Archivio mensile:novembre 2018

LA SICUREZZA NON E MAI ABBASTANZA

⛔LA SICUREZZA NON È MAI ABBASTANZA⛔

👨‍💻Prenditi 3 minuti e leggi questo post, non farlo ti potrebbe costare una fortuna! 🤦‍♂️🤷‍♀️

👉come operare senza rischi evitando hackeraggi?👈
Ho scritto per voi un elenco di misure da adottare

Se seguirai questi consigli, subire un hackeraggio sarà alquanto difficile!

✅Butta via Google Authenticator e Scarica la migliore APP al mondo per il 2FA Authentication (autenticazione a 2 fattori) per iOS e Android chiamata “Authy”.

Authy è un’applicazione che vi permette di generare i codici di accesso per moltissimi servizi online, che saranno richiesti quando dovrete effettuare il login. Grazie a ciò, anche se qualcuno dovesse riuscire a rubarvi la password, non potrebbe accedere ai vostri account senza essere in possesso del vostro telefono.

Rispetto a soluzioni come Google Authenticator, Authy offre alcuni importanti vantaggi:

-Può essere usato contemporaneamente su più dispositivi;
-Offre un backup cloud crittografato;
-È disponibile sia come app che come estensione per Chrome;
-Offre un widget per generare i propri codici direttamente dalla home.
-Se perdi il cellulare o lo formatti, puoi recuperare tutto con la password di backup.

 

➡Guarda il video:

✅Ricorda di abilitare il 2FA ovunque(email, wallet, app, exchange ecc);

✅Utilizza sempre password complesse.
Le persone tendono a scegliere quelle facili da ricordare, risultando semplici da indovinare per i cyber-ladri.

➡Genera password complesse di almeno 15 caratteri da qui —> https://www.roboform.com/it/password-generator

✅Ma se non ricordi le password dove le salvi?
Non scrivere mai le tue password su un file testuale o di excel non criptato.
Utilizza uno dei due software di gestione password che ti elenco di seguito.
Ti aiutano a gestire più password in modo da non dimenticarle e da averle su tutti i dispositivi che usi: fai però attenzione alle estensioni di queste app nei browser (sono spesso prese di mira dagli hacker) e aggiungi sempre il 2nd Factor Authentication come ulteriore layer di sicurezza.

➡SOFTWARE/APP PASSWORD: Keepass e LastPass

✅Crea una email univoca da utilizzare per le cripto.

✅Abilita alla tua email il 2FA authentication con SMS PINCODE (arriva un codice via sms al vostro numero di cellulare) e con Authy.
Entrambe le configurazioni, se abilitate insieme, aumentano ulteriormente il livello di sicurezza.

✅Utilizza Linux (Questo sistema operativo open source non ha virus a differenz di Windows), perfetto per chi fa uso di criptovalute.

Linux dispone di OS come Qubes o Tails che garantiscono un alto livello di privacy e sicurezza, inoltre funzionano perfettamente per sessioni live.
La versione di Linux Mint è la più user friendly per gente poco esperta.

Se hai un solo PC, puoi creare una partizione Linux sul tuo HARD DISK in DUAL BOOT o installare una macchina virtuale su windows su cui eseguire LINUX (ti consiglio VMware).

➡Se non sai come fare, rivolgiti ad un tecnico informatico che con 10-20€ predisporrà il tuo PC correttamente oppure guarda il seguente video tutorial —->

✅Usa solo la tua rete internet domestica o una rete comunque sicura.
Non utilizzare reti pubbliche(bar, centri commerciali ecc), e imposta come modalità di autenticazione per la tua rete wifi la WPA2 (difficile da decriptare per gli hacker).

🔑GESTIONE CHIAVI PRIVATE DEI WALLET🔑

Quando installi un wallet offline o un web private wallet salva le chiavi private (seed, file .json, Private Key, paper wallet) solo ed esclusivamente su:

✅5-10 chiavette USB o SD di ultima generazione che rispettino gli ultimi standard (e.g. USB 3.0).

✅Cripta con una password tutte le chiavette USB e SD
Software di crittografia consigliati: LUKS o cryptsetup per Linux, BitLocker per Windows e FIleVault per MacOS.

✅Stampale su un foglio e plastificalo.
(Stampale solo ed esclusivamente con una stampante di tua proprietà e dopo averlo fatto cancella la cronologia dei file stampati, non stamparli presso il cartolaio o amici, avrebbero accesso alle stampe eseguite in quanto restano salvate in memoria potendo rubare i tuoi fondi)

✅Conserva i foglio di carta plastificati o l’unità esterna (USB-SD) in posti diversi (es. casa, ufficio, cassaforte, Cassetta di sicurezza in banca). Un backup non è utile, se viene distrutto da un incendio o da un’alluvione insieme al laptop.

