caso”. Doveva avere per forza una fonte di informazioni SICURA che glielo garantisse. Ed ecco dove nasce la “certezza” che si tratta di un’organizzazione e non di un banale sviluppatore che un bel mattino s’è alzato dopo essersi sognato il Bitcoin e la Block Chain (ai tempi non si scriveva attaccato …blockchain come ora, giusto una piccola curiosità per chi non lo sa).

– Nelle Email, Satoshi ha più volte lasciato intendere che non era soltanto un semplice “sistema di pagamento contro la doppia spesa” (come scritto nel White Paper), ma un SISTEMA DI DECENTRALIZZAZIONE DEI MONOPOLI FINANZIARI. Ovviamente ci è andato molto CAUTO e non ha mai lasciato intendere di essere un “rivoluzionario”… Se l’avesse fatto, l’avrebbero fermato subito. Trattandosi di un sistema contro la “doppia spesa” e la mediazione di parti terze, nessuno gli ha detto nulla e nessuno l’ha mai cercato nonostante fosse anonimo. E qui viene da chiedersi per quale motivo avrebbe dovuto optare per l’anonimato, se poteva tranquillamente operare alla luce del sole. Infatti di tentativi di creare “MONETE DIGITALI” ce ne sono state un sacco! E nessuna era ANONIMA! Ma come abbiamo ormai potuto dedurre, lo doveva sapere già prima che non doveva lasciare tracce per dopo! Quindi …AVEVA IN MENTE “QUALCOSA”! E non soltanto di creare una moneta digitale contro la doppia spesa e l’intermediazione da parte di terzi.

Devo cercare di non dilungarmi, anche se continuerei a scrive centinaia di altre cose importanti al fine di avere la “certezza” che si tratti di una ORGANIZZAZIONE e non di uno “sviluppatore solitario”…

Perché è così IMPORTANTE capire se è uno sviluppatore solitario oppure un’organizzazione?
Perché se è un’organizzazione è certo che non può essere morto e che è ancora attiva (anche nel caso qualche elemento dell’organizzazione fosse nel frattempo morto).

Ma perché è così IMPORTANTE CAPIRE che è un’organizzazione e che AGISCE ANCORA IN MODO ANONIMO DIETRO LE QUINTE (anziché essere uno sviluppatore ormai morto? (dato che non ha spostato ancora i suoi bitcoin).
PERCHÈ SE È COSÌ, ALLORA L’ORGANIZZAZIONE CONTINUERÀ A PERSEGUIRE IL PROGETTO CHE HA INIZIATO!

Che importanza ha tutto questo per noi?
Se c’è un’organizzazione dietro che opera (ancora adesso grazie all’anonimato, potendosi spostare, infiltrare ovunque, e potendo potenzialmente “CONDIZIONARE” qualsiasi criptovaluta, fino addirittura ad avere magari membri all’interno del sistema bancario… Allora c’è da fare una piccola riflessione:

– È meglio far finta di non aver capito le vere intenzioni e i veri ideali per cui è nato il bitcoin (in modo da usare le blockchain per fare tutt’altro, tipo SPECULARE o controllare intere reti attraverso NUOVI MONOPOLI FIAT, oppure è meglio iniziare a capire che forse la maggior parte di noi dovrebbe iniziare a VALUTARE UN PO’ PIÙ A FONDO LA VERA NATURA DEL BITCOIN?

———–

Beh, scusate la lunghezza di questo post, ma non è per nulla facile scrivere tutte queste cose in un modo sintetico, ma altrettanto chiarificante.

Magari sono soltanto un povero pianista scemo che sogna di rendere il mondo un po’ migliore, trasformando l’attuale potere finanziario MARCIO e CORROTTO in un potere decentralizzato in cui nessuno ha più la possibilità di monopolizzare LA VITA DELLA GENTE attraverso il sistema monetario… Ma per quanto io possa rifletterci e tornare a rifletterci mille volte al giorno, non vedo perché non dovrei essere così “scemo” da desiderare che ciò accada sul serio!

E quindi, desidero condividere con voi (parlo di quelli che non sono ancora marci fino al midollo e malati di avarizia, potere, dominio e soldi!) un IDEALE. Lo stesso ideale che in realtà sta nell’anima del bitcoin e di tutti coloro che si chiamano SATOSHI NAKAMOTO.

Buona riflessione a tutti.

PS: Grazie per esserti preso/a il tempo di arrivare fino in fondo.

per conoscere il Bitcoin se non ne hai mai sentito parlare entra qui:

Bitcoin

 

Scrivo queste cose, perché sono convinto che dobbiamo difendere l’unica piccola e reale opportunità che abbiamo in questo periodo storico, per liberarci dalla schiavitù e dalle catene che ci legano così inequivocabilmente al sistema “dio-denaro” monopolizzato dalla FED & Co. E dico “DIFENDERE”, perché è sempre più evidente che il “sistema” stia cercando di impossessarsi di questo strumento per rigirarlo a proprio favore e dopo averlo reso proprio (ovvero dopo averlo RUBATO a noi!), potrebbe sia impedirci per altri 2000 anni di liberarci dalle sue catene, sia rendere quelle catene ancora più forti e resistenti.

Non mi aspetto certo che “tutti gli schiavi” sappiano di essere schiavi, perché ovviamente la manipolazione mentale è troppo radicata nei circuiti neuronali da potersi aspettare che un uccellino in gabbia, che riceve un posto in cui vivere al caldo e cibo quotidiano (per quanto pessimo possa essere), si ritenga un “oggetto di piacere o di sottomissione” per il proprio padrone e perciò auguro a questi uccellini di godersi la loro gabbietta per tutta la loro vita. Però mi aspetto che una piccola minoranza di PERSONE intelligenti e sensibili, trovino un punto di riferimento nel SAPERE CON CERTEZZA che non sono e non saranno da sole, nella costruzione di una piccola realtà PARALLELA, con cui uscire dalle gabbiette strette e costruire i propri nidi liberamente, grazie ad un sistema parallelo che gli permetta di riuscirci.

Quindi, nel totale rispetto della libertà individuale di ogni persona, di fare le proprie scelte di vita, il mio non sarà mai un attacco a chicchessia (né tanto meno al “sistema” stesso che tanto disapprovo!), bensì sempre soltanto un segnale di DISPONIBILITÀ da parte mia, per tutti coloro che come me, si sono rotti le scatole della “gabbietta dorata”, che tanto dorata più non è! e in cui il “sistema” ci costringe a restare, nell’eventualità che gruppetti di persone sparse qua e là, dovessero trovare la forza e il coraggio di volare fuori dalla loro gabbietta dorata per mettersi a costruire LA PROPRIA LIBERTÀ VERA! …Per quanto anche dura possa sembrare a prima vista.

 

 

il mio pensiero Satoshi-Rockefeller

 

Sta per cominciare la guerra digitale

tra cracker e hacker.

I cracker dalla parte delle banche, gli hacker dalla parte delle crypto.

Potrebbe essere ricordata in futuro come la “crypto-fiat war”

Cointmr Bitcoin GIF - Cointmr Bitcoin Anyone GIFs

 

Si parla sempre solo di “hacker”, anche quando si tratta di “cracker”. Perché i media amano attaccare gli hacker quando i cracker compiono atti criminali usando la tecnica degli hacker. Media pagati dai poteri forti che sono i nemici numero 1 degli hacker.

Gli hacker, quelli “veri”, non compiono mai atti criminali, poiché tengono fede alla cosiddetta “etica hacker” che riconosce hacker solo chi si riconosce in questa etica.

I cracker sono degli hacker che non tengono fede a questa etica, non sono riconosciuti come hacker dalla cosiddetta “elite degli hacker” e sono al soldo di criminali che li inneggiano (spesso attraverso il dark web), o al soldo delle aziende per spionaggio aziendale, o al soldo delle banche e dei poteri forti, per manipolazioni mediatiche di massa.

Cosa c’entrano hacker e cracker con le criptovalute?

Giocheranno un ruolo fondanentale fra i poteri forti centralizzati (che controllano le banche centrali) e l’organizzazione Satoshi Nakamoto, idealizzata come visone di decentralizzazione del monopolio finanziario detenuto dai cosiddetti poteri forti. Entrambe le parti si attaccheeanno a vicenda, seppur per scopi totalmente diversi. Ciò avvierà una pseudo-guerra informatica sempre più consistente.

Bitcoin GIF - Bitcoin GIFs

Secondo la mia personale analisi, i poteri forti (in questo caso abbinati alle grosse banche che in passato hanno già speculato sulle crypto), stanno spostando “crypto-fondi” nei wallet dei loro cracker, al fine di farsi proteggere dagli hacker. Poiché vedo il recente messaggio di satoshi nakamoto, come un chiaro messaggio alle banche che si stanno organizzando per bakkt.

Bitcoin Wave GIF - Bitcoin Wave Barrel GIFs

essendo un’organizzazione, satoshi nakamoto non può essere un singolo individuo. Chiunque faccia parte dell’organizzazione é satoshi nakamoto. Allo stesso tempo, chiunque si identifichi come satoshi nakamoto, é satoshi nakamoto, a patto che si identifichi nell’ideale che satoshi nakamoto rappresenta. Non ha nessun senso cercare di sapere “chi é” satoshi nakamoto, perché satoshi nakamoto é divenuto un IDEALE dal momento stesso in cui la persona o le persone fisiche che usavano le email intestate a satoshi nakamoto, hanno scelto l’anonimato e di non agire come “persone fisiche”.

Già chi ha “hackerato” la prima volta l’account, era parte dell’organizzazione, o una “persona fisica” che volutamente si é IMMEDESIMATA nel ruolo e nell’ideologia figlia di satoshi nakamoto.

Anche se un giorno dovessero essere svelate le persone fisiche che hanno dato origine all’ideologia “satoshi nakamoto”, quelle stesse persone non sarebbero satoshi nakamoto. Al massimo potrebbero essere la “mamma” di satoshi nakamoto.

Comunque l’account può essere stato violato (ammesso che si possa parlare di violazione), soltanto tramite il consenso (diretto o anche indiretto) dell’organizzazione satoshi nakamoto.

Hodl Bitcoin GIF - Hodl Bitcoin Cryptocurrency GIFs

So bene che i “discorsi ideologici” vengono quasi sempre banditi dalla società, sia per paura (il più delle volte sicuramente lecita e condivisibile), sia per ignoranza o complicità (quando si tratta di ideologie anti-sistema), resta il fatto, che da che mondo é mondo, sono sempre state le ideologie a muovere le masse verso i cambiamenti, e mai le imposizioni dei poteri forti che le hanno sempre sodomizzate fin dalla notte dei tempi in cui il primo antenato della famiglia Rockefeller (lo dico con sarcasmo, ovviamente), si fece intagliare la prima CLAVA da qualche antenato di Draghi .

Bitcoin Bear GIF - Bitcoin Bear Market GIFs

inoltre é abbastanza scontato che almeno il 90% di chi legge quello che sto scrivendo, se la rida o crede di leggere solo delle idiozie. Altrimenti, se non fosse così, significherebbe che non é vero che quel 90% di persone non abbia capito
la vera natura del Bitcoin e i messaggi di satoshi nakamoto.

Però, basta leggere attentamente i messaggi di satoshi nakamoto, per capire la vera natura del Bitcoin. E questo é un fatto, non un’opinione.

