La Blockchain è Hackerabile ?

Ogni nuova tecnologia che viene fuori si porta dietro una lunga serie di domande. La Blockchain non è diversa.

Nei post precedenti, qualcuno di voi ci ha chiesto, come faccio a mantenere l’affidabilità della moneta e fidarmi che non ci siano hacking?
Le criptovalute sono una meraviglia della matematica. Hackerare per tentativi un indirizzo Bitcoin richiederebbe miliardi di anni. Per questo si dice che la blockchain sia inhackerabile.

È necessario raggiungere un consenso per creare e chiudere un blocco e ogni transazione all’interno del blocco deve essere convalidata. Ogni blocco sulla sua estremità ha un collegamento ad un altro blocco. E ogni utente ha una copia di tutti i blocchi sincronizzata. Un meccanismo che rende la blockchain praticamente immutabile.

Ovviamente ci sono Blockchain più sicure, altre meno. La Blockhain di Bitcoin per esempio è ormai testata e, dopo numerosi attacchi ricevuti in 10 anni, sicura.

Sì, ci sono stati molti casi di furto, ma a causa della mancanza di precauzione da parte dei proprietari, problemi con l’autenticazione a due fattori e altri problemi simili.

Dalla parte della Blockchain un wallet è virtualmente inackerabile. Dalla parte dell’utente invece no.
L’utente deve infatti proteggere con cura i propri dati di accesso.

Sia l’indirizzo pubblico (se non volessi far sapere l’entità dei tuoi fondi) ma soprattutto la chiave privata che utilizzi per entrare nel portafoglio e certificare che sia proprio tu il proprietario.

Se qualcuno entrasse in possesso della tua chiave privata, non c’è niente e nessuno che possa impedire che i tuoi fondi vengano trasferiti ad un indirizzo a cui non hai accesso. Non c’è un ufficio reclami o uno sportello al quale ti possa appellare per chiedere indietro i tuoi fondi.

La blockchain sposta la gestione e le responsabilità sull’utente. Nessun firewall. Nessun intermediario. Nessun organo superiore d’appello. It’s your business.

Come quando perdi il portafoglio in strada, così quando perdi la private key è molto probabile che il contenuto del portafoglio venga svuotato.

Quindi, in conclusione, la Blockchain è sicura? Sicurissima, impossibile da hackerare.

La domanda che dovresti farti è: quanto è ben custodita la mia Private Key?

Lascia un commento