✅Non archiviare MAI la tua chiave privata e/o password su Dropbox, Google Drive o altro spazio di archiviazione nel cloud: se quell’account viene compromesso, i tuoi fondi verranno rubati.

✅Se possiedi le principali Crypto, utilizza un Hardware wallet (es. Ledger nano S, KeepKey, Trezor, ecc) è il modo più semplice per tenerle al sicuro.
Perche li consiglio:

☑Backup facile da fare e da mettere al sicuro;
☑Minor margine di errore;
☑installazione semplice anche per gli Utenti meno esperti;
☑Puoi detenere enormi quantità di cripto per un controvalore anche di miliardi in modo sicuro.

👉Per maggiori informazioni riguardo gli Hardware wallet clicca qui —> https://www.buybitcoinworldwide.com/it/portafogli-bitcoin/

✅Controlla sempre almeno 2 volte l’address a cui stai mandando i tuoi fondi e usa sempre la funzione copia-incolla per scrivere gli indirizzi cosi da non digitare un address errato.

✅Non lasciare mai i tuoi fondi sugli Exchange, se non per il tempo indispensabile per fare le operazioni.

✅Non depositare mai grosse quantità di cripto per effettuare compravendita sull’exchange.
Meglio più operazioni ma piccole che una sola operazione grossa. Ti chiederai per quale motivo…

Molti exchange, anche i più famosi e importanti, rubano i fondi dei clienti. Purtroppo è una triste verità.
In questo mercato, non ancora regolamentato, purtroppo accade ogni giorno.
Mi è personalmente successo, perdendo un enorme quantità di denaro in cripto (precisamente su Exrates, molta gente anche su Bitfinex, bitmex, kucoin e tantissimi altri.

Quindi occhio, non fidatevi per nulla.
In questi casi non si tratta di hackeraggi, ma di veri e propri furti da parte degli exchange stessi che violano il tuo account.

✅Mantieni le impostazioni sulla privacy
Considera l’utilizzo di motori di ricerca come DuckDuckGo che non traccia le tue ricerche.

✅Utilizza come Browser “Brave”, disponibile per Windows, Mac e Linux, Android e iOS. Ha una partnership con DuckDuckGo.
basato su Chromium e fondato da Brendan Eich, cofondatore di Mozilla e creatore di JavaScript, questo software permette una navigazione più veloce (il doppio rispetto a chrome).

Ciò è possibile tramite un adblock integrato che blocca le inserzioni e i sistemi che tracciano le tue ricerche e i tuoi movimenti online, garantendo oltre ad una maggiore rapidità di caricamento anche la tutela della tua privacy.
Nelle opzioni abilita tutte le impostazioni di sicurezza.

👉Se usi Chrome, installa le seguenti estensioni:
❎AdGuard AdBlocker;
❎Rimuovi pop-up;

🆘Metti alla prova il grado di privacy del tuo browser su https://panopticlick.eff.org   sarai sorpreso nel vedere quante tracce stai lasciando nel web.

✅Naviga solo su siti sicuri e corretti
Ricerca i sitiweb sempre dalla barra degli indirizzi e non dal motore di ricerca digitando la URL.

✅Crea una lista di tutte le URL corrette dei siti di wallet o exchange che utilizzi nel mondo cripto e salvali nei segnalibri del browser fra i “preferiti”. Da quel momento in poi accedi sempre da li.

Sul web vi sono siti phishing del tutto simili a quelli originali ma con una URL leggermente diversa dall’originale.
Questi siti-web fake rubano password e chiavi private, derubandovi dei vostri fondi senza che ve ne rendiate conto.

🚫Esempio di phishing🚫
Originale: w w w. spectrocoin.com
Phishing: w w w. spectrocoin.co

Solitamente i siti phishing si trovano sempre fra i primi risultati di un motore di ricerca.
Pertanto, presta molta attenzione.

✅Non andare sul DeepWeb con il pc o la workstation che utilizzi per le criptovalute.
Sul DeepWeb è pieno di hacker.

✅Se utilizzi Windows, il miglior antivirus in assoluto è
🔟Kaspersky Total Security🔟. Ti consiglio di acquistare la versione annuale, sono soldi ben spesi. Non utilizzare versioni Craccate. Io lo uso anche per lo smartphone.

🤓Spero che questa guida possa servire a migliorare il tuo livello di sicurezza nel web, che come ben sappiamo non è mai abbastanza🤓

Lascia un like👍 e un tuo feedback nei commenti📝 se questo post ti è piaciuto.