Di conseguenza, se 1+1=2, allora quel 90% di persone che é fermamente convinto che Bitcoin sia stato creato per mera speculazione finanziaria, o non ha mai letto i messaggi di satoshi nakamoto (e in questo caso si tratterebbe di semplice ignoranza), oppure non li ha presi sul serio (e in questo caso si tratterebbe di menefreghismo che non vuole prendere atto di un fatto).

A questo punto, dato il “FATTO” (satoshi nakamoto che crea la Blockchain per decentralizzare il monopolio finanziario sul sistema monetario centralizzato), dato il “BITCOIN” (satoshi nakamoto che crea un sistema monetario non troppo anti-sistemna, al fine di passare abbastanza inosservato come un qualcosa di “non pericoloso” e comunque “controllabile”), e dato LO SVILUPPO CONCRETO che la Blockchain e Bitcoin hanno comunque avuto in poco tempo (10 anni non sono molti, se servono a dare il via a una rivoluzione economica e finanziaria di questo genere!), ne consegue che sia da una parte che dall’altra (poteri di monopolio e ideologia di libertà), presto o tardi si schiereranno milioni, se non miliardi di persone.

É solo questione di tempo. Il fenomeno si é già avviato (che piaccia o no, che lo si voglia accettare o no), e nessuno è più in grado di poterlo fermare.

Dato che é molto poco probabile che chi ha detenuto tale monopolio fino ad ora, abbia intenzione di mollarlo, pensare che gli eventi che ne conseguiranno possano in qualche modo evolversi in modo pacifico e tranquillo, è equiparabile al credere che quando uno sulla spiaggia intravede un grosso zunami in arrivo, creda di poterlo tranquillamente affrontare solo perché ha già imparato a nuotare da tanto.

Esiste qualcosa a supporto di tutto questo

che stai leggendo???

SI! Milioni di anni di storia della nostra umanità, pieni zeppi di guerre e rivoluzioni intraprese dalle popolazioni oppresse dai poteri forti (re, regimi e dittatori) che per decenni o secoli sono riusciti a controllare in qualche modo “le pecorelle”, ma che a un certo punto della storia i Satrapi sono finiti avvelenati, infilzati da una spada, o appesi a testa in giù da una massa infuriata di persone stanche di sottostare a tali oppressioni. Ovviamente anche tutte quelle masse, per decenni o secoli, facevano fatica a capire di essere realmente oppresse, al punto di essere vittime della cosiddetta sindrome di Stoccolma…

Christmas Xmas GIF - Christmas Xmas Crypto GIFs

___________________________________________________________________________

 

 

Scopriamo che cosa è l Halving di Bitcoin

Cos’è l’ Halving e come funziona

 

 

Oggi parleremo di un evento che si verifica nella rete Bitcoin e che accade solo ogni quattro anni. La quantità di nuovi bitcoin creati e guadagnati dai minatori con ogni nuovo blocco di transazioni sta per essere dimezzata. Questo fa parte della politica monetaria trasparente e prevedibile di bitcoin, che può essere verificata nel codice sorgente disponibile nel repository GitHub di Bitcoin Core.

Quando si verificano questi tipi di cambiamenti nel tasso di inflazione del bitcoin, è noto come un evento dimezzato.

L’ultimo Halving è avvenuto a luglio 2016, oggi quindi la quantità disponibile è di 1800 Bitcoin al giorno. Il prossimo Halving sarà nel 2020 e ogni giorno ci saranno 900 Bitcoin disponibili.

Perché i minatori ricevono nuovi Bitcoin?

Prima di entrare negli effetti del dimezzamento dei bitcoin, è importante capire alcune delle basi del mining bitcoin. Quando qualcuno crea una nuova transazione Bitcoin, viene inviata a tutti gli altri nodi della rete, compresi quelli che stanno contribuendo al processo di mining. Queste transazioni sono raccolte e archiviate localmente mentre i minatori stanno anche lavorando su un puzzle di sorta, che richiede un sacco di potenza di calcolo per risolvere. Se un minatore risolve il puzzle prima di chiunque altro, guadagna la possibilità di pubblicare il nuovo blocco di transazioni sul blockchain pubblico e raccogliere un premio di 25 bitcoin fino al 2016 mentre oggi 12,5 (25 dal 2012 al 2016; 12,5 dal 2016 al 2020) più eventuali commissioni di transazione.

Il processo di estrazione mineraria è il genio della creazione di Satoshi Nakamoto. I minatori essenzialmente hanno il compito di risolvere il puzzle che accompagna ogni nuovo blocco di transazioni. La capacità di risolvere quel puzzle dimostra al resto della rete che il minatore spende denaro su varie risorse (hardware, elettricità, ecc.) E si è guadagnato il diritto di estrarre un blocco. Il minatore è disposto a spendere soldi per quelle risorse in cambio della possibilità di ricevere un premio di blocco.

Essenzialmente, i minatori possono guadagnare un profitto facendo in modo che il costo delle risorse che vanno a calcolare la soluzione del puzzle sia inferiore ai premi denominati in bitcoin che ricevono attraverso il processo di mining.

Cosa significa l’halving per i minatori Bitcoin?

Quindi, con la ricompensa del blocco che si divide in metà da 25 a 12,5 bitcoin, (25 dal 2012 al 2016; 12,5 dal 2016 al 2020) sembra ovvio che alcuni minatori presto opereranno in perdita. Cosa succede se un minatore sta operando in perdita per un lungo periodo di tempo? Nella maggior parte dei casi, spengono le loro apparecchiature.

Alcuni, come l’amministratore delegato di Coinbase, Brian Armstrong, si sono chiesti se il dimezzamento dell’evento potrebbe portare a uno scenario da giorno del giudizio in cui un improvviso calo dell’hardware (la quantità di potenza di calcolo sulla rete Bitcoin) porta a una più lenta conferma delle transazioni, che poi porta a un prezzo in bitcoin più basso, che porta a un numero ancora maggiore di minatori che spengono le loro apparecchiature, e quindi il ciclo continua.

La stragrande maggioranza della comunità mineraria bitcoin non sembra preoccupata per il dimezzamento dell’evento. Bitcoin Magazine ha recentemente condotto interviste con diversi rappresentanti della comunità mineraria, tra cui Jihan Wu di Bitmain e Valery Vavilov di BitFury, e tutti sono ottimisti sul dimezzamento. Detto questo, la maggior parte di loro crede che ci sarà un piccolo calo nel hashrate della rete.

È interessante notare che è probabile che i minatori riceveranno una ricompensa per block denominata in USD più grande dopo il dimezzamento rispetto a quello precedente. Anche se il numero di bitcoin inclusi in un premio del blocco sta per essere dimezzato, il prezzo del bitcoin è più che raddoppiato nell’ultimo anno.

 

Proteggi i Tuoi Bitcoin,

+ 40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

e comandi Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Cosa significa questo per il prezzo Bitcoin?

Molti appassionati di bitcoin sono convinti che il dimezzamento avrà un impatto estremamente positivo sul prezzo del bitcoin ed è vero che il prezzo del bitcoin è aumentato in modo sostanziale nelle settimane precedenti il ​​calo del premio del blocco. Se questo aumento continuerà il post-dimezzamento è in discussione.

Se notiamo, a luglio 2016 bitcoin valeva 650 dollari, per arrivare poi a fine 2016 a circa 950 dollari per poi nel 2017 prendere davvero la rincorsa!

E quindi cosa succederà nel 2020 con il prossimo Halving?! Bitcoin salirà alle stelle?!

Spero che questa mia guida ti sia stata utile e se così fosse torna a trovarci e seguire il nostro blog, se vuoi puoi anche fare una donazione in:

Bitcoin:

1D5yCNWBeBpDEVVY52XrwY8kHrJQykgHdM

Ethereum :

0x55eE853F76Ae3a525B6ce5a3a5b0688238539bBE

Litecoin :

LhSC4ebQXZH2XM94Cp9Vk1UHWT5ur6pYTA

Grazie,

Emanuele

Proteggi i Tuoi Bitcoin,

+ 40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

e comandi Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

 

 

Un po’ di Dati per capire

chi è il RE del Mondo….

Fermare BITCOIN è come fermare Internet
è matematicamente impossibile, finchè esisteranno 2 computer nel mondo che comunicano fra loro, internet non cesserà mai di esistere.

Essendo Bitcoin una Moneta “Peer To Peer” ovvero scambiabile da persona a persona, senza intermediari manipolatori, Stati, banke, Satrapi…. è come mettere una mano nel fiume PO’ e pretendere di fermarne il corso d’acqua !!!

Bitcoin è presente sui Satelliti….
dovesse scoppiare il mondo,

Bitcoin resterà in VITA !!!

Teneteli ben Stretti,

non fatevi condizionare da persone ignoranti !!!

Lo sapevi che le banke sono proprietarie

del Tuo Denaro ???

Scopri qui l’articolo di legge 1834

 

Se confido in questa Tecnologia, me la tengo stretta !

 

Dove viene utilizzata la Tecnologia

che sta dietro al Bitcoin ???

-Contratti Intelligenti

– Transazioni Monete

– Conservazione Dati

– Sanità

– Votazioni

– Sicurezza…

Il tutto non manipolabile dall’uomo,

perchè se una persona cambia i dati di un computer,

dovrebbe cambiare i dati di tutti i computer del mondo,

nello stesso istante in cui ne cambia uno,

è un operazione insostenibile economicamente,

nessun uomo sulla terra, può permettersi di farlo.

Esiste un Corso gratuito in formato Digitale PDF

di Andreas M. Antonopoulos

Scaricabile QUI

mi raccomando , Informati, studia,

cerca di capire il cambio di paradigma

che sta avvenendo, una vera e propria Rivoluzione .

Bitcoin Distruggerà il Malefico….

Le persone potranno finalmente Vivere una Vita

Dignitosa senza essere schiavi del vecchio sistema.

Cosa succede all’economia con l’entrata di Bitcoin nelle borse valori del mondo ?

Video

Proteggi  i  Tuoi  Bitcoin, +  40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

  e  comandi  Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet




 


Le correzioni Storiche del Bitcoin ,

ogni anno ha perso molto guardate che robba !!!

Basti osservare la colonna High PRICE !!!

 

Confronto delle transazione

effettuate tra vari Canali in termini di tempo.


Vuoi avere dei Profitti

nel mondo Bitcoin ??? 

Scopri il Mining e

Robot Automatizzati QUI

Per avere assistenza manda un messaggio

su Telegram   QUI    @emanuelefly

 

oppure Prenota direttamente da QUI :

https://emanueledinicola.youcanbook.me

Ledger Nano S - The secure hardware wallet




 




 

Bitcoin English

 

Blockchain  &  cryptocurrency

education for the world

What Is Bitcoin

 

 

How Does Blockchain Work?

https://www.coinbase.com/join/585ce3d3cf0ab273382628d2

What is Mining?

Keeping your private keys secure

Wallets Online and Offline

Protect  Your  Bitcoins,

+ 40 Crypto …
with  the  external  key,
and  Manual  commands

https://www.ledger.com?r=b26e514d803b

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Build your Wallet in Coinbase,

the world’s largest user

and capitalization platform.

