Archivio mensile:agosto 2018

Non Capisci il Bitcoin perchè pensi che l’euro sia Reale !

Bitcoin è un’illusione, un’allucinazione di massa. Sono solo numeri che volano nell’iperspazio, un miraggio, inconsistente come una bolla di sapone, impalbabile come il volo di una farfalla.
Bitcoin non è supportato da nient’altro che dalla fede di tutti gli sciocchi che lo comprano e di quelli ancora più sciocchi che lo acquistano da quelli un po’ meno sciocchi che lo vendono.
Vuoi sapere una cosa? Facile, tutto questo è assolutamente vero.
Quello che invece è molto meno facile da capire è che anche i tuoi euro sono un’illusione. Anche loro consistono principalmente di numeri che danzano là fuori nell’iperspazio.
A volte sono memorizzati in carta, in monete. Ma mentre la carta e le monete sono tangibili, il valore che loro rappresentano non lo è affatto.
Gli Euro non sono supportati da null’altro che dalla fede di tutti gli sciocchi che lo accettano come mezzo di pagamento e da altri sciocchi a cui sta bene scambiarlo. Per convenzione, ma anche perché è una valuta a costo forzoso.
La differenza principale è che si crede all’illusione dell’euro in maniera molto più diffusa e aggressiva.
Andiamo nel dettaglio.
In effetti, quasi tutti gli euro, circa il 90 percento, sono puramente astratti – letteralmente non esistono in alcuna forma tangibile. Ma soprattutto trasparente e verificabile.
I dollari statunitensi? Sarà diverso…No. La stessa cosa.
Nel 2012 James Surowiecki evidenziava che “solo il 10% dell’offerta di moneta USA – circa $ 1 trilione su $ 10 trilioni totali – esiste sotto forma di denaro contante e monete”. Cinque anni dopo, come forse qualcuno di voi immagina, la differenza è molto più ampia.
Non c’è nulla che impedisca al sistema bancario statunitense di creare più dollari ogni volta che cambia l’umore. Dei 13,7 trilioni di dollari dell’offerta di moneta USA a Ottobre 2017, ben 13,5 miliardi di dollari sono stati creati dopo il 1959. Per dirla in altri modi, la base monetaria si è espansa di 50 volte.
E l’illusione più diffusa è che il denaro si autobilanci proporzionalmente nei nostri portafogli, secondo qualche formula magica.
Il dollaro è la cosiddetta valuta “fiat”. Fiat è latino per “sia fatta”, come in “fiat lux”, “Sia fatta Luce”; Fiat sono euro, dollari, lire, bolivar, rubli (e non continuiamo l’elenco).
La tentazione per i leader politici degli stati-nazione moderni di produrre denaro è storicamente un gioco irresistibile. Un risultato evidente di questa sfrenatezza è l’inflazione: il potere d’acquisto di $ 1 del 1959, oggi, sarebbe di poco inferiore ai 12 centesimi.
La Blockchain di bitcoin è stata creata anche per affrontare questa debolezza storica. Dopo che il 21esimo milione di bitcoin sarà estratto, intorno al 2140, il sistema non ne produrrà più.
Truffatori e ciarlatani tenteranno sempre di prendersi gioco delle varie strutture monetarie e le riserve di valore (si veda: la crisi finanziaria del 2008, i relativi salvataggi, e i furti di Mt. Gox o la questione del Tether).
È la natura umana.
Tutte le fonti di valore (store of value) sono obiettivi.
Eppure, anche se può sembrarti sorprendente, ci sono alcune differenze radicali tra criptovalute e monete fiat.
Ad esempio, le transazioni condotte nel sistema bitcoin sono registrate in un registro non falsificabile che non si basa sull’autorità di banche o politici di turno alla ricerca di confermare un consenso.
Si basa su una rete di computer pubblici di cui chiunque teoricamente può essere parte in maniera libera. Inoltre, come già detto, il numero di bitcoin è definito. Per via della sua tracciabilità, l’anonimato della criptovaluta bitcoin non è forte quanto l’anonimato dei contanti (che non sono marcati). Spesso chi commette illeciti su bitcoin è molto più facile da rintracciare rispetto a chi lo fa con i contanti.
Il denaro stesso è un’illusione, un’allucinazione di massa. Stai lavorando duramente per ottenerlo, coltivarlo e tenerlo, ma l’unica cosa reale di esso è il suo potere simbolico. Tutti i tentativi di garantirlo – ad esempio, con un tasso di cambio fisso rispetto a vari beni – hanno fallito. Il gioco che è stato costruito è davvero fantastico, considerato da una certa angolazione. Ma se lo studi, capisci che è estremamente fragile.
Ci sono disastri finanziari in cui la gente è costretta a pagare somme gonfiate allo sproposito per un litro di acqua. L’esempio più attuale è il Venezuela.
Fatti una domanda. Che cos’è “il valore di un dollaro”?
La maggior parte delle accuse fatte alle criptovalute come il bitcoin e la tecnologia blockchain che li sottende, non tengono conto di questo fatto. Il denaro che usiamo è fragile e provvisorio. Ci vorrebbe un cimitero per tutte le monete morte nell’ultimo secolo.
Non potrai mai comprendere le criptovalute se pensi che il denaro sia reale, solido e “supportato” da qualcosa di diverso dalla fiducia nelle istituzioni la cui stabilità è sempre incerta.
Un euro è sostenuto “dala piena fiducia e il merito degli stati membri dell’unione europea”. Ma cosa significa esattamente?
Significa che se prendi un euro nel Tesoro della Banca Centrale Europea e chiedi loro di riscattartelo, lo faranno: ti daranno … un euro. Invece molte persone pensano ancora che l’euro sia sostenuto da riserve d’oro.
Le crisi monetarie di governi instabili come quelli di Grecia, Venezuela e Spagna hanno già innescato una serie di picchi nei mercati cripto. Quando il governo cipriota ha cercato di risolvere la crisi bancaria del 2013, imponendo un taglio del 7% ai depositi bancari dei suoi cittadini, il prezzo del bitcoin è salito vertiginosamente. Perché? Probabilemente molti risparmiatori provenienti da paesi molto indebitati hanno pensato che il bitcoin potrebbe rappresentare un risparmio più affidabile per i loro soldi di quanto le loro banche potessero. Le istituzioni finanziarie esistenti sono profondamente inclini alla corruzione e questo succede da molto prima che il bitcoin balenasse nella mente di Satoshi Nakamoto.
Eppure bitcoin era un progetto motivato politicamente, un nuovo sistema costruito per fornire un mezzo di scambio digitale a prova di manomissione su cui potrebbe essere basata un’alternativa migliore ai nostri sistemi finanziarti esistenti. La teoria è che una rete di computer distribuiti, pubblici e a prova di manomissione, possano garantire la validità di una valuta meglio di quanto i governi possano fare.
E finora il sistema di blockchain su cui è stato costruito il bitcoin ha (almeno parzialmente) dimostrato questa teoria.
Un milione circa di bitcoin sono stati rubati da vari portafogli a partire dal 2009, ma il registro distribuito, il sistema contabile su cui si basa il bitcoin, è rimasto dopo 10 anni intatto, nonostante i numerosi attacchi ad esso.
La prospettiva di ottenere ricchezza in maniera istantanea fa impazzire la gente. I numerosi furti e imbrogli richiamano alle storie di avidità e di corruzione durante corsa all’oro.
Eppure la tendenza degli avidi a produrre crimini e truffe non ha fatto evaporare il valore dell’oro.
Il vero avvertimento è che l’incorruttibilità del registro bitcoin è sopravvissuta, non solo a causa delle sue protezioni crittografiche, ma anche per la buona fede della maggioranza del network e il buon senso dei singoli sviluppatori che guidavano il progetto in una infanzia molto difficile.
A causa di disastri come il furto di circa 800.000 bitcoin dall’exchange Mt. Gox, scoperto nel 2014, l’intero ecosistema della blockchain ha subito un bruttissimo colpo.
L’impressione pubblica era che il bitcoin stesso fosse violato, quando in realtà era il più grande exchange che era stato violato.
Altra accusa. Bitcoin è stato utilizzato sul deep web per comprare e vendere farmaci illegali e droghe! Beh … la maggior parte delle banconote da cento dollari portano tracce di cocaina, quindi se ti opponi anche alle banconote da cento euro sul conto, per favore, manda quello che ti scoccia sul nostro conto.
Il fatto che sia utilizzato in transazioni criminali delegittima il contante? No. La verità è che il denaro è contaminabile per sua stessa natura.
Ben presto, il sistema di blockchain ora in uso si trasformerà e si fonderà con altri sistemi, perché il suo valore è incalcolabile. Gli investitori da Wall Street a Sand Hill Road hanno già investito notevoli quantità di denaro, tempo e sforzi in attività basate su blockchain.
Indipendentemente dai difetti nel sistema che Satoshi Nakamoto ha lanciato nel 2009 – che per alcune cose sono ancora sostanziosi – è ormai dimostrato che esiste un modo di scambiarsi valore tra persone infallibile, garantito, incorrutibile. Senza fare affidamento su autorità esterne come banche o governi.
Questo è un fatto ed è un’invenzione senza precedenti. Il dado è tratto. Il coniglio è uscito dal cilindro. Come potete pensare davvero che si possa tornare indietro adesso?

Analizziamo Bitcoin fino ad oggi 30 AGO 18

Il Valore di Bitcoin

è  6  volte rispetto a 2 anni fa .

Guardate questo grafico:

 

E’ il grafico del prezzo di Bitcoin in dollari americani negli ultimi 2 anni.

Chi segue l’andamento del prezzo di Bitcoin da un po’ di tempo sa che nel 2017 c’è stata una vera e propria bolla speculativa, e questa immagine lo rende evidente. Ma sa anche che, prima del 2017, il prezzo è stato relativamente stabile per un po’ di tempo attorno a quota 1.000 dollari.

La riga rossa che vedete a sinistra rimarca proprio il tempo in cui il prezzo è rimasto relativamente stabile attorno a quota 1.000 dollari. Dopodichè, attorno a marzo 2017, si è innescato un boom che ha portato il prezzo prima a 2.000 dollari, verso giugno, poi a 4.000 ad agosto, per poi schizzare a 6.000 a ottobre, 8.000 a novembre e addirittura 20.000 a dicembre.

Poi la bolla è scoppiata, ma come è avvenuto praticamente sempre in passato, il prezzo non è sceso ai livelli pre-bolla. Infatti, come potete notare dalla riga a destra, si è stabilizzato attorno a quota 6.000 circa, più o meno come a giugno 2017. La cosa interessante è che il nuovo livello minimo è sei volte maggiore di quello pre-bolla!

Già in passato quando sono scoppiate altre bolle speculative il prezzo dopo-bolla era superiore a quello pre-bolla, ma un incremento di sei volte in un anno è davvero notevole (ricordo che la prima vota che è sceso a quota 6.000 era febbraio 2018, ovvero 11 mesi dopo l’inizio del boom di marzo 2017).

Pertanto chi segue l’andamento sul lungo periodo sa benissimo che il valore, anno dopo anno, sta continuando a salire, mentre solo chi lo segue sul breve periodo non riesce a cogliere questo trend.

Sia chiaro: bolle come quella della seconda parte del 2017, che ha portato il valore da 6.000 a 20.000 in 6 mesi, continueranno ad esserci anche in futuro, ma a questo punto si rafforza l’ipotesi che il prezzo post-bolla di Bitcoin in genere sia superiore a quello pre-bolla. L’importante è evitare di investire denaro in piena bolla, quando i prezzi sono eccessivamente alti e sono destinati a scendere.

 

 

Nessuna persona detiene Bitcoin Fisicamente

C’è un curioso aspetto delle criptovalute che in molti non conoscono.

Fisicamente i token, come ad esempio i BTC, stanno sempre e soltanto in un unico posto, e da lì non si muovono MAI. Ovvero nascono sulla blockchain, e passano tutto il loro tempo solo nella blockchain.  Da lì non si possono spostare.

La blockchain, a sua volta, è pubblica, non sta su un preciso computer, ma su una rete di migliaia di computer, detti nodi, sparsi in tutto il mondo. Pertanto sarebbe scorretto affermare che i propri bitcoin stiano sul proprio wallet! Inoltre chiunque volendo può installarsi un nodo sul proprio computer e scaricare l’intera blockchain…

Quindi fisicamente nessuno possiede i propri bitcoin. Ma allora come si fa a non farseli fregare da altri, se stanno sulla blockchain pubblica?

Il concetto chiave in questo caso è… la chiave privata. Infatti la chiave privata, a differenza dei token, non sta sulla blockchain: è per l’appunto privata, mentre la blockchain è pubblica, quindi non può e non deve stare sulla blockchain.

Ebbene, dovete sapere che i bitcoin possono essere utilizzati solo da chi dispone della chiave privata dell’indirizzo a cui sono associati. Ogni token infatti appartiene ad un indirizzo pubblico, che è stato creato a partire da una chiave privata: solo chi ha quella chiave privata può inviarlo da quell’indirizzo ad un altro indirizzo.

custodia fisica chiave fredda

I wallet non fanno altro che memorizzare la chiave privata, ed utilizzarla per consentire a chi la possiede di inviare i propri bitcoin (mentre invece non serve ad esempio per riceverli, perchè in tal caso basta l’indirizzo). Quindi sebbene i bitcoin stiano solo nella blockchain pubblica, e non si possano mai muovere da là, possono essere spostati da un indirizzo all’altro utilizzando la chiave privata.

Ecco, se da un lato nessuno possiede fisicamente i propri bitcoin, invece chiunque ne abbia possiede la sua chiave privata. E’ il possesso della chiave privata infatti a consentire l’utilizzo dei bitcoin presenti sul relativo indirizzo, ed è questo che consente il possesso, indiretto, dei bitcoin stessi. Infatti visto che i bitcoin servono per essere inviati, è sufficiente il possesso della chiave privata per poterli inviare, e questo fa sì che, indirettamente, chi possegga la chiave privata possegga anche i bitcoin associati all’indirizzo pubblico creato con quella chiave privata.

Chiavetta USB – LedgerNano S

Chiavetta Trezor

Pertanto FATE MOLTA ATTENZIONE a come conservate la vostra chiave privata, o le vostre chiavi private (ognuno può possederne quante ne vuole, ed a ogni chiave privata corrisponde un indirizzo diverso), perchè chiunque ne venga in possesso di fatto si può impadronire dei bitcoin associati al relativo indirizzo. Insomma la chiave privata (o eventualmente il seed) è tutto ciò che possedete, nulla di più.

Atomic wallet

Sicurezza

 

Oggigiorno la sicurezza è diventata una delle priorità più importanti sul mercato delle criptovalute.

È facile ricordare tutte le situazioni in cui sono stati violati diversi scambi, di conseguenza gli utenti hanno perso grandi quantità di fondi a causa della mancanza di sicurezza o vulnerabilità delle piattaforme centralizzate. Lo analizzeremo presto in un altro articolo.

Oggi parliamo di portafogli di criptovaluta e della loro sicurezza.

L’aumento del valore della criptovaluta ha attivato truffatori e imbroglioni, che sono alla ricerca di metodi facili e veloci per trarre vantaggio dai fondi degli utenti fidati.

I rischi di custodia delle piattaforme e degli scambi centralizzati hanno portato le persone all’idea di un luogo di fiducia, dove possono tranquillamente conservare i loro fondi. Tale luogo dovrebbe essere totalmente non disponibile per hacker e truffatori e allo stesso tempo dovrebbe essere facilmente accessibile e conveniente per gli utenti.

Limitazioni principali delle piattaforme di scambio centralizzate:

La maggior parte degli scambi crittografici sono centralizzati e non sono assicurati da attacchi e vulnerabilità.
Inoltre stanno subendo frequentemente attacchi DDoS.
A volte non è possibile accedere istantaneamente ai propri fondi a causa di problemi tecnici o lavori tecnici eseguiti all’interno di una piattaforma di scambio.

Questi rischi mettono a repentaglio la sicurezza dei fondi, possono causare disagi o dare un senso di insicurezza.


Il modo migliore per mantenere criptovaluta

in questa situazione è utilizzare i portafogli.

 

Possono essere simili ai portafogli che utilizziamo nella nostra vita reale, ma c’è una differenza significativa tra di loro: non si memorizzano soldi nel proprio portafoglio di criptovaluta, i fondi vengono memorizzati solo nella blockchain.

Le tue informazioni vengono raccolte da blockchain e permanentemente aggiornate.
All’interno del tuo portafoglio puoi anche gestire e archiviare dati relativi a diverse risorse.
Puoi sempre vedere il tuo saldo e trasferire facilmente i tuoi fondi su un altro portafoglio o effettuare scambi tra diverse attività.

Piccolo suggerimento: è possibile memorizzare una quantità maggiore di fondi sul portafoglio di criptovaluta e archiviare anche una parte più piccola negli scambi per l’uso quotidiano per evitare l’hacking e le vulnerabilità degli scambi centralizzati.
Metodi di archiviazione di criptovaluta

Al giorno d’oggi ci sono due tipi principali di stoccaggio di criptovaluta: depositi freddi e caldi.

Nel metodo hot, le monete sono sempre disponibili online, puoi letteralmente spenderli in qualsiasi momento. Tali portafogli richiedono l’accesso a Internet, in quanto supportano la connessione permanente con la blockchain.

Il metodo a freddo è progettato per la conservazione di fondi senza la necessità di connessione a Internet. È possibile utilizzare un personal computer, telefono, scheda flash o solo un pezzo di carta, ma i portafogli hardware sono considerati i più sicuri.

La scelta giusta di un portafoglio caldo e freddo è un passo importante e responsabile. Devi capire che la sicurezza delle tue risorse criptovaluta dipende dalla tua scelta. Il metodo di archiviazione più affidabile è tradizionalmente considerato freddo, in questo caso le risorse vengono memorizzate sul dispositivo personale e solo tu hai accesso ai tuoi dati.

Atomic Wallet è un portafoglio di tipo freddo, tutte le password e i dati sono memorizzati sul dispositivo dell’utente e non sono conservati in nessun server, quindi non vi sono rischi di custodia o la possibilità di perdere fondi tramite servizi centralizzati. Il rischio principale in Atomic Wallet è se si perde la frase di backup o la si invia ad un’altra persona.
Password privata

La prima fase della sicurezza Atomic è la password. L’utente lo crea da solo, la password è necessaria per confermare le transazioni, per visualizzare l’elenco delle chiavi private e funge da protezione primaria contro l’uso non autorizzato del portafoglio da parte di un’altra persona. Ma cosa succede se hai perso la password? Bene, ecco che arriva la seconda fase di sicurezza nel sistema Atomic Wallet Security: la frase di backup di 12 parole.

Frase di backup

La frase di backup di 12 parole generata a caso ti aiuterà a ripristinare l’accesso al tuo portafoglio Atomic in qualsiasi momento. È fondamentale non perdere questa frase, conservarla in un luogo sicuro e inaccessibile agli altri. Puoi persino scriverlo o stamparlo su un foglio di carta.

crittografia

In Atomic Wallet – tutti i dati che sono memorizzati sul dispositivo dell’utente o inviati durante l’interazione con blockchain sono completamente crittografati. I dati locali protetti con algoritmo di crittografia simmetrica AES ei dati trasferiti tramite protocollo BitTorrent o che interagiscono con blockchain sono protetti con crittografia asimmetrica TLS.

Advanced Encryption Standard (AES) è un codice a blocchi simmetrico scelto dal governo degli Stati Uniti per proteggere le informazioni classificate ed è implementato in software e hardware in tutto il mondo per crittografare i dati sensibili. Leggi di più su AES qui.


Transport Layer Security (TLS) è un protocollo che garantisce la privacy e l’integrità dei dati tra due applicazioni di comunicazione. È il protocollo di sicurezza più diffuso oggi utilizzato e viene utilizzato per i browser Web e altre applicazioni che richiedono che i dati vengano scambiati in modo sicuro su una rete, come trasferimenti di file, connessioni VPN, messaggistica istantanea e voice over IP. Ulteriori informazioni su TLS qui.
Conclusione

La tua sicurezza è completamente nelle tue mani. Non memorizziamo alcun dato su alcun server, non memorizziamo chiavi private e non abbiamo accesso ad essi. Pertanto, sono gli utenti stessi a essere responsabili della gestione della password e della frase di backup.

Allo stesso tempo, Atomic Wallet è una combinazione di complicate tecnologie moderne, design e soluzioni di sicurezza. Abbiamo creato una piattaforma completamente sicura e conveniente per gli utenti che possono proteggere i loro fondi e tenerli in un luogo sicuro. Abbiamo scelto la via del decentramento, che corrisponde sempre allo spirito della criptovaluta. Sì, ci sono alcuni inconvenienti a questo, ma siamo pienamente sicuri che la nostra piattaforma attirerà l’attenzione di molte persone, il nostro portafoglio è semplice, facile da usare, supporta un numero enorme di risorse e implementa una tecnologia di Swap Atomico.

Scarica Atomic Wallet qui: https://atomicwallet.io/

Resta sintonizzato e seguici su:

Facebook – https://facebook.com/atomicwallet

Twitter – https://twitter.com/atomicwallet

Unisciti alla nostra chat di Telegram: https://t.me/atomicwalletchat

Le 10 Regole del buon Detentore di Bitcoin

 

In periodo di vacche magre, con il grafico del prezzo ben lontano dai massimi storici raggiunti a dicembre, il crypto trader è colto dai ripensamenti, perseguitato dai dubbi, dalla moglie che si fa sempre più martellante con la cantilena del senno di poi: “perché non hai venduto quando eri in tempo?”. Gli amici scherniscono, i media trattano Bitcoin come un’allucinazione collettiva, una chimera passeggera, o peggio ancora non ne parlano affatto. Secondo Pippo il barista e Pluto il parrucchiere era tutto fumo, uno schema ponzi destinato a fallire. L’amico hipster di turno ci canzona col ritornello: “the greater fool theory!” beandosi del suo dotto inglesismo. Lui, siccome è figo e segue i trend, è aggiornato all’ultima moda tech e puntualmente non capisce una fava, perciò ti dice che “Bitcoin no, la Blockchain invece.. quella si!”. La sua fonte è sempre Pluto, il parrucchiere.

Dribbli l’amico hipster e passi oltre, ma il tuo balance su Kraken e GDAX si è più che dimezzato per davvero rispetto a dicembre. E Blockfolio? Meglio non aprirlo più. Al primo risveglio del mattino, le mani sudate stentano a trattenere il telefono, che scivola dalla presa tremebonda: l’app Bitcoin Ticker Widget è lì che ti guarda, con un ghigno malefico, pronta a farti rinnegare ogni desiderio lussurioso del passato. Sfuma il sogno della Lamborghini, i long aperti fremono di paura quando toccano le trendline dai colori arcobaleno che con tanto orgoglio avevi disegnato con paint, su uno screenshot catturato da Bitfinex, con la maestria tecnica di un novello Kandisky del trading dilettantistico.

Insomma pare che tutto sia andato in vacca.

E invece no, il True Bitcoiner se ne sbatte, he doesn’t give a damn di tutto ciò, perché conosce le 10 Regole sacre del Sacro Blog.

Se seguite le dieci Regole, non importa quante bastonate avete preso e quanto siete doloranti in questo momento, avete comunque l’arma definitiva, come Goku durante la Genki Dama.

bitcoin genki dama

Perciò udite, ricordate e diffondete il verbo!

REGOLA NUMERO 1:

Guardate il grafico del prezzo. Ma guardatelo bene.

La prima regola è molto basilare, non richiede un’analisi economica, tecnica o sociologica. Basta dare una distratta occhiata a qualche screenshot.

Novembre 2010

Sto ancora male per quei poveretti che hanno comprato sul picco nel Novembre 2010. Poco dopo, da 40 centesimi di dollaro, Bitcoin è crollato a ben 20 centesimi, perdendo il 50% del suo valore! Praticamente si sono rovinati, poveri ragazzi.

bitcoin crollo novembre 2010

Giugno 2011

Ma non è niente in confronto a quelli che hanno comprato nel Giugno 2011!!! Da 30 dollari è passato a 5! Un crollo dell’85%. Per poi calare inesorabilmente fino ad arrivare a 2 dollari nel Novembre dello stesso anno. Pensate in che disperazione versano ancora quei disgraziati, sarà d’uopo organizzare una colletta commemorativa per le famiglie

bitcoin crollo giugno 2011

Agosto 2012

E se qualcuno di loro avesse provato a tenere duro nonostante le avversità? Che stolti, pur avendo aspettato un anno, nell’Agosto 2012 non avevano recuperato nemmeno la metà di quanto perduto… e si sono pure sorbiti un altro crollo del 40% da 13,5 dollari a 8 dollari! Davvero senza speranze.

crollo agosto 2012

Per non parlare dell’Aprile 2013, un altro crollo del 70%. A quelli che hanno comprato al picco di 230 dollari deve aver fatto malissimo, ma proprio male male, quando si sono ritrovati i loro bitcoin che poco dopo valevano meno di 70 dollari.

bitcoin crollo aprile 2013

Dicembre 2013

L’agonia è davvero infinita! Alla fine del 2013 qualche idiota si è messo a comprare Bitcoin sopra i 1000 dollari! Chi può essere il pazzo che spende una cifra del genere per della fuffa digitale? È più che ovvio il declino seguente, nel corso del 2014 e 2015, quando il prezzo è tornato lentamente e inesorabilmente sotto i 300$

bitcoin crollo dicembre gennaio 2014

Eppure, dal gennaio 2015 al gennaio 2017 la ripresa è strabiliante e Bitcoin torna sopra i 1000 dollari. Sarà stato solo qualche trader impazzito?

bitcoin ha un'aura potentissima

Tutti gridano alla bolla e si presagisce il crollo imminente… ed in effetti, ai primissimi di gennaio c’è un dump del 35%. Ma è solo la rincorsa per un’ascesa ancora più incredibile nel corso di tutto il 2017

bitcoin crolli e salita 2017

Dopo una salita del 1600%, a dicembre 2017 c’è un importante ritracciamento con un crollo del 70%. La crescita precedente è stata talmente elevata che oggi, chi ha investito prima di novembre 2017 è ancora in profitto, se non in enorme profitto, nonostante il pesante dump di dicembre.

E chi ha investito sul picco di dicembre invece? È in una terribile perdita! Cosa devono fare quei “poveri ragazzi”, mettersi le mani nei capelli, stracciarsi le vesti e vendere tutto?

Se vi ritrovate in quella situazione, voi investitori e crypto trader dell’ultimo minuto, pensate a quei “poveri disgraziati” che hanno investito nel novembre 2010 pagando un bitcoin ben 40 centesimi di dollaro. Se quei ragazzi non si sono fatti prendere dallo sconforto o dal panico e hanno tenuto fede alle loro convinzioni, per ogni dollaro investito a quei tempi si ritrovano oggi nel wallet un valore di circa 20 mila dollari.

Insomma, se siete in perdita, immaginate di aver messo i vostri fondi in buoni di stato, o buoni fruttiferi postali: difficile pensare di uscirne in pochi mesi e aspettarsi un gran guadagno. Siate pazienti. Oggigiorno, vedere bitcoin scendere a rasentare i 5.000 dollari non stupirebbe particolarmente. Ma fra alti e bassi stagionali, il trend di lungo periodo è, e rimane da ormai quasi 10 anni, una crescita esponenziale.

Puramente a titolo rappresentativo, nel grafico ho disegnato una proiezione nel futuro del prezzo di Bitcoin seguendo una curva esponenziale, presumendo un tasso medio di crescita giornaliero dello 0,3%

bitcoin crescita esponenziale

Un +0,3% medio nei prossimi due anni non è affatto esagerato. Questa è la crescita media giornaliera del prezzo di Bitcoin nel corso degli anni:

  • 2010: +0.82%
  • 2011: +0.76%
  • 2012: +0.26%
  • 2013: +1.11%
  • 2014: -0.25%
  • 2015: +0.09%
  • 2016: +0.22%
  • 2017: +0.71%

Ora vi chiederete se è corretto far fede ai grafici e basare i propri investimenti su queste ipotesi. La storia si ripete, ma la storia ci insegna anche che NON tutto si ripete. Certe cose finiscono, per sempre. Non basta guardare a uno storico e pensare che andrà avanti così per sempre. Ecco quindi che entra in gioco la regola numero 2.

REGOLA NUMERO 2:

Adottate un approccio razionale, cercando di comprendere il motivo dei crolli e del perché il prezzo continuerà a salire

bitcoin non è una bolla

Un grande crollo può spaventare, ma il Vero Bitcoiner deve provare a comprenderlo e non farsi prendere dal panico. In un articolo dello scorso settembre ho trattato a una lunga serie di dump storici. Manca una trattazione del più recente dump iniziato nel dicembre 2017, che integriamo qui.

Non c’è alcun dubbio che la causa primaria sia stata la folle crescita precedente. Sembra che all’improvviso verso la fine del 2017 i media di tutto il globo si siano accorti dell’esistenza di Bitcoin, portandolo alla conoscenza delle masse. Una pubblicità fuori dall’ordinario ha spinto una moltitudine di ingenui avventori dell’ultima ora a buttarcisi a capofitto senza avere alcuna conoscenza del mondo crypto, ma soprattutto, senza avere fiducia nell’asset in cui stavano investendo. Quegli stessi speculatori che fra novembre e dicembre hanno sospinto il prezzo di Bitcoin dagli 8 mila ai 19 mila dollari, al primo segnale di paura hanno subito calato le braghe, precipitandosi a vendere. Il problema principale di questi soggetti è che