____________________________________________

questo post ha un valore inestimabile ! Me lo sono messo nei preferiti ! La precauzione quando si tratta di criptovalute non è mai troppa ! un amico è entrato sul deep web con il pc dove utilizza le sue criptovalute ! Cosa può  fare per evitare di esporsi a rischi elevati ? Come giustamente dicevi , sul deep web è pieno di hacker e la prudenza non è mai troppa ! Per quanto riguarda implementare authy sull’email come faccio ? Grazie <

__________________________

grazie mille del feedback bro.

Per accedere al deepweb può:
-Usare un pc apposito;
-Utilizzare una VPS (Virtual Private Server) a cui accede da remoto, senza che il pc sia direttamente esposto. Io uso le AWS di amazon, sono gratuite per 1 anno.
Ti linko l’URL:  https://signin.aws.amazon.com

-Puoi installare una virtual machine con VMware;

-Puoi creare sullo stesso PC un’altra partizione, avviare un Dual Boot, cosi che dopo l’accensione tu possa scegliere quale sistema operativo utilizzare.

Per il deepweb sconsiglio comunque windows, cosi da evitare quanto più possibile infiltrazioni.

Per quanto concerne Authy, per attivarlo funziona esattamente come con google authenticator, digiti la key o catturi il QR code per sincronizzarle.
Se hai le key salvate dei vari account authenticator, ti basterà inserirle nell’apposita sezione dell’app per sincronizzarle

________________________________________

Nuova Salita per Bitcoin Statisticamente Provata

Guardate questo grafico:

mostra l’andamento del valore di bitcoin dal 2011 ad oggi in relazione alla distanza in mesi dal successivo halving

(se fate fatica a capirlo c’è un video che lo spiega )

Ad oggi ci sono stati solo 2 halving di bitcoin, uno a fine 2012 ed uno a metà del 2016. Entrambe le volte nei mesi successivi c’è stato un boom del valore.

Il prossimo halving sarà più o meno a

fine maggio 2020:

si innescherà una nuova bolla?

Ecco una possibile spiegazione:

Mostra un’ipotetica correlazione

tra il prezzo di bitcoin ed il cosiddetto “halving”.

Il prossimo halving sarà circa a metà del 2020…

 

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

Non rischiare di venir hackerato,

dotati di Ledger nano s

 

Guardate questo grafico:

Paginaweb Halving

https://www.bitcoinblockhalf.com/

 

Scopriamo che cosa è l Halving di Bitcoin

Cos’è l’ Halving e come funziona

Oggi parleremo di un evento che si verifica nella rete Bitcoin e che accade solo ogni quattro anni. La quantità di nuovi bitcoin creati e guadagnati dai minatori con ogni nuovo blocco di transazioni sta per essere dimezzata. Questo fa parte della politica monetaria trasparente e prevedibile di bitcoin, che può essere verificata nel codice sorgente disponibile nel repository GitHub di Bitcoin Core.

Quando si verificano questi tipi di cambiamenti nel tasso di inflazione del bitcoin, è noto come un evento dimezzato.

L’ultimo Halving è avvenuto a luglio 2016, oggi quindi la quantità disponibile è di 1800 Bitcoin al giorno. Il prossimo Halving sarà nel 2020 e ogni giorno ci saranno 900 Bitcoin disponibili.

Perché i minatori ricevono nuovi Bitcoin?

Prima di entrare negli effetti del dimezzamento dei bitcoin, è importante capire alcune delle basi del mining bitcoin. Quando qualcuno crea una nuova transazione Bitcoin, viene inviata a tutti gli altri nodi della rete, compresi quelli che stanno contribuendo al processo di mining. Queste transazioni sono raccolte e archiviate localmente mentre i minatori stanno anche lavorando su un puzzle di sorta, che richiede un sacco di potenza di calcolo per risolvere. Se un minatore risolve il puzzle prima di chiunque altro, guadagna la possibilità di pubblicare il nuovo blocco di transazioni sul blockchain pubblico e raccogliere un premio di 25 bitcoin fino al 2016 mentre oggi 12,5 (25 dal 2012 al 2016; 12,5 dal 2016 al 2020) più eventuali commissioni di transazione.

Il processo di estrazione mineraria è il genio della creazione di Satoshi Nakamoto. I minatori essenzialmente hanno il compito di risolvere il puzzle che accompagna ogni nuovo blocco di transazioni. La capacità di risolvere quel puzzle dimostra al resto della rete che il minatore spende denaro su varie risorse (hardware, elettricità, ecc.) E si è guadagnato il diritto di estrarre un blocco. Il minatore è disposto a spendere soldi per quelle risorse in cambio della possibilità di ricevere un premio di blocco.

Essenzialmente, i minatori possono guadagnare un profitto facendo in modo che il costo delle risorse che vanno a calcolare la soluzione del puzzle sia inferiore ai premi denominati in bitcoin che ricevono attraverso il processo di mining.

Cosa significa l’halving per i minatori Bitcoin?

Quindi, con la ricompensa del blocco che si divide in metà da 25 a 12,5 bitcoin, (25 dal 2012 al 2016; 12,5 dal 2016 al 2020) sembra ovvio che alcuni minatori presto opereranno in perdita. Cosa succede se un minatore sta operando in perdita per un lungo periodo di tempo? Nella maggior parte dei casi, spengono le loro apparecchiature.

Alcuni, come l’amministratore delegato di Coinbase, Brian Armstrong, si sono chiesti se il dimezzamento dell’evento potrebbe portare a uno scenario da giorno del giudizio in cui un improvviso calo dell’hardware (la quantità di potenza di calcolo sulla rete Bitcoin) porta a una più lenta conferma delle transazioni, che poi porta a un prezzo in bitcoin più basso, che porta a un numero ancora maggiore di minatori che spengono le loro apparecchiature, e quindi il ciclo continua.

La stragrande maggioranza della comunità mineraria bitcoin non sembra preoccupata per il dimezzamento dell’evento. Bitcoin Magazine ha recentemente condotto interviste con diversi rappresentanti della comunità mineraria, tra cui Jihan Wu di Bitmain e Valery Vavilov di BitFury, e tutti sono ottimisti sul dimezzamento. Detto questo, la maggior parte di loro crede che ci sarà un piccolo calo nel hashrate della rete.

È interessante notare che è probabile che i minatori riceveranno una ricompensa per block denominata in USD più grande dopo il dimezzamento rispetto a quello precedente. Anche se il numero di bitcoin inclusi in un premio del blocco sta per essere dimezzato, il prezzo del bitcoin è più che raddoppiato nell’ultimo anno.

 

Proteggi i Tuoi Bitcoin,

+ 40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

e comandi Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Cosa significa questo per il prezzo Bitcoin?

Molti appassionati di bitcoin sono convinti che il dimezzamento avrà un impatto estremamente positivo sul prezzo del bitcoin ed è vero che il prezzo del bitcoin è aumentato in modo sostanziale nelle settimane precedenti il ​​calo del premio del blocco. Se questo aumento continuerà il post-dimezzamento è in discussione.

Se notiamo, a luglio 2016 bitcoin valeva 650 dollari, per arrivare poi a fine 2016 a circa 950 dollari per poi nel 2017 prendere davvero la rincorsa!

E quindi cosa succederà nel 2020 con il prossimo Halving?! Bitcoin salirà alle stelle?!

Spero che questa mia guida ti sia stata utile e se così fosse torna a trovarci e seguire il nostro blog, se vuoi puoi anche fare una donazione in:

Bitcoin:

1D5yCNWBeBpDEVVY52XrwY8kHrJQykgHdM

Ethereum :

0x55eE853F76Ae3a525B6ce5a3a5b0688238539bBE

Litecoin :

LhSC4ebQXZH2XM94Cp9Vk1UHWT5ur6pYTA

Grazie,

Emanuele

Proteggi i Tuoi Bitcoin,

+ 40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

e comandi Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

 

 

Un po’ di Dati per capire

chi è il RE del Mondo….

Fermare BITCOIN è come fermare Internet
è matematicamente impossibile, finchè esisteranno 2 computer nel mondo che comunicano fra loro, internet non cesserà mai di esistere.

Essendo Bitcoin una Moneta “Peer To Peer” ovvero scambiabile da persona a persona, senza intermediari manipolatori, Stati, banke, Satrapi…. è come mettere una mano nel fiume PO’ e pretendere di fermarne il corso d’acqua !!!

Bitcoin è presente sui Satelliti….
dovesse scoppiare il mondo,

Bitcoin resterà in VITA !!!

Teneteli ben Stretti,

non fatevi condizionare da persone ignoranti !!!

Lo sapevi che le banke sono proprietarie

del Tuo Denaro ???

Scopri qui l’articolo di legge 1834

 

Se confido in questa Tecnologia, me la tengo stretta !

 

Dove viene utilizzata la Tecnologia

che sta dietro al Bitcoin ???

-Contratti Intelligenti

– Transazioni Monete

– Conservazione Dati

– Sanità

– Votazioni

– Sicurezza…

Il tutto non manipolabile dall’uomo,

perchè se una persona cambia i dati di un computer,

dovrebbe cambiare i dati di tutti i computer del mondo,

nello stesso istante in cui ne cambia uno,

è un operazione insostenibile economicamente,

nessun uomo sulla terra, può permettersi di farlo.

Esiste un Corso gratuito in formato Digitale PDF

di Andreas M. Antonopoulos

Scaricabile QUI

mi raccomando , Informati, studia,

cerca di capire il cambio di paradigma

che sta avvenendo, una vera e propria Rivoluzione .

Bitcoin Distruggerà il Malefico….

Le persone potranno finalmente Vivere una Vita

Dignitosa senza essere schiavi del vecchio sistema.

Cosa succede all’economia con l’entrata di Bitcoin nelle borse valori del mondo ?

Video

Proteggi  i  Tuoi  Bitcoin, +  40  Crypto…

con la chiavetta esterna Cryptata,

  e  comandi  Manuali

Ledger Nano S - The secure hardware wallet




 


Le correzioni Storiche del Bitcoin ,

ogni anno ha perso molto guardate che robba !!!

Basti osservare la colonna High PRICE !!!

 

Confronto delle transazione

effettuate tra vari Canali in termini di tempo.


Vuoi avere dei Profitti

nel mondo Bitcoin ??? 

Scopri il Mining e

Robot Automatizzati QUI

Per avere assistenza manda un messaggio

su Telegram   QUI    @emanuelefly

 

oppure Prenota direttamente da QUI :

https://emanueledinicola.youcanbook.me

Ledger Nano S - The secure hardware wallet




 




 

ART. 1834 Tuoi Soldi appartengono alle banche per Legge

 

Articolo 1834 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n.262)

Depositi di danaro

 

Dispositivo dell’art. 1834 Codice civile

Nei depositi di una somma di danaro presso una banca, questa ne acquista la proprietà ed è obbligata a restituirla (1) nella stessa specie monetaria (2), alla scadenza del termine convenuto ovvero a richiesta del depositante, con l’osservanza del periodo di preavviso stabilito dalle parti o dagli usi (3).

Salvo patto contrario, i versamenti e i prelevamenti si eseguono alla sede della banca presso la quale si è costituito il rapporto (4).

 

Note

(1) Si tratta di deposito irregolare, con il quale il depositario diviene proprietario del bene ed è obbligato alla restituzione del tantundem eiusdem generis. Di solito tali operazioni vengono eseguite in un conto corrente: si applicano, quindi, anche le relative norme (1852 ss., 1857 c.c.).
(2) La banca è debitrice del depositante: pertanto, se il deposito è fatto in valuta estera essa ha facoltà, alla sacadenza, di liberarsi corrispondendo quanto dovuto nella moneta avente corso legale ovvero nella moneta estera depositata (1278 c.c.).
(3) Il preavviso costituisce un onere a carico del depositante.
(4) Quasi sempre, tuttavia, le parti si accordano per consentire i depositi ed i prelevamenti anche in filiali diverse da quella di conclusione del contratto.

Questo oggetto ha un Valore Enorme, Scoprilo !!!Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ratio Legis

Il contratto soddisfa gli interessi di entrambe le parti. Il depositante, oltre a cautelarsi da eventi quali il furto o lo smarrimento, può ottenere un vantaggio economico dovuto agli interessi che le somme depositate producono. La banca, a sua volta, mediante la raccolta del denaro accumula capitali da concedere onerosamente in prestito a terzi, ad esempio mediante mutui (1813 c.c.).

Spiegazione dell’art. 1834 Codice civile

Portata della norma

La disciplina positiva del deposito bancario in generale viene limitata dal legislatore al solo deposito irregolare di denaro, che, a seguito del noti divieti dei cosiddetti comodati bancari irregolari, diviene l’ unica forma possibile di deposito ad uso.

L’unico articolo del nuovo codice riferito al deposito ad uso si limita a dare la fissazione della struttura funzionale di questo tipo nelle sue diverse conformazioni tecniche. Il deposito di denaro ad uso viene considerato come deposito a vista, per quale il depositante ha il diritto di chiederne il pagamento ad nutum, come deposito semplice dopo preavviso, per il quale il diritto di chiederne il rimborso è subordinato alla notifimzione fatta dal depositante alla banca circa la data per la quale il pagamento dovrà effettuarsi, ed infine come deposito a scadenza fissa (individuato oggi nei cosidetti buoni fruttiferi e nel depo­sito vincolato), per il quale la richiesta del pagamento dovrà intervenire al termine preventivamente stabilito.

La norma sul deposito ad uso di denaro è volutamente formulata in modo generico e lascia di conseguenza piena libertà alle parti contraenti di procedere alla fissazione delle condizioni particolari e specifiche entro le quali e secondo le quali il contratto dovrà svolgersi. Nel silenzio della legge la regolamentazione particolare del contratto risulterà fornita dagli usi bancari e particolarmente da quelli schemi che le banche predispongono per la formazione e per l’attuazione del rapporto, e che vanno genericamente sotto il nome di condizioni negoziali di deposito bancario. Nonostante la non ancora ben individuata natnra ginridica di tali condizioni, la dottrina afferma che essi costituiscono elementi formativi di vincoli contrattuali, dei quali ammette la validità e l’efficacia regolamentare entro determinati limiti.

Deposito ad uso e i suoi effetti

Il deposito di denaro ad uso obbedisce alle norme generali sulla capacità e sulla validità dei contratti e risponde a regole particolari discendenti dalla propria struttura. Secondo la dottrina dominante, il deposito ad uso di denaro costituisce un contratto umlaterale, come tale non soggetto alla exceptio inadimpleti contractus, nè alla condizione risolutiva tacita. È un contratto reale, per cui, ove manchi la traditio, si avrà un pactum de contraendo e non un deposito. Per la sua natnra di rapporto viene considerato a titolo gratuito, in quanto il contraente ne avrà vantaggio soltanto in caso di stipulazione di un inteiesse, e libero dall’impiego di forme solenni per la conclusione, nonostante per esso si richieda la prova scritta.

La norma espressa nell’articolo in esame verte sulla fissazione della reciproca posizione della banca e del depositante, limitandosi peraltro alla disciplina di soltanto alcuni degli aspetti di queste rispettive posizioni.

Per effetto del deposito bancario ad uso, dice l’articolo, la proprietà della somma depositata passa al depositario, il quale è tenuto a restituire la medesima somma numerica ricevuta o in moneta legale o nella medesima specie e quantità, ove cosi sia stato pattuito (salve, si intende oggi, le inibizioni sul cambio e traffico delle specie monetarie). Per quanto niente ci dica l’articolo in esame, risulta dalla regolamentazione in generale del deposito che il pagamento dovrà assere fatto dalla banca a chi è legittimato attivamente a riceverlo, dietro presentazione del docu­mento di legittimazione cosi pure, che la banca ha il diritto di compensare i suoi crediti col debito liquido ed esigibile verso il depositario, mentre non ha il diritto di esercitare il cosidetto diritto di ritenzione, come risulta chiaro dall’eliminazione, dalla nuova disciplina del deposito in generale, della norma già contenuta nell’art. #1863# del vecchio codice cod. civ. , dovuta alla configurazione di questo tipo contrattuale più come mutuo che come deposito. La presenza di una norma espressa sul deposito bancario di denaro ad uso, collegata alle nuove norme sul deposito in generale ed a quella in particolare posta nell’ art. 1782 del c.c., risolve il problema centrale di questo tipo contrattuale, che, come gia si è detto, ha avuto in passato tanto in dottrina che nella giurisprudenza diverse soluzioni.

Ledger Nano S - The secure hardware wallet
Rimane esclusa in primo luogo la possibilità di considerare il deposito di denaro ad uso come contratto innominato o atipico e cosi pure vengono escluse le altre tesi configurabili al suo riguardo, e tutto ciò, ormai, per effetto dell’esplicita sanzione del passaggio della proprietà dal depositante al depositario. Potrebbe forse ancora ritenersi incerto se il contratto possa essere distinto in deposito irregolare o in mutuo a seconda che si tratti di deposito a vista ed a breve preavviso, oppure si tratti di deposito a lungo preavviso o a scadenza fissa. Dalla norma attuale, collegata con quella dell’ art. 1782 del c.c., discende immediatamente l’individuazione del rapporto in un mutuo fatto dal depositario alla banca mediante il deposito. L’elemento che quella tesi adduceva quale distintivo fra mutuo e deposito, l’essere cioè il deposito rimborsabile a vista o a breve preavviso, di fronte alla nuova disciplina del contratto in questione, non si può considerare in modo alcuno decisivo. L’ art. 1816 del c.c. lascia perfettamente adito al mutuo rimborsabile a vista, a breve preavviso, come a lungo preavviso od a termine, così come già ebbe a ritenere una nostra notevole corrente dottrinale.

Oggi nel deposito bancario di denaro ad uso, ove non sia stata stipulata una data certa, il rapporto può diffidarsi a volontà da una delle parti. La stipulazione di una data certa interviene per lo più o nell’interesse della banca che si assicura così la disponibilità della somma per il periodo stabilito, o nell’interesse dei terzi che possono avere sul deposito dei controdiritti, oppure nell’ interesse del medesimo depositante che dalla data certa trae un vantaggio ed una tutela (si veda ad esempio il deposito fatto per un minore o per una persona sotto tutela).

Scadenza e obbligo di preavviso

Così fissata la posizione del depositario rispetto al rapporto il nuovo articolo sul deposito di denaro ad uso procede alla della posizione del thpositante. A questi, oltre il diritto di ottenere la restituzione del tantundem depositato, spetta normalmente il diritto d’avere gli interessi, o i premi o la provvigione stipulata o prevista dagli usi. Questo principio convalida l’accostamento del deposito al mutuo, dato che sarebbe inconciliabile l’obbligo della banca col fatto del deposito intervenuto nell’esclusivo interesse del cliente, per il quale sarebbe appunto la banca che dovrebbe avere un diritto ad un compenso per il servizio di custodia che presta al di lui favore.

L’obbligo fatto al depositante di rispettare il termine di preavviso per ottenere il pagamento di quanto depositato, in caso di rapporto disdettabile ad nutum, cosi come sarà pattuito dalle parti o dagli usi, e oggi configurato nella sua finalità sostanziale quale mezzo di garanzia e di assicurazione in favore della banca depositaria, onde adessa sia dato il tempo utile e necessario per provvedere alla provvista delle somme necessarie per soddisfare alla propria obbligazione. E questo principio, che oggi viene esplicitamente sancito dalla norma in esame, discende direttamente dalle norme generali pubblicistiche in tema di tutela del credito e mira ad evitare quelle crisi verificatesi in passato a seguito di un’improvvisa, e qualche volta ingiustificata, richiesta di restituzione in massa dei depositi monetari presso le banche, quale conseguenza del venir meno di quell’elemento di fiducia che è presente in questo rapporto.

Luogo del versamento e prelevamento

Nel capoverso dell’articolo si ha la piena codificazione di un principio ormai radicato in tema di deposito ad uso, espresso da un non meno radicato uso bancario. La banca è tenuta ad eseguire il pagamento a chi è legittimato attivamente e nella sede dell’azienda di credito (o succursale) che ha ricevuto il deposito stesso. La natura di debito querable e non portable della banca era già da tempo affermato dalla dottrina e dalla pratica, per cui forse poteva considerarsi anche superflua, oggi, la presenza di una precisa disposizione in proposito.

La presenza della norma si può forse spiegare con il particolare rilievo assunto oggi nella nuova legislazione da parte del concetto di impresa bancaria, per cui il legislatore ha voluto espressamente domiciliare il contratto e le operazioni ad esso inerenti nella sede ove l’organismo bancario stipula il rapporto e dove esso viene perfezionato, escludendo così ogni possibile riferimento a quella che è la sede in senso legale dell’impresa.

La possibilità di una diversa pattuizione esplicita tra le parti incontra facile ed evidente spiegazione nella circostanza del frequente collegamento del deposito bancario ad uso con altre forme e figure contrattuali quali il giro bancario, il conto corrente di banca o di corrispondenza.

 

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

 

739 Il deposito di una somma di danaro produce trapasso della proprietà del danaro alla banca e obbligo di restituire il tantundem nella stessa specie monetaria (art. 1834 del c.c., primo comma). Di solito, per i depositi di danaro a risparmio la banca rilascia un libretto: in esso devono annotarsi tutte le operazioni, e la sottoscrizione dell’impiegato della banca fa piena prova nei rapporti tra questa e il depositante, purché l’impiegato che ha sottoscritto sia quello che figura addetto al servizio, senza che il cliente abbia l’onere di indagini sulla realtà dell’incarico apparente (art. 1835 del c.c.). Si attribuisco al libretto di deposito pagabile al portatore, anche se intestato al nome di una persona, il carattere di titolo di legittimazione (art. 1836 del c.c.); il che facilita le operazioni, consentendo alla banca di pagare validamente anche senza indagini sui rapporti interceduti tra l’intestatario e il presentatore del libretto, salvi sempre gli effetti del dolo e della colpa grave, a sensi del secondo comma dell’art. 1992 del c.c.. Al minore che abbia compiuto i diciotto anni si è riconosciuta la capacità di compiere le operazioni di deposito a risparmio (art. 1837 del c.c.) generalizzandosi una norma già in vigore per le Casse di risparmio, la quale oggi appare meno eccezionale di fronte al disposto dell’art. 3 che attribuisce al minore, con il compimento dei diciotto anni, piena capacità di agire nel rapporti di lavoro. Come opportuno temperamento si è ammessa l’opposizione del legale rappresentante del minore. Nei depositi di titoli in amministrazione (art. 1838 del c.c.), data la natura dell’oggetto, l’obbligo della custodia si completa con un complesso di altre prestazioni le quali, se attribuiscono alla banca il diritto ad un compenso (art. 1838, terzo comma), addossano però alla stessa dei doveri di diligenza, che non possono essere elusi con patti di esonero (art. 1838, quarto comma). La sanzione di nullità di questi patti tutela la massa dei depositanti e corrisponde agli scopi del contratto, che ha nella sua essenza la finalità di porre a carico della banca la cura di amministrare i titoli e le conseguenze di ogni trascuratezza in cui può fare incorrere l’attività relativa. Senza tale responsabilità i depositanti preferirebbero collocare i titoli in cassette di sicurezza.

 

Massime relative all’art. 1834 Codice civile

Cass. civ. n. 788/2012

 

Nel deposito bancario, negozio complesso di durata che costituisce un contratto d’impresa, caratterizzato da profili speculativi, in cui l’interesse della banca alla raccolta ed alla gestione del risparmio concorre con quello del privato alla custodia ed alla rimuneratività delle somme, l’obbligo restitutorio della banca sorge (salvo il caso di previsione di un termine convenzionale di scadenza del contratto) solo a seguito della richiesta del cliente, quale condizione di esigibilità del credito del medesimo, con la conseguenza che l’inerzia al riguardo tenuta non è interpretabile come manifestazione di disinteresse a far valere il suo diritto, cui possa collegarsi il decorso del termine prescrizionale, ma come mero esercizio di una facoltà, onde la prescrizione del diritto del depositante ad ottenere la restituzione delle somme depositate non inizia a decorrere prima che il cliente abbia richiesto la somma in restituzione, facendo sorgere il corrispondente obbligo della banca.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 788 del 20 gennaio 2012)

Cass. civ. n. 23844/2008

In tema di deposito bancario, la mera cointestazione del libretto comporta l’accensione di un deposito congiunto semplice, su cui ciascun cointestatario, se non può agire anche per l’altro, impedendogli la disciplina della comunione di estendere il proprio diritto sulla cosa comune in danno dell’altro, può, però, disporre della sua quota ed esigerla, stante la divisibilità dell’obbligazione di denaro.

(Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 23844 del 18 settembre 2008)

Cass. civ. n. 17945/2003

L’obbligo di corrispondere interessi sulle somme depositate in banca, a norma degli artt. 1834 e 1835 c.c., non è legato all’esigibilità del credito restitutorio, ma discende dalle regole del deposito irregolare e del mutuo, cui questo è a tal fine assimilabile (artt. 1782 e 1815 c.c.): trattandosi, quindi, di interessi connaturati al mero fatto che le somme depositate siano poste nella disponibilità della banca depositaria, essi spettano al depositante per tutto il tempo in cui tale situazione perduri. Da tanto deriva che l’intervento di un vincolo esterno alla restituzione (pignoramento o sequestro) non incide sulla causa giuridica da cui deriva il debito per interessi, perché quel vincolo impedisce al depositante di richiedere nell’immediato alla banca depositaria la restituzione di dette somme, ma non le rende medio tempore indisponibili per la banca medesima.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 17945 del 25 novembre 2003)

 

Cass. civ. n. 15231/2002

Nel caso in cui il deposito bancario sia intestato a più persone, con facoltà per le medesime di compiere, sino alla estinzione del rapporto, operazioni, attive e passive, anche disgiuntamente, si realizza una solidarietà dal lato attivo dell’obbligazione, che sopravvive alla morte di uno dei contitolari, sicché il contitolare ha diritto di chiedere, anche dopo la morte dell’altro, l’adempimento dell’intero saldo del libretto di deposito a risparmio e l’adempimento cosa conseguito libera la banca verso gli eredi dell’altro contitolare.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 15231 del 29 ottobre 2002)

Cass. civ. n. 4389/1999

Mentre il diritto alla restituzione delle somme depositate vantato dal depositante nei confronti della banca, che abbia pagato a un terzo portatore del libretto di deposito ma non titolare del credito, ha natura contrattuale e si fonda sul deposito e sul pagamento al terzo con dolo o colpa grave, il diritto, del depositante nei confronti del terzo ha natura extracontrattuale e si fonda sull’illecito possesso della somma; conseguentemente, sul piano processuale le azioni proposte dal depositante nei confronti della banca e del terzo sono diverse, sul piano sostanziale le posizioni debitorie non sono legate da un nesso di solidarietà passiva. (In applicazione di tali principi si è affermato che la transazione conclusa tra depositante e terzo non produce effetti diretti sul rapporto tra depositante e banca e non comporta l’estinzione di questo, eventualmente realizzandosi l’effetto indiretto di incidere sul quantum dovuto dalla banca al depositante).

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 4389 del 3 maggio 1999)

 

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

 

https://www.brocardi.it/codice-civile/libro-quarto/titolo-iii/capo-xvii/sezione-i/art1834.html?fbclid=IwAR21d-bSPXVTL3cJTB9flU7wm3CNR21xz0Qbt_Ov1k1CMUuAm1wTYVQeSNc