Crypto

—–>>>>> CLICk  Here <<<<<—–

 

Entra nel mio gruppo   :
 https://t.me/joinchat/CdttDRJAxsf1F9I5SkyYcA

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●
?Non rischiare di venir hackerata, dotati di Ledger nano s:
      https://www.ledger.com?r=b26e514d803b

?bonus 8 € Acquista facilmente bitcoin su Coinbase :
https://www.coinbase.com/join/585ce3d3cf0ab273382628d2

?Exchange consigliato- Binance:
       https://www.binance.com

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●
? Donazioni   ( Se qualcuno volesse fare il pazzo- C.bas )

BITCOIN  Adress –
1D5yCNWBeBpDEVVY52XrwY8kHrJQykgHdM
Litecoin Adress –
LhSC4ebQXZH2XM94Cp9Vk1UHWT5ur6pYTA
ETH Adress –
0x55eE853F76Ae3a525B6ce5a3a5b0688238539bBE
BCH  adress –
qp6g3ayuhve84t99ust050egw9uufhxyvu307j8pgd
POL.
Dash Adress –
XirLpXRheTWT47yca6f1yENQqEnwKv4ryX
Zcash Adress
t1PA4QdSFMu3g79Q4qvBG8J9qM1zxVzrXQY

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

⚡ Consulenze private —
dinicolaemanuele  [AT]  gmail.com

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

?Libri consigliati: bitcoin mastering:

http://amzn.to/2ByyQvU

The age of Cryptocurrency: http://amzn.to/2BzM9wd
Blockchain revolution: http://amzn.to/2DvuN0A

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

♨️Social:
-Facebook :
       http://www.facebook.com/flypara
-Sito Web    :
 www.emanueledinicola.eu
Youtube   :

https://www.youtube.com/user/DiNicolaEmanuele/videos
Twitter     :

 https://twitter.com/emanuelenetwork

Linkedin   :

 https://it.linkedin.com/in/emanuele-di-nicola-59209176

G-PLUS    : https://plus.google.com/u/0/107578314736565336857

CHAT – Telegram :

https://t.me/joinchat/CdttDRJAxsf1F9I5SkyYcA

Telefono – WhatsApp – Telegram :

@emanuelefly
348  322 15 91

 https://whatsapp.com/dl/
-skype: emanuele.dinicola
https://t.me/emanuelefly

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

 

 

Le Prime Top 100 Cripto con Prodotti Funzionanti

Lista delle Criptovalute con “prodotti funzionanti” nella Top100 per capitalizzazione di mercato

Se non hai incontrato almeno una manciata di persone che sono ciniche riguardo allo stato dell’industria della blockchain e che pensano che la maggior parte siano per lo più truffe e piramidi finanziarie, beh … probabilmente non sei in questo ambiente da molto.

Abbiamo ricercato le prime 100 criptovalute (per capitalizzazione di mercato) nel tentativo di scoprire quante di loro avevano effettivamente prodotti funzionanti che forniscono un valore reale. La stessa ricerca fatta nel 2017 potrebbe aver dato risultati davvero scoraggianti ma, anche ora, i risultati non sono esattamente stellari.

Al momento della stesura di questo articolo, solo 36 delle prime 100 criptovalute hanno prodotti funzionanti .

Prima di condividere questi risultati con te, è importante definire cosa costituisca esattamente un prodotto funzionante in primo luogo.

Che cos’è un prodotto funzionante?
Considerando che i progetti blockchain sono open-source, la creazione di una blockchain di base e il suo avvio non sono operazioni così complicathei.

Durante la ricerca, abbiamo valutato lo stato di ciascun progetto, esaminato la sua roadmap, controllato la sua cronologia di rilascio e confrontato le funzionalità completate con ciò che il team promette di fornire in futuro.

Un prodotto funzionante è attivo e disponibile al pubblico. È probabile che il suo mainnet sia stato rilasciato per un po ‘di tempo, superando i numeri di versione ben al di sopra di 1,0. Le aziende e gli individui lo utilizzano quotidianamente per dapps, contratti intelligenti o transazioni in valuta digitale.

Ci sono molti progetti nella top 100 che hanno lanciato il loro mainnet e possono affermare di avere un “prodotto funzionante”. Tuttavia, abbiamo scelto di non includere progetti che non vengono effettivamente utilizzati in modo profittevole per il relativo caso d’uso, il che significa che la maggior parte delle reti mainnet recentemente avviate non soddisfano ancora i nostri criteri.

In altre parole, la semplice esistenza di un prodotto non significa necessariamente che il prodotto funzioni. Dopotutto, una fondazione sta davvero facendo qualsiasi lavoro quando non c’è peso su di esso? Allo stesso modo, una piattaforma dapp in cui è presente un mainnet ma che non ha alcune note importanti su di esso non è considerata “funzionante” da questo criterio.

Non c’è dubbio che molte persone leggeranno questa lista, scopriranno che manca il loro progetto preferito, e poi lasceranno un commento, “E il progetto XYZ?!?!?”. Apprezziamo questo feedback, poiché è del tutto possibile che alcuni progetti abbiano utenti più forti basi di quelle indicate nella documentazione prevalente su di loro.

Tuttavia, se ritieni di aver trovato un errore, ti chiediamo di fornire fonti di supporto per tale richiesta in modo che possiamo valutare la sua validità.

Iniziamo:


▶️ Bitcoin (BTC)

Bitcoin è la criptovaluta che ha iniziato tutto nel 2009, dopo che la crisi finanziaria globale ei successivi salvataggi di banche hanno lasciato molte persone private della libertà sindacale con una moneta legale e un’infrastruttura finanziaria obsoleta e insicura.

Oggi, Bitcoin viene utilizzato per pagamenti peer-to-peer in tutto il mondo. Oltre a ciò, tuttavia, sta aprendo la strada verso un futuro in cui la tecnologia finanziaria è affidabile, sicura, resiliente e resistente alla censura. Senza Bitcoin, questa lista non esisterebbe.

▶️ Ethereum (ETH)

La piattaforma che ha portato contratti intelligenti alla blockchain, spronando una piccola rivoluzione nell’ecosistema della criptovaluta. Prima di Ethereum, Bitcoin e il suo design orientato alle transazioni erano al centro della maggior parte dei progetti blockchain.

Dopo Ethereum, i team hanno visto il valore delle app decentralizzate (dapps) e dei contratti intelligenti, e hanno spostato l’attenzione per compensare.

Il whitepaper di Ethereum di Vitalik Buterin è stato pubblicato alla fine del 2013. Il progetto stesso è stato annunciato a gennaio 2014, con un crowdsale il luglio seguente. Il sistema è ufficialmente attivo a luglio 2015.

Da allora, centinaia di aziende, privati ​​e progetti blockchain hanno adottato Ethereum come piattaforma principale di contratti intelligenti.

▶️ Ripple (XRP)

Ripple si concentra principalmente su una cosa: transazioni internazionali rapide ed economiche.

L’attuale infrastruttura bancaria non è riuscita ad evolversi nel XXI secolo, tanto che sono necessari in media 3-5 giorni lavorativi per l’elaborazione di un trasferimento internazionale. Con soli 4 secondi di transazione e ad una frazione del costo di un bonifico bancario, il prodotto operativo di Ripple sta già influenzando il settore bancario.

Il grande colpo contro Ripple è che il suo token nativo, XRP, è completamente inutile. In effetti, guidare l’adozione delle soluzioni bancarie di Ripple è molto più facile che ottenere l’adozione del mondo reale per XRP.

Se sei interessato a vedere una discussione su come si verificherà l’adozione di XRP, potresti trovare questo thread reddit degno di essere letto. Nel frattempo, tutti noi dovremo solo aspettare e vedere se alla fine le strategie di adozione di XRP giungeranno a buon fine.

▶️ Bitcoin Cash (BCH)

Bitcoin Cash è stato creato nel 2017 quando ha avuto luogo la prima forchetta dura del blockcoin Bitcoin. La divisione è stata il risultato del riempimento dei blocchi da 1 MB di Bitcoin. Le velocità di transazione stavano diminuendo, le tasse aumentavano e divenne chiaro alla comunità che il modello attuale non era sostenibile per il ridimensionamento.

In una mossa che ancora causa continui scontri di criptovaluta, Bitcoin e Bitcoin Cash sono presto emersi come progetti separati ma simili. BCH ha 8 volte la dimensione del blocco di BTC, fornendo circa 8 volte il throughput della transazione. Le sue tasse e tempi di transazione sono molto più veloci, come previsto.

Ulteriori informazioni su Bitcoin vs Bitcoin Cash .

▶️ Stellar (XLM)

Il progetto Stellar e il relativo token Lumens (XLM) sono stati biforcati dal protocollo Ripple nel 2014. Da allora Stellar è diventato un sistema di connessione blockchain per le transazioni fiat tra banche, sistemi di pagamento e persone. Stellar è veloce e affidabile e funziona praticamente senza costi per l’utente finale.

Stellar è un sistema di pagamenti, il che significa che il suo compito è di spostare denaro nel modo più efficiente possibile. Le partnership con banche e istituzioni finanziarie sono state fondamentali per valutare il suo status, così come lo è stata la possibilità di inviare denaro tramite la rete.

Diverse entità non profit e commerciali hanno accettato di utilizzare Stellar come parte della loro infrastruttura finanziaria. Recentemente, il team ha collaborato con IBM e KlickEx per facilitare le transazioni transfrontaliere nel Sud Pacifico e ha annunciato un’affiliata con Keybase per ottimizzare le transazioni internazionali.

Stellar ha anche progetti in fase di realizzazione sulla sua rete da parte di importanti entità consolidate. La divisione blockchain di IBM utilizza XLM per l’infrastruttura di pagamento, ad esempio, e l’avvio di Veridium sta lavorando con entrambe le organizzazioni per ottimizzare il proprio mercato dei crediti di carbonio.

▶️ Litecoin (LTC)

Litecoin è una forcella Bitcoin creata nel 2011 da Charlie Lee come alternativa più economica e più veloce (2,5 minuti invece di 10) a Bitcoin. Questo si ottiene principalmente perché Litecoin usa un algoritmo di hashing Scrypt invece dell’algoritmo SHA-256 usato da Bitcoin. È comune sentire Litecoin chiamato “argento digitale” per “l’oro digitale” di Bitcoin, e in realtà Litecoin non si espande in modo significativo sulla funzionalità di Bitcoin in modo significativo tanto quanto fa diversi compromessi.

Detto questo, riesce ad essere meno costoso e più veloce da usare rispetto a BTC, il che ha portato ad essere accettato da centinaia di commercianti e rendendo così Litecoin una delle criptovalute più utilizzate per i pagamenti digitali.

▶️ Tether (USDT)

Tether è un progetto insolito. Mentre la maggior parte delle criptovalute aumentano e diminuiscono di valore, Tether è stato progettato per rimanere lo stesso, fissato con un rapporto 1: 1 con il dollaro USA.

Ciò consente agli utenti di archiviare, inviare e ricevere valute digitali su piattaforme diverse senza incorrere in perdite significative a causa di fluttuazioni di valore.

La moneta stabile di Tether sembra diretta, ma il progetto non è privo di controversie. L’USDT è presumibilmente supportato da un vero USD seduto su un conto bancario. Ma in quale account? Chi lo controlla? E il Tether viene usato per manipolare il valore di Bitcoin? Fa tutto parte della controversia di Tether .

▶️ Monero (XMR)

Rilasciato nel 2014 come un fork di Bytecoin, Monero si è fatto un nome come la più famosa moneta per la privacy sul mercato.

La maggior parte delle criptovalute offre poco sotto forma di anonimato. Monero è stato costruito per la privacy dal basso verso l’alto, con indirizzi stealth, firme ad anello e completa fungibilità delle monete. Tutto ciò si aggiunge a un manto quasi perfetto dell’anonimato, che consente agli utenti Monero di condurre transazioni senza esporre la propria identità.

Monero ha avuto una crescita costante nel corso degli anni grazie a un team dedicato di sviluppatori e una comunità attiva. Il progetto continua ad evolversi con nuove funzionalità per la privacy e una migliore sicurezza delle transazioni.

▶️ NEO (NEO)

NEO è stata fondata nel 2014 come una delle prime piattaforme intelligenti di contratto, offrendo una vasta gamma di possibili funzionalità. Il caso di utilizzo più forte della piattaforma è la digitalizzazione delle risorse tradizionali in modo che possano essere facilmente monitorate e scambiate sulla blockchain.

Il NEO è anche noto come “Ethereum cinese” e il fatto che si tratti di un progetto basato sulla Cina sembra rendere gli sviluppatori cinesi dapp in qualche modo più propensi a costruire su di esso rispetto ad altre piattaforme.

In effetti, il NEO ha già supportato dozzine di ICO e rimane una delle piattaforme predominanti per il supporto di contratti intelligenti.

▶️ Binance Coin (BNB)

Binance Coin è un token di scambio utilizzato per ridurre le commissioni di negoziazione sulla piattaforma Binance .

Gli utenti possono scegliere di pagare le commissioni di cambio, quotazione e prelievo utilizzando BNB e godere di uno sconto del 50% su tutte le spese. Questo risulta essere un potente incentivo per acquistare e detenere BNB, in quanto a quale trader non piace risparmiare denaro sulle transazioni?

Binance Coin è un token ERC-20 che funziona sulla blockchain di Ethereum. Il suo scopo è estremamente limitato, ma poiché un numero così elevato di utenti di Binance si scambiano ogni giorno con esso, si qualifica come prodotto attivo e funzionante.

▶️ Zcash (ZEC)

Zcash è un’altra moneta della privacy estremamente popolare che spesso incrina le prime 20 criptovalute. Usa lo slogan “soldi in internet” e promette di proteggere completamente la privacy delle transazioni con crittografia a conoscenza zero.

Zcash fornisce l’anonimato proteggendo le transazioni sulla blockchain, impedendo a chiunque di vedere il mittente, il destinatario o il valore di ogni transazione. La tecnologia è così efficace che il team Ethereum sta studiando per abilitare le transazioni anonime sulla loro rete.

Zcash è cresciuta a passi da gigante nel 2018. Il team di sviluppo ha pubblicato una roadmap per l’anno 2020, che include un aggiornamento delle principali funzionalità nella versione di Sapling dell’ottobre 2018. Coinbase sta anche valutando la possibilità di elencare Zcash , che è un enorme incentivo per qualsiasi criptovaluta.

 

▶️ Qtum (Qtum)

Qtum è una piattaforma di contratti intelligenti simile a Ethereum, solo con una maggiore attenzione ai trasferimenti di valore e alle app decentralizzate. È pensato per essere un ibrido tra Bitcoin ed Ethereum, consentendo alle aziende di creare contratti intelligenti sulla piattaforma o concentrarsi solo sulle transazioni di criptovaluta.

Qtum è stato lanciato a marzo 2017 e si è diretto direttamente verso l’alto. L’offerta iniziale ha venduto oltre $ 10 milioni in token dopo soli 90 minuti. Il progetto si è differenziato fornendo una rara piattaforma di contratti intelligenti Proof of Stake progettata per compensare alcune carenze di Ethereum, inclusa la mancanza di compatibilità per i dispositivi mobili.

Qtum ha rilasciato la sua rete principale a settembre 2017, aprendo le porte a un contratto intelligente completamente funzionale e alla piattaforma dapps. Diversi progetti hanno già una presenza consolidata sulla rete. Uno dei più eccitanti è Space Chain, che mira a creare una rete satellitare open source che chiunque può utilizzare per la trasmissione, l’archiviazione e lo sviluppo dei dati.

▶️ 0x Protocol (ZRX)

Il protocollo 0x ha uno dei prodotti di lavoro più importanti nell’intero ecosistema di Ethereum. Si tratta di un protocollo open source senza autorizzazione che facilita gli scambi senza fiducia di token di Ethereum attraverso relais e dapps che si basano sul protocollo.

Non solo 0x ha fornito questa funzionalità da più di un anno a questa parte, ma ha lavorato per espandere la funzionalità del protocollo in modo significativo da quel lancio iniziale. Nel protocollo 0x 2.0 e oltre, sarà possibile scambiare token basati su standard oltre a ERC-20, inclusi token non-ERC-721 non fungibili.

In un mercato pieno di truffe e vaporware, i preziosi contributi di 0x all’ecosistema di Ethereum ne hanno fatto una delle criptovalute migliori del 2018.

▶️ Bytecoin (BCN)

Bytecoin è un’altra famosa criptovaluta focalizzata sulla privacy con una forte community e base di utenti. Le transazioni sulla blockchain di Bytecoin sono istantanee, non tracciabili, non linkabili e resistenti all’analisi blockchain.

Bytecoin è presente da molto tempo, con contributi al progetto a partire dal 2012. Tuttavia, ciò non ha impedito agli sviluppatori del progetto di migliorare continuamente il prodotto.

La tabella di marcia di Bytecoin, recentemente aggiornata, presenta un forte ostacolo per un aggiornamento del consenso programmato per il 31 agosto, nonché numerose iniziative per la crescita della comunità costantemente in lavorazione.

▶️ Decred (DCR)

Fondato nel 2015 dagli ex sviluppatori di Bitcoin, il prodotto di lavoro più importante di Decred è la soluzione al più grande problema di Bitcoin. No, non scalabilità … governance blockchain.

Come vedete, i primi Bitcoiners hanno discusso per anni i limiti delle dimensioni dei blocchi e l’efficacia di altre soluzioni di scalabilità come Lightning Network , anche se il problema della scalabilità è stato discusso solo nel mainstream nel 2017.

Con il suo modello di governance basato sulla comunità e la forte adesione all’ethos core del decentramento, Decred è costruito per evolvere e migliorare rapidamente. Ciò significa che è in grado di gestire non solo il problema della scalabilità oggi, ma anche altri grossi problemi che potrebbero insorgere lungo la linea.

Quando si ha una cattiva governance, è un processo arduo effettuare qualsiasi aggiornamento a un progetto, non importa quanto necessario possano sembrare alla maggioranza dei possessori di monete. Il modello di governance best-in-class e ancora in via di miglioramento di Decred gli dà un caso interessante per essere un leader nei pagamenti digitali per un lungo periodo a venire.

▶️ BitShares (BTS)

BitShares mira a migliorare l’accesso a livello mondiale ai servizi finanziari tramite blockchain. La tagline “assist the unbanked” riassume bene il progetto. In pratica, questo si traduce in BitShares che opera come uno scambio decentralizzato, uno che è stato costruito da zero per evitare problemi di scalabilità e mantenere bassi i costi di transazione.

BitShares è stato lanciato nel 2014 da Dan Larimer, che avrebbe poi assunto un ruolo di primo piano sia in EOS che in Steem.

Lo stato attuale del progetto offre uno scambio di risorse decentralizzato, criptovalute stabili ai prezzi, pagamenti ricorrenti e programmati, risorse emesse dall’utente e altro ancora, tutti disponibili attraverso un sistema decentralizzato basato sul consenso delegato del PoS.

▶️ Steem (STEEM)

Steem è la criptovaluta che alimenta Steemit, una piattaforma di social media decentralizzata che incentiva la partecipazione degli utenti attraverso micropagamenti. Pensa ad esso come Reddit, solo che invece di fare solo upvoting o downvoting di post, gli utenti possono davvero premiare i creatori per il loro impegno.

Steem è una criptovaluta funzionale utilizzata esclusivamente sulla piattaforma Steemit. Questo gli dà un uso limitato, ma visto che Steemit è vivo e vanta poche centinaia di migliaia di utenti, è difficile sostenere che non sia un prodotto funzionante. Alcune persone potrebbero persino guadagnare denaro usando Steemit.

▶️ Siacoin (SIA)

Siacoin è uno dei leader nel cloud storage decentralizzato, un’alternativa più sicura e conveniente alle soluzioni di archiviazione cloud centralizzate come Amazon S3, Google Drive, iCloud, Dropbox e altri.

Sia 1.0 è stato lanciato a giugno 2016 e da allora ha ottenuto una considerevole adozione . Con il mercato dello storage cloud da 200 miliardi di dollari ampiamente considerato uno degli spazi più maturi per la rottura della blockchain, Sia è partito con un bell’inizio offrendo una piattaforma di storage cloud decentralizzata funzionale per oltre 2 anni.

▶️ Augur (REP)

Augur è uno dei prodotti lanciati più di recente in questa lista. La mainnet della piattaforma è stata pubblicata all’inizio di luglio 2018, portando a compimento quasi 4 anni di lavoro post-ICO.

Augur è un mercato di previsione decentralizzato che utilizza la teoria dei giochi per generare intuizioni crowd-sourced. In sostanza, migliaia di persone che lavorano insieme hanno dimostrato la notevole capacità di prevedere i risultati.

Con Augur, gli utenti possono mettere i token REP come scommesse su queste previsioni, essenzialmente creando una forma di “utile gioco sociale”.

L’ uscita di Augur è stata lunga. Il progetto è iniziato nel lontano 2014, quasi un anno prima della ICO. I creatori citano la complessità dei contratti intelligenti di Augur come la causa principale dei lunghi tempi di sviluppo.

Indipendentemente dal suo passato, Augur è ora un prodotto vivo con un futuro luminoso . Oltre 300 pronostici sono già stati fatti , con il più grande vincita vincente che colpisce $ 20.000. Il volume delle scommesse ha addirittura superato $ 1 milione nelle prime settimane di lancio.

 

▶️ Basic Attention Token (BAT)

Il token di attenzione di base era uno dei progetti più facili da includere in questo elenco. Questo perché il suo prodotto funzionante, Brave Browser, ha più di 3 milioni di utenti attivi tra le sue piattaforme mobili e desktop, rendendolo uno dei prodotti di lavoro più utilizzati nello spazio blockchain.

Brave Browser non è solo funzionale, è l’unico browser sul mercato ad avere il blocco degli annunci e il blocco dei tracker, rendendo l’esperienza di navigazione più pulita e più veloce di quella che si ottiene con altri browser popolari come Chrome e Firefox.

Il futuro rimane incerto per il token BAT stesso, in quanto la sua adozione dipende in larga misura dal fatto che gli inserzionisti aderiscano al modello Brave, nonché dal fatto che gli utenti coraggiosi debbano mostrare annunci pertinenti e passare le BAT che guadagnano editori di contenuti.

Dato il successo di Brave in breve tempo da quando è stato lanciato, tuttavia, il futuro sembra promettente per BAT.

▶️ Nano (XRB)

Nano (ex RaiBlocks) è tutto basato sulla scalabilità. La moneta ha transazioni quasi istantanee con una struttura completamente a costo zero. La piattaforma realizza ciò creando una blockchain unica per ogni account, evitando l’espansione e consentendo una scalabilità praticamente infinita.

Il motto di Nano di “fare una cosa e farla bene” li ha fatti fare molto. Il team non deve affrontare problemi di ridimensionamento o rallentamento grazie alla struttura di base del progetto, consentendo alla sua roadmap di concentrarsi sugli aggiornamenti del portafoglio e sul raggio d’azione. Questa è una criptovaluta che è essenzialmente completa, ed è stata per un po ‘di tempo.

▶️ Golem (GNT)

Golem si è proposto di essere l’Airbnb delle risorse informatiche. Hai mai avuto bisogno di una GPU extra per finire un rendering? Che ne dici di elaborare dati scientifici simili al progetto SETI @ home?

Anche se non hai questi bisogni, molti gruppi lo fanno. Golem mira a fornire un facile accesso a quelle risorse, che sono tutte noleggiabili per una piccola quota di criptovaluta.

Golem ha colpito il pulsante di avvio di mainnet nell’aprile 2018 e ha ricevuto una buona dose di fanfara. Uno degli obiettivi principali per il lancio incompleto della funzionalità è stato quello di spingere il prodotto in uscita in modo che gli utenti reali potessero metterlo in funzione.

Il team era interessato a rafforzare le loro interazioni con gli utenti finali per guidare il futuro della piattaforma. Il team ha in programma diverse tappe importanti per i prossimi mesi, quindi la versione mainnet è solo l’inizio.

▶️ Pundi X (NPXS)

Pundi X ha conquistato le classifiche di capitalizzazione di mercato finora nel terzo trimestre del 2018 e ha anche un prodotto funzionante che è diventato di recente disponibile per i rivenditori.

Il prodotto primario Pundi X è un dispositivo POS (point-of-sale ) che consente transazioni mobili rapide e facili sia per fiat che per criptovalute. 500 dispositivi POS sono già utilizzati dai rivenditori in Asia, e ce ne sono altre migliaia in programma per essere distribuiti nei prossimi mesi.

Inoltre, Pundi X offre anche carte XPASS, carte di credito di criptovaluta che possono funzionare al posto di app mobili per effettuare pagamenti digitali.

Ciò che rende il progetto Pundi X degno di nota è che consente ai consumatori di pagare i rivenditori in criptovalute come BTC e ETH e converte immediatamente i pagamenti in valute fiat locali in modo che i rivenditori non debbano preoccuparsi della volatilità dei prezzi delle criptovalute.

Ciò rende molto più facile per le persone utilizzare le criptovalute nella vita quotidiana, rendendo Pundi X un progetto entusiasmante per gli appassionati di blockchain che cercano segni di una futura adozione di massa.

▶️ Waves (WAVES)

Waves è stata la prima piattaforma blockchain che ha permesso a chiunque – indipendentemente dalla loro esperienza di programmazione – di creare token blockchain. Inoltre, Waves ha uno scambio decentralizzato in cui i token possono essere scambiati e scambiati con monete fiat.

Sin dalle prime uscite del progetto nel 2016, Waves ha continuato a rendere accessibile il proprio DEX dai telefoni cellulari e ampliato significativamente le sue funzionalità, creando al contempo diverse partnership strategiche per far crescere la comunità e la base utenti Waves.

In definitiva, tuttavia, Waves Client è il prodotto di lavoro più importante del progetto, in quanto è ciò che consente ai token di essere emessi, archiviati, inviati e scambiati tra gli utenti.

▶️ KuCoin Shares (KCS)

Simile a Binance Coin, le azioni KuCoin sono un token di scambio che può essere utilizzato per pagare commissioni ridotte sulle operazioni di criptovaluta. KCS ha inoltre il vantaggio di pagare dividendi agli hodlers a lungo termine, pagando un ROI del 5% per la maggior parte degli utenti.

La natura delle azioni KuCoin è uno dei motivi per cui lo scambio KuCoin ha ricevuto tanta attenzione da quando è apparso sulla scena. I token stessi sono di portata limitata, ovviamente, ma il numero enorme di persone che li usano per le compravendite e per acquistarli per un reddito passivo è enorme.

▶️ Wanchain (WAN)

Wanchain mira a costruire un’infrastruttura finanziaria nuova e migliorata per connettere perfettamente l’economia digitale attraverso l’interoperabilità blockchain. I casi d’uso per la rete di Wanchain sono vasti e comprendono servizi finanziari decentralizzati, logistica della supply chain, condivisione e sicurezza dei dati medici, gestione dell’ID digitale e altro ancora.

Con il Wanchain 2.0 rilasciato di recente , è ora possibile trasferire Ether cross-chain utilizzando il token di mappatura Ethereum di Wanchain, WETH.

L’interoperabilità di Ethereum è solo l’inizio, tuttavia, e si prevede che il supporto cross-chain per Bitcoin e un paio di token ERC-20 seguiranno prima della fine del 2018.

▶️ Komodo (KMD)

Komodo è un fork di Zcash che utilizza la stessa crittografia zk-snark per nascondere informazioni sui partecipanti alle transazioni e gli importi inviati. Le monete funzionali per la privacy non sono uniche (ce ne sono alcune in questa lista) ma Komodo ha alcune caratteristiche uniche.

Per uno, Komodo è stata la prima offerta di monete iniziale decentralizzata. Inoltre, Komodo aiuta altri sviluppatori a creare le proprie soluzioni blockchain personalizzabili, dalla costruzione e messa in sicurezza di blockchain indipendenti e all’avvio di ICO decentralizzati, fino all’integrazione di progetti nell’ecosistema di criptovalute.

KMD si sarebbe già qualificato come prodotto funzionante per le sue caratteristiche di anonimato sui pagamenti digitali, ma aggiungendo la soluzione di costruzione di blockchain end-to-end ed è chiaro che Komodo sta apportando contributi significativi all’ecosistema della criptovaluta.

▶️ Ardor (ARDR)

Ardor è una piattaforma di blockchain scalabile che consente alle aziende di creare le proprie catene di figli e token con relativa facilità. Ciò aiuta a ridurre al minimo la blockchain bloat e fornisce più token transazionali senza sacrificare le transazioni della catena principale. È anche una piattaforma notevolmente efficiente dal punto di vista energetico che utilizza la prova del palo per rafforzare il consenso.

Ardor ha lanciato la sua rete principale il 1 gennaio 2018 dopo un anno intero in stato testnet. Le sue funzionalità principali sono in gran parte disponibili, con la roadmap destinata a migliorare aspetti quali la scalabilità e l’istantanea.

La piattaforma Blockchain-as-a-Service ospita alcuni progetti a parte, tra cui Ignis ICO, che era la prima catena figlio sulla rete principale.

▶️ Token Huobi (HT)

Huobi è una piattaforma di scambio di asset digitali fondata nel 2013, che offre ora oltre 250 coppie di trading diverse. Il token Huobi, nel frattempo, è un token ERC-20 che viene utilizzato in borsa per sconti sulle commissioni di trading fino al 50%.

Inoltre, il 20% del reddito generato dalla piattaforma di trading Huboi Pro viene utilizzato per riacquistare HT sul mercato aperto.

A differenza della maggior parte dei programmi di riacquisto, lo scopo principale del programma di Huobi non è quello di ridurre l’offerta circolante di HT. Piuttosto, l’HT che viene riacquistato entra in un fondo di protezione degli investitori di Huobi, che viene utilizzato per compensare gli utenti di Huobi se perdono monete o gettoni sulla piattaforma, oltre a garantire la stabilità del mercato e tutelare gli interessi degli investitori.

▶️ ZenCash (ZEN)

ZenCash è un’altra moneta per la privacy con un prodotto funzionante nella Top 100, originariamente lanciato nella prima metà del 2017.

Ciò che rende ZenCash unico è che è la prima blockchain con integrazione TLS (Transport Layer Security) per la crittografia dei nodi, rendendo la comunicazione sulla rete ZenCash sia privata che altamente sicura.

Alcune altre parti interessanti del prodotto ZenCash includono i nodi Tor e i servizi di messaggistica chat incorporati. In futuro, il team di ZenCash fornirà un sistema di votazione a livello di protocollo del Tesoro DAO e una soluzione di scalabilità per gestire un volume di transazioni maggiore.

▶️ PIVX (PIVX)

PIVX è un’altra moneta per la privacy che si concentra sul mantenere gli utenti e le loro transazioni associate nascoste sotto un manto di segretezza. Il progetto cerca anche di mantenere le transazioni il più velocemente e senza costi possibili, qualcosa di cui non tutte le piattaforme per la privacy possono vantarsi.

Il PIVX è stato lanciato a gennaio 2016. La moneta è attualmente spendibile e offre le caratteristiche sulla privacy che promette, anche se non è ancora una valuta ampiamente accettata dai commercianti.

I piani futuri per PIVX includono funzioni di governance per coinvolgere la comunità, il wallet voting e il proprio scambio decentralizzato zPIV.

▶️ Kyber Network (KNC)

Kyber Network ha lanciato la sua rete principale nel primo trimestre del 2018, consentendo transazioni trans-token istantanee e sicure attraverso una rete di liquidità decentralizzata .

Attualmente è possibile scambiare i token ERC-20 sulla rete con pochi clic del mouse, fornendo alcune funzionalità di base già utilizzate per migliorare la liquidità dei token Ethereum.

In futuro, tuttavia, Kyber Network amplierà significativamente le sue funzionalità nel tentativo di connettere perfettamente dapps, DEX, protocolli, sistemi di pagamento, team di token, investitori, gestori di fondi e portafogli digitali.

▶️ Bancor (BNT)

Bancor è un fornitore di liquidità che consente agli utenti di scambiare token senza la necessità che una terza parte sia coinvolta nel finanziamento della transazione.

Ottenere liquidità è incredibilmente importante per i giovani progetti di criptovaluta, poiché la mancanza di liquidità rende rischioso per gli investitori acquistare una quantità considerevole di una determinata moneta o gettone, sapendo che potrebbe essere estremamente difficile da vendere se lo desiderano.

La tecnologia di Bancor consente di convertire un token in un altro, in modo che gli investitori possano essere sicuri di non rimanere bloccati involontariamente in possesso di una criptovaluta che desiderano vendere. Questa funzionalità rende il Bancor Liquidity Network uno dei prodotti di lavoro più promettenti in questo elenco e uno che ha già raggiunto una buona dose di adozione.

 

▶️ Loom Network (LOOM)

Loom Network ha ancora meno di un anno di vita, essendo stato fondato nell’ottobre 2017. Tuttavia, hanno compiuto molto in questo breve lasso di tempo, incluso aver lanciato numerosi strumenti per aiutare gli sviluppatori di software a imparare come costruire soluzioni blockchain.

Il più importante di questi strumenti – e il più grande prodotto funzionante di Loom – è il Loom Software Development Kit (SDK) .

Tuttavia, Loom Network è molto più di una semplice accademia di codifica blockchain. È anche una soluzione di scalabilità pronta per la produzione per Ethereum, in quanto il toolkit per sviluppatori Loom aiuta i programmatori a creare dapps altamente scalabili che si connettono alla blockchain di Ethereum attraverso speciali catene laterali chiamate DappChains.

Il progetto potrebbe essere ancora agli inizi, ma Loom Network sta già contribuendo con maggiore utilità all’ecosistema della criptovaluta rispetto alla stragrande maggioranza degli altri progetti di criptovaluta.

▶️ Polymath (POLY)

Polymath vuole essere la risorsa del mondo per i token di sicurezza sulla blockchain. Cosa ha fatto Ethereum per i token, Polymath farà per i titoli.

I vantaggi di questo sono enormi, ma al team di Polymath piace indicare l’accesso al mercato 24/7, l’eliminazione degli intermediari e l’accesso commerciale per 2 miliardi di persone non assegnate in tutto il mondo come principale vantaggio dei loro sforzi.

La piattaforma Polymath è stata lanciata nell’ottobre 2017 e da allora ha rilasciato un nuovo token di sicurezza ogni settimana, attraendo allo stesso modo investitori e commercianti. Non è così eccitante come un altro progetto di blockchain, ma sta mantenendo le sue promesse con un prodotto funzionante.

▶️ Bibox Token (BIX)

Bibox è uno scambio di risorse digitali criptato il cui principale elemento di differenziazione rispetto agli altri scambi crittografici è che integra la tecnologia AI.

Lo scopo dell’intelligenza artificiale è quello di aiutare gli operatori commerciali di Bibox, che fornisce un calcolo quantitativo e l’analisi dell’attività di negoziazione, una strategia di allocazione del rischio personalizzata, il riconoscimento vocale e l’analisi obiettiva delle varie monete e gettoni elencati nello scambio.

Lo scambio Bibox è stato lanciato per la prima volta nel novembre 2017. Dispone di centri operativi negli Stati Uniti, in Canada, nella Cina continentale, a Hong Kong, in Giappone e in Estonia. I titolari di token BIX ricevono il 20% dei profitti dello scambio e ottengono anche sconti sulle commissioni di negoziazione, simili a Binance.

 

FONTE :

Cryptocurrencies in the Top 100 With Working Products That Are In-Use

Bitcoin

 

Bitcoin Video in English

Bitcoin (BTC) è conosciuta come la prima criptovaluta digitale open source ( fonte aperta al pubblico ), peer-to-peer ( da persona a persona, senza intermediari ), sviluppata e rilasciata da un gruppo di programmatori indipendenti sconosciuti con lo Pseudonimo di  Satoshi Nakamoto nel 2008. Cryptocoin non ha alcun server centralizzato utilizzato per la sua emissione, transazioni e archiviazione, in quanto utilizza una tecnologia di database pubblico di rete distribuita denominata blockchain ( catena dei Blocchi ), che richiede una firma elettronica ed è supportata da un protocollo di prova del lavoro POW per garantire la sicurezza e la legittimità delle transazioni monetarie. L’emissione di Bitcoin viene effettuata da utenti con capacità di mining ( termine che deriva da miniera d’Oro ) ed è limitata a 21 milioni di monete ( per l’eternità, nessuno potrà più produrne altre oltre a 21 MLN ) . Attualmente, la capitalizzazione di mercato di Bitcoin supera $ 138 Miliardi e questo è il tipo più popolare di valuta digitale. L’acquisto e la vendita di criptovaluta è disponibile tramite speciali piattaforme di scambio Bitcoin detti Exchange  o  bancomat.

Bitcoin (BTC) è una rete di consenso che consente un nuovo sistema di pagamento e una valuta completamente digitale. Alimentato dai suoi utenti, è una rete di pagamento peer to peer che non richiede alcuna autorità centrale per funzionare.

Il 31 ottobre 2008, un individuo o un gruppo di individui operanti con lo pseudonimo di “Satoshi Nakamoto” ha pubblicato il White paper Bitcoin e lo ha descritto come: “una versione puramente peer-to-peer di denaro elettronico, che consentirebbe l’invio di pagamenti online direttamente da una parte all’altra senza passare attraverso un istituto finanziario “.

Moneta Digitale Cambiamento Epocale

Bitcoin e Litecoin spiegati in modo semplice


In questo Video descrivo che cosa è il Bitcoin

e la Blockchain in modo semplice,

comprensibile a tutti.

SCARICA QUI la White Paper di Bitcoin in ITALANO

oppure QUI .

Definizione Scritta di Bitcoin clicca QUI


 

In questo Video voglio trasmettere i concetti corretti sulla Blockchain e la potenza che ha sulla nostra società e sull’economia Planetaria.

5 motivi per cui ho scelto

Bitcoin e le monete Decentralizzate

Ne parla anche Striscia La Notizia di Canale 5

 

Non esiste il Tasto Disinventa

VIVIANI: Cosa sono e come funzionano i Bitcoin
Un viaggio attraverso la criptomoneta che potrebbe cambiare la nostra vita

 

ecco la mia Opinione personale sullo Speciale

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

Questo un esempio, come pagare

la CocaCola  con  lo  SmartPhone !!!

In questo Video parlo della crescita del bitcoin analizzando alcuni dati in modo semplice, comprensibile a tutti. Se vuoi una formazione adeguata partecipa alle nostre Videoconferenze.


In questo Video parlo della trasformazione della moneta cartacea in moneta digitale nella società di oggi ed il confronto con la cryptomoneta.
Questo comporterà radicali trasformazioni, se non la totale chiusura, di alcune attività e proposte. Tra queste sicuramente i Money Transfer e i libretti di deposito delle poste. Quanti altri ve ne vengono in mente?
Bitcoin e le altre cryptovalute stanno già portando il cambiamento in molti settori legati ai soldi.


In questo Video voglio trasmettere i concetti corretti sul Bitcoin e la potenza che ha sulle altre monete cartacee e sull’economia Planetaria.

Questo Video lo ho fatto un anno fa !!!

Notare il Prezzo del Bitcoin e di Ethereum !!!

50 Mila visualizzazioni !!!

VideoTutorial Coinbase su come effettuare il trasferimento dal portafoglio Coinbase al proprio contocorrente bancario.
da Bitcoin in Euro e trasferirli in banca.

Notare il BitCoin sotto i Mille euro di valore a Febbraio – oggi vale molto di più e secondo calcoli matematici ed algoritmici prevedono che nell’anno 2030 arriverà a 500 MILA euro a voi la scelta se credere in questa moneta 🙂
Sono a disposizione per riflessioni…. metto a disposizione la mia esperienza sulle cryptovalute per coloro i quali vogliono fare la differenza !!!!

Per ottenere le Gomap Coin

messaggiami su Telegram 

@emanuelefly


Clicca QUI :

https://www.coinbase./join/585ce3d3cf0ab273382628d2


– per il Bonus di 10 $ in Bitcoin che CoinBase

ti da x apertura conto.
Sei a 5 minuti dall’acquisto dei tuoi primi bitcoin sulla piattaforma U.S.A. Coinbase.

ISTRUZIONI per l’uso su COINBASE

Clicca QUI

Ti piacerebbe imparare a comprare e vendere Bitcoin su una piattaforma più conveniente per poi rivendere Bitcoin su piattaforme col prezzo più alto ???
Guarda questa pagina e poi manda un messaggio :

http://www.emanueledinicola.eu/arbitraggio-bitcoin/

______________________________________

apri il Tuo portafoglio Bitcoin CoinBase QUI :

https://www.coinbase.com/join/585ce3d3cf0ab273382628d2

Sai come aprire un account Portafoglio BitCoin ?
Per esperienza personale, consiglio di utilizzare CoinBase.
Utilizzandolo su varie piattaforme e sistemi per il web, ho avuto
molta più facilità e velocità nei movimenti delle monete Digitali
e quelle Cartacee rispetto ad altri testati da me.

Le due Più importanti risorse per l’uomo sono .
Il Tempo e le INFOrmazioni.
Il Tempo perché una volta esaurito
non si può tornare indietro e riacquistarlo.
Le INFOrmazioni , essere informati
su un Cambiamento Economico ,
vuol dire avere accesso alla ricchezza….
Se nell’anno 2000 avessi saputo
che le azioni di Google fossero arrivate a 300 euro
di valore comprandole a pochi centesimi
e poi nell’anno 2009 qualcuno ti avesse detto
che acquistando la Moneta Bitcoin
che allora Valeva  3 CENTESIMI ed oggi
ha abbattuto il muro dei 7 MILA euro ,
oggi chi saresti ???
Esempio pratico : nell’anno 2000
aver investito 1000 euro in google
e poi nel 2009 aver venduto tutto
per poi comprare Bitcoin,
oggi avresti Migliaia di MILIARDI di Euro !!!
Ora se Vuoi davvero il Tuo Cambiamento
sono in grado di darti delle INFOrmazioni preziose.
Contattami e ti spiego Come !!!

controlla qui quanto vale

attualmente un singolo Bitcoin:

14681776_10210992245665120_384182082442517580_n

https://blockchain.info/it/charts/market-price

Forum Mondiale di discussione sul Bitcoin


Utilizzo della Blockchain nella Società Civile

Ecco come un paese Nordico
Molto avanzato Tecnologicamente
utilizzi la #Blockchain nata dalle
monete Digitali come il #Bitcoin


Qui il funzionamento di un Bancomat

BITCOIN a Milano


i_segreti_della_mente_milionaria

Inside Blockchain: Paolo Barrai

Inside Blockchain: Giacomo Zucco

Bitcoin and the end of money -Sebastiano Scròfina -TEDxVerona

 

registrarsi in starbit conviene
registrazione gratuita

 

La Moneta Digitale è SICURA ???

Quali garanzie abbiamo sulla criptomoneta ?
Ascoltando questo Video potremo capire il livello di Sicurezza !!!


Come creare un portafoglio bitcoin (wallet) con blockchain.

Come creare un portafoglio bitcoin (wallet) con blockchain.
Sito: https://blockchain.info/
Ciao a tutti.

blockchain-GECKO

Come creare account COIBASE

Account in CoinBase

schermata-2017-01-03-alle-23-36-01Clicca Qui sopra per aprire

Account in CoinBase


Come creare account

COINBASE – English

 

 

 

 

Come creare un portafoglio bitcoin (wallet) con blockchain.
Sito: https://blockchain.info/
Ciao a tutti.

 

 

Per restare sempre agiornato ed avere assistenza continua

Iscriviti al Gruppo

Facebook.

( cliccando il pulsante qui sotto )

 

Gruppo FB - Autoz

I lavori di oggi scompariranno

L’importanza di creare

il Reddito di cittadinanza

senti cosa dice Federico !

Federico Pistono a ONLIFE, Speciale TG1 di Barbara Carfagna​ s…

Il mio intervento a ONLIFE, Speciale TG1 di Barbara Carfagna sull’intelligenza artificiale, reddito di base, il futuro del lavoro e della società.
Il libro citato è questo http://robotswillstealyourjob.com/…/home
Buona visione e buona lettura!

I lavori di oggi scompariranno

 




Signori, prendevi il giusto tempo per capire come trarre profitti, ed avvantaggiarvi per il prossimo futuro, in un mercato che solo nell’ultimo mese è aumentato di 32 miliardi di $ Fate educazione digitale che è alla portata di tutti. Mi piacerebbe quindi inoltrarvi in questo mondo in cui tutti, se solo volessero, potrebbero migliorare sensibilmente la propria vita

 

L’intelligenza artificiale che si muove in maniera automatica nelle piattaforme di scambio di Monete Digitali!!! A dir poco ECCEZIONALE!!!
È la prima volta al mondo che un’azienda di network marketing tratte monete digitali MONETIZZABILI FIN DA SUBITO e inserite nella borsa mondiale delle cripto valute.

Ne Parla Business For Home :

 

Nell’anno 2009 il Bitcoin aveva un Valore

di 3 centesimi di Euro nel 2016 circa 1000 Euro

ad agosto 2017 – Bitcoin Vale 3.600 Euro.

Facendo i conti se avessimo comprato 100 euro

in Bitcoin avremmo circa 3.333 Bitcoin nel 2009,

oggi avrebbero un valore di

12 MILIONI di Euro

Avere le Giuste Informazioni Vuol dire

poter cambiare la propria Vita !!!

Se Tu potessi accedere a queste Info,

saresti disposto a metterti in gioco ?

 

Ecco come i GRECI hanno risolto

la loro situazione economica nel 2017




Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

 

Wallets Emanuele

starbit

 


Contatore per siti

ALTRE  INFO  QUI :

Capire i Concetti del Bitcoin e Blockchain

 

Se hai Bisogno di assistenza

clicca qui sotto :

 

Consulenze

Prenota Orario QUI :

 

 

 

Ledger Nano S-installazione e utilizzo

 

Il Ledger Nano S, insieme a KeepKey e a Trezor, è sicuramente uno tra gli hardware wallet migliori al mondo. Funge da banca personale per la stragrande maggioranza degli utenti che decidono di non esporre online la propria chiave privata.

In questa guida capiamo insieme cos’è il Ledger Nano S, quali sono le sue caratteristiche, come funziona e come abbinarlo al più famoso web-wallet in circolazione: MyEtherWallet.

La nostra guida è cosi strutturata:

1) Cos’è il Ledger Nano S?

1.1 Perché è sicuro?

2) A cosa serve?

2.1 Quali monete può conservare?

3) Installazione

3.1 Installazione dei plugin necessari

4) Collegamento a MyEtherWallet

4.1 Un esempio: invio di Ethereum (ETH)

5) Reset del Ledger Nano S: come inizializzarlo

5.1 Reinstallazione dei plugin necessari

4) Un acquisto soddisfacente

 

 

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

 

Cos’è il Ledger Nano S?

Il Ledger Nano S è un “Cryptocurrency hardware wallet”. Un portafoglio fisico dove vengono conservate in maniera del tutto sicura le nostre criptovalute. Come puoi notare dalle immagini in basso assomiglia molto ad una chiavetta USB, può infatti collegarsi ad un qualsiasi computer dotato di una porta USB.

Ledger

 

La confezione richiama parecchio il design di Apple, così come la componentistica interna.
La scatola contiene:

  • Ledger Nano S;
  • un cavo USB;
  • un laccio per il collo;
  • un anello  per un eventuale portachiavi;
  • un cartoncino di presentazione;
  • le istruzioni per la configurazione iniziale;
  • il “recovery sheet”.

È compatibile con i più diffusi sistemi operativi: Windows (7+), Mac (10.8+), Linux o Chrome OS e l’unico requisito per la configurazione è il browser Google Chrome (oltre alla porta USB menzionata prima).

Perché è sicuro?

Vediamo insieme i principali motivi per cui viene definito una “banca privata”.
La parola d’ordine è “Offline.

ledger

Elementi di sicurezza

Il Ledger Nano S è basato su un’architettura dual chip(ST31/STM32, con livello di certificazione: CC EAL5+). Il firmware integrato è garantito da un’attestazione crittografica.

ledger

A prova di malware

L’inizializzazione o il ripristino delle impostazioni sono eseguite nell’ambiente interno e sicuro del Ledger Nano S. Le criptovalute non verranno mai esposte al mondo esterno.

ledger

Il Codice PIN

Il Ledger Nano S garantisce che solamente tu potrai accedere al tuo account richiedendoti un codice PIN a 8 cifre ogni volta che lo collegherai ad un computer.

Privacy

Le tue chiavi private non vengono mai conservate dentro al Ledger, ne concesse a terze parti: sono conservate in quello che chiamano “Secure Element“, un’area protetta del microcontrollore. Il tuo portafoglio rimane decentralizzato e diventi tu la tua stessa banca.

A cosa serve?

Abbiamo detto che è un portafoglio offline, quindi viene utilizzato per conservare tante criptovalute (ma non tutte quante). È inoltre considerato un ulteriore metodo di sicurezza dal momento che ogni transazione in uscita (invio di criptovalute) deve essere abilitata.

Attraverso il Ledger, tramite la conferma di un messaggio che verrà visualizzato sul display, si potrà accettare o rifiutare la transazione, ma lo vedremo più avanti.

Quali monete può conservare?

Al momento della stesura di questo articolo, il Ledger Nano S è compatibile con lo storage di queste monete/token:

Ledger

Installazione

-Premessa-
Il Ledger ha solamente due pulsanti. Se premuti singolarmente permettono di avanzare (o di tornare indietro) nella scelte delle azioni che possono essere effettuate e che vedremo più avanti.

Ledger

Premuti contemporaneamente vengono interpretati come un’azione di “conferma” o più genericamente come il tasto “azione“.

Colleghiamo il Ledger Nano S alla nostra presa USB mediante il cavo in dotazione presente nella scatola. Dopodiché verrà mostrata la seguente schermata:

Ledger

Ci viene richiesto di premere entrambi i pulsanti per proseguire:

Ledger

Ora scegliamo di configurarlo come nuovo dispositivo, agendo sul pulsante di destra:

Ledger

Passo fondamentale: la scelta del PIN. Premiamo entrambi i pulsanti:

Ledger

Ledger

Possiamo scegliere il nostro codice PIN a 8 cifre spostandoci avanti e indietro e selezionando uno per uno i nostri numeri, confermando infine la scelta con la solita pressione contemporanea di entrambi i pulsanti.

Ledger

Ripetiamo ora la stessa procedura appena mostrata per essere sicuri di avere inserito correttamente il nostro codice PIN.

Adesso viene la parte più importante di tutta la configurazione: le trascrizione della “recovery phrase”.
Si tratta sostanzialmente di una sequenza di 24 parole necessarie per recuperare i dati all’interno del Ledger in caso di smarrimento.

Ledger

Anche se siamo tentati di scriverle sul cartoncino in dotazione (il “recovery sheet”), sconsiglio vivamente di farlo: questa scheda è brandizzata. Significa che chiunque dovesse trovarla, potrebbe tranquillamente risalire a cos’è il Ledger anche senza sapere niente di criptovalute.
Il classico foglio di carta è un’ottima soluzione.

Per semplicità mostriamo solamente tre parole, ogni volta che ne scriviamo una premiamo i due pulsanti contemporaneamente per passare a quella successiva.

Ledger

Ledger

……

Ledger

Come conferma del fatto che le abbiamo trascritte correttamente, il Ledger ce ne chiederà un paio in maniera astuta.

Ledger

In questo caso chiede la parola numero #6 mostrandone però un’altra:

Ledger

Spostiamoci dunque con uno dei due pulsanti finché non troveremo quella che si trova davvero nella posizione numero #6:

Ledger

Ripetiamo quindi la stessa procedura per la parola successiva (nel nostro caso ha chiesto la numero #8).
Questa è quella sbagliata:

Ledger

E questa è quella giusta:

Ledger

Dopo qualche secondo per il processing….

Ledger

Il Ledger è pronto:

Ledger

La configurazione iniziale del nostro Ledger Nano S è terminata.

Installazione dei plugin necessari

Come abbiamo già spiegato prima, necessitiamo di Google Chrome.
Apriamolo e scarichiamo i plugin necessari per il funzionamento del Ledger.

Nota: non tutte queste funzionalità sono necessarie, se vuoi controllare i tuoi portafogli (Btc & Altcoins, Eth, Ripple) direttamente sul tuo computer per verificarne lo stato, puoi scaricare i tre wallet. Mentre il Ledger manager consente l’installazione all’interno del Ledger dei vari wallet (che è ciò che serve a noi) e l’Authenticator ti permette di verificare le transazioni anche da mobile.

Facciamo un esempio con il Ledger wallet Bitcoin e Altcoins e con il Ledger wallet Ethereum, per Ripple procedimento è esattamente lo stesso.
Dopo averli scaricati troveremo sul display del nostro Ledger la seguente schermata:

Ledger

Selezioniamo Ethereum spostandoci con uno dei due pulsanti, premiamoli dunque entrambi:

Ledger

Spostiamoci ancora ed entriamo dentro a Settings:

Ledger

Adesso notiamo due modalità che sono Contract Data e Browser support:

Ledger

Ledger

Per entrambe dobbiamo entrare e selezionare l’opzione YES, come di seguito:

Ledger

Rimane ora l’ultimo passo, dopodiché saremo pronti ad effettuare le transazioni. Una volta usciti da questi sottomenu selezionando le varie opzioni “back“, riportiamoci sulla schermata che mostra Bitcoin ed Ethereum e selezioniamo Ethereum. Lasciamo dunque il Ledger con questa schermata:

Ledger

Collegamento a MyEtherWallet

Se non sai cosa sia MyEtherWallet ti lasciamo la nostra guida che spiega come utilizzarlo nei minimi dettagli. Dando per scontata la conoscenza di questo web-wallet, apriamolo a questo link e vediamo come collegarlo al nostro Ledger Nano S.

Spostiamoci nella seconda scheda in alto: “Send ether e token” e selezioniamo come modalità di accesso al wallet “Ledger Nano“. Troveremo la seguente schermata:

Ledger

Scegliamo ora “Connect to Ledger Wallet“, ciò che apparirà sarà una finestra contenente alcuni parametri che vanno lasciati cosi come sono:

Ledger

Unlock your wallet” è la prossima scelta che ci permetterà di entrare nel nostro portafoglio visualizzando il saldo attuale.

Un esempio: invio di Ethereum (ETH)

Ora, per fare un esempio, trasferiamo alcuni Ethereum (0.0540236 ETH) da questo wallet ad un altro e vediamo come si comporta il Ledger.

Inseriamo l’indirizzo di destinazione, la quantità di Ethereum, e non tocchiamo la voce “Gas limit” che verrà riempita automaticamente.

Ledger

Click su “Generate Transaction“:

Ledger

e successivamente su “Send Transaction“:

Ledger

Si aprirà dunque una finestra di conferma in cui ovviamente scegliamo “Yes, i’m sure! Make transaction”:

Ledger

Adesso spostiamo l’attenzione sul nostro Ledger.
Come possiamo notare è apparsa questa schermata:

Ledger

Chiede la conferma della transazione mostrando:

  • la tipologia di token (o criptovaluta) e la relativa quantità

Ledger

  • l’indirizzo del wallet destinatario

Ledger

  • le fees massime che potranno essere applicate alla transazione

Ledger

Dopo aver confermato, abbiamo terminato la nostra transazione. Nel caso in cui vogliate utilizzare il vostro smartphone come Authenticator al posto del Ledger, trovate l’app disponibile  a questo indirizzo.

Reset del Ledger Nano S: come inizializzarlo

Può capitare di sbagliare tre volte il codice PIN (non ve lo auguro per niente).
Oppure di aver perso le 24 words necessarie per un recovery in caso di smarrimento.
Se invece siete molto fortunati, potrete trovarne uno per terra!

In tutti e tre i casi è utile sapere come resettare il Ledger Nano S per ricominciare da zero.

Per fare ciò è necessario seguire questo percorso:
Setting -> Device -> Reset all -> Confirm.

Reinstallazione dei plugin necessari

Dopo aver ripetuto tutta la procedura iniziale della scelta del PIN e della trascrizione delle 24 parole, è assolutamente necessario reinstallare tutti i plugin all’interno del Ledger (si trovano nella sezione Installazione dei plugin necessari).

Se questo passaggio viene omesso, il Ledger resterà bloccato sull’unica scelta disponibile: Settings.

Ledger

Nonostante siano presenti le frecce per spostarsi, non sarà possibile farlo se omettete di reinstallare tutti i plugin.

Un acquisto soddisfacente

Devo ammettere che questo “giocattolo” è molto utile, all’avanguardia e funziona davvero bene. Non ha mai creato problemi di alcun genere e inoltre è ben supportato dalla community nel caso sorgano dubbi o problematiche.

Il Ledger Nano S è esteticamente molto bello, sia per quanto riguarda il design sia per la parte dei plugin riservata a Google Chrome, tutto il pacchetto funziona ottimamente.

Puoi comprare il tuo Ledger Nano S direttamente qui
In alternativa puoi optare per il Trezor o per il KeepKey (gli altri due wallet citati all’inizio della guida).

Spero che questa guida ti sia piaciuta, se è così faccelo sapere sui nostri social o su telegram!

 

SE  NON riesci a configurare

guarda questo Video,

oppure contatta il support QUI :

 

 

 Acquista il Tuo Portafoglio Bitcoin, la Tua Banca, dove sei Tu a decidere come, quando, dove e quanto gestire il Tuo Denaro. Senza Limitazioni e senza interventi di chicchessia…. ricorda, il denaro che hai nella banca tradizionale appartiene alle banche non a te. Leggi l’articolo 1834 QUI.

Con LEDGER ti Liberi dal Sistema !!!

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

oppure contatta il support QUI :
https://support.ledgerwallet.com/hc/en-us/

CANALE  YOUTUBE

dove trovare i VideoTutorial

per varie operazioni extra….

https://www.youtube.com/channel/UCSrfbzqF29CD4rQjJl_ixnw/videos

Forse potresti dare un’occhiata a questo video:
https://www.youtube.com/watch?v=V_YT_8qIDp4&t=413s
Se non trovi quello che stai cercando qui,
https://support.ledgerwallet.com/hc/en-us/

 

 

 

Cosa è un Exchange ?

Un exchange di criptovalute è un servizio che permette a tutti gli utenti di scambiare valute digitali in cambio di altri beni, dalla moneta fiat convenzionale ad altre valute digitali.

Primo passo, che cos’è un exchange di criptovalute?

Un exchange di criptovalute è un servizio che consente a tutti gli utenti di scambiare valute digitali con altri beni, dalla moneta fiat convenzionale ad altre valute. Che tu stia acquistando Ethereum o Bitcoin, o altcoin come Dash, Neo e Doge; Un exchange è semplicemente una grande riserva di criptovalute ed è molto simile al negozio che trovi in fondo alla strada. Tu gli invii dei soldi e ricevi in cambio delle criptomonete. Facile, vero?

Beh, sì e no. Sembra facile detto così. Il mercato è ancora in fase di sviluppo e gli exchange sono ancora in fase di adattamento alle esigenze dei clienti che desiderano acquistare e vendere le criptovalute. Se vuoi comprare Bitcoin o Ethereum con facilità, puoi usare un exchange semplice da utilizzare e sicuro, come Coinbase. Ha un’interfaccia pulita e molto intuitiva, dispone anche di un app per smartphone e le tue monete sono: garantite, assicurate e inviate con estrema semplicità.

Come funziona un exchange di criptovalute?

Ogni exchange di criptovalute ha un’interfaccia e procedure diverse, ma sostanzialmente utilizzano tutti dei processi molto simili.

  • Registrazione: dove l’utente si registra sul sito web, sceglie le credenziali di accesso ed effettua il login .

  • Verifica: La maggior parte esige adeguate informazioni per la verifica dell’utente(KYC) prima che si possa iniziare a fare trading.

  • Deposito: La maggior parte permette al cliente di depositare dai wallet di Bitcoin o direttamente da un exchange Ethereum. Alcuni accettano anche la valuta Fiat, tra cui: USD, Euro, GBP, JPY, CNY e altre.

  • Operatività: quasi tutti hanno un software o, almeno, un’interfaccia dal browser web per effettuare le transazioni. Il trader può utilizzarli per iniziare a fare trading.

  • Liquidazione: una volta che l’utente vuole prelevare il denaro investito e convertirlo nuovamente in valuta fiat, gli exchange consentono all’utente di inviarlo al conto bancario scelto.

    Se non è disponibile il bonifico bancario diretto, l’utente è tenuto a rivolgersi al rivenditore locale dell’exchange di criptovalute, o al rivenditore Forex, per ricevere i fondi in valuta locale. Le altcoin possono essere convertite e trasferite nei conti Bitcoin o in un exchange Ethereum, dove l’utente può quindi prelevare facilmente con il proprio conto bancario.

Come si può esser certi dell’affidabilità di un exchange di criptovalute?

In questo mercato non regolamentato e decentralizzato, la responsabilità di trovare un exchange affidabile ricade sul trader e le truffe esistono. Un po di ricerca è la scelta migliore per difendersi.

Impiegare del tempo in più per valutare tutto ciò che offre il mercato può: farti risparmiare soldi per le commissioni e velocizzare i tempi per le transazioni e rendere più semplice l’acquisto di criptovaluta attraverso il tuo metodo di pagamento preferito.

Ci sono diversi fattori da considerare, dai problemi di compatibilità con il wallet che vorresti utilizzare; al trovare l’exchange di criptovalute che venda le altcoin che desideri acquistare.

Tipi di exchange di criptovalute..

 

Esistono fondamentalmente 4 tipi di exchange tra cui si può scegliere: Cex, Dex, rivenditori di criptovalue e fondi di criptovalute.

  • CEX:  si tratta di un exchange centralizzato, dove ogni transazione passa attraverso l’autorità centrale.
    Questi exchange di criptovalute richiedono una commissione per ogni transazione eseguita. Potrebbero anche addebitarti una tassa in percentuale in base all’importo che depositi o durante il prelievo dei fondi.
  • DEX: sono exchange decentralizzati, che negli ultimi tempi hanno acquisito popolarità, qui le transazioni avvengono direttamente tra due trader, eliminando anche la necessità di definire coppie valutarie predefinite in quanto i trader possono creare qualsiasi coppia stabilendone il prezzo.
    Ad esempio: un trader pvuole acquistare una nuova moneta chiamata Xcoin con BTC. Per farlo deve lanciare un prezzo di offerta e se qualcuno che detiene Xcoin accetta la tariffa proposta avverrà lo scambio. Quindi l’utente potrà pagare dal proprio conto Bitcoin e riceverà la nuova moneta in cambio.
  • Exchange locali: questi siti Web sono molto simili ad un rivenditore che consentono agli utenti di acquistare e vendere criptovalute con le valute locali. Tuttavia, molti di essi consentono l’acquisto automatico e il posizionamento degli ordini di vendita.
  • Fondi di criptovalute: questi fondi funzionano come i fondi comuni di investimento, gli utenti possono depositare il proprio denaro in una società che fa trading di criptovalute e il trading viene gestito dal fondo in questione mentre l’utente ne ottiene i benefici.

Come difendersi da attacchi Hacker alle proprie Cryptomonete

CYBER SECURITY: Come proteggersi da eventuali attacchi hacker o furti nel mondo delle cripto valute.

Quando Swisscoin avrà un valore importante, l’intera comunità potrebbe subire seri attacchi hacker individuali.
Il singolo utente può rischiare il furto dei seguenti dati o servizi:
-Account exchange;
-decrypt del proprio wallet off-line;
-Furto delle proprie cryptomonete;
-Furto di identità e di dati sensibili;
-Hackeraggio smartphone.

Possiamo limitare tutto ciò seguendo questi consigli:

➡ Scarica il miglior antivirus open source per Android sul tuo smartphone:
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.qihoo.security&hl=it

e attiva tutte le sue funzioni.

Il miglior antivirus per Apple iOS è AVIRA, anche qui attiva tutte le sue funzioni o installa quello che ritieni più sicuro;

➡ Elimina dal tuo smartphone dati e immagini sensibili, password di accesso a servizi e account vari, foto di documenti di identità, ecc;

➡ Salva tutti i dati sensibili su uno o più Hard disk esterni, chiavette usb (utilizzane almeno 2 o 3)

e conservali in luoghi sicuri.

➡ Utilizza password complesse da hackerare.
Gli hacker adottano software con librerie composte da milioni di caratteri e parole. Se adotti password non complesse e parole presenti nei vocabolari, riusciranno a scoprire la passoword.
Per generare password sicure utilizza il seguente servizio gratuito, creala da 16 caratteri:

https://identitysafe.norton.com/it/password-generator#

Salva questa password su chiavette usb,

hard disk esterni o scrivila su un taquino

che non dovrai perdere.

Non salvarle mai su pc, tablet o smartphone.

Utilizza queste password per cifrare il tuo wallet off-line, account exchange, social network ecc;

➡ Attiva google authenticator sugli exchange.
Scaricalo dal play-store sul tuo cellulare:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.authenticator2&hl=it

Quando abiliterai l’account di google authenticator collegato all’exchange, dovrai salvare e tenere al sicuro il QR code e il codice identificativo dell’account

Google authenticator.
Se perdi questi dati, per recuperarli dovrai aprire un ticket all’exchange fornendo i tuoi dati, “ID e email” chiedendo loro il reset dell’acount Google Authenticator.

Se invece hai attivo l’account, ma hai dimenticato di salvare il QR code e il codice dell’account segui questa opzione su coinexchange.io:

MY ACCOUNT -> Settings

-> Google Authenticator

->Manage

Google Authenticator

Inserisci il codice generato sull’account CE dell’app G-A
Clicca su “Remove Google Authenticator”.

Ora ne potrai attivare un altro account e ricorda

di salvarti i dati.

Eliminare l’account vecchio dall’app,

in quanto non serve più.

Google Authenticator è fondamentale

per ridurre al minimo la possibilità di furto

delle tue monete se presenti ancora nell’exchange.

Su coinexchange.io potrai abilitare questa funzione;

➡ Non salvare password, documenti o dati sensibili in nessun cloud server.

I cloud Server hanno un elevata sicurezza,

ma se non rispetti questi consigli sopra dettati,

gli account saranno facilmente hackerabili;

➡ Non detenere mai a lungo le tue crypto negli exchange.

Se un exchange viene hackerato,

come già successo diverse volte,

nessuno ti rimborserà ciò che era al suo interno.

Trasferisci tutto sempre sui wallet off-line;

➡ Esegui il backup del tuo wallet off-line

1 volta a settimana e tutte le volte

che effettui transazioni IN/OUT.

Il file salvalo solo su chiavette usb

o hard disk esterni, sovrascrivendone la copia.

RICORDA, NEL MONDO CRYPTO

TU SEI LA TUA BANCA!
SIATE RESPONSABILI E ADOTTATE

MISURE DI SICUREZZA ELEVATE