come valutiamo Bitcoin ?

Credo ci sia un punto molto discutibile inerente il modo di valutare il bitcoin e le criptovalute in generale, derivato da un errore fondamentale. Questo punto è la cosiddetta capitalizzazione. L’errore è quello di credere che davvero la capitalizzazione in USD esista nell’ambito del mondo crypto. Ad essere sincero, fino ad ora non ho ancora mai trovato nessuno che ne parlasse e che lo spiegasse. Cosa intendo? Intendo dire che, non esiste alcuna capitalizzazione REALE in USD o altre valute FIAT, legata alle criptovalute e al bitcoin. Quei numeri che vediamo indicare la CAPITALIZZAZIONE non corrispondono in alcun modo alla reale quantità di liquidità FIAT “immessa nel mercato crypto”. Sono dei numeri completamente astratti e risultanti da un calcolo matematico (una semplice moltiplicazione) che si basa sulla quantità di criptovaluta in circolazione moltiplicata per l’attuale valore medio di mercato sugli exchange!

Ovvero: se fra un minuto il mercato dovesse decidere, attraverso la domanda e l’offerta, che 1 BTC vale 8,000 USD anziché 4,000 USD, accadrebbe che fra un minuto, la capitalizzazione si raddoppierebbe senza che nessuno ha speso o investito un sol centesimo di USD!

Questa è una cosa di una rilevanza assolutamente FONDAMENTALE! Che è necessari diffondere e far comprendere a tutti! Economisti e professionisti compresi.

Non esiste una “cassa delle criptovalute” in cui possono essere “depositati” i Dollari (o qualsiasi altro asset, come CONTROVALORE di una criptovaluta o del bitcoin! Il valore di una criptovaluta non può quindi in nessun modo essere abbinabile al sistema FIAT! In qualsiasi modo si tenti di riuscirci.

Lascia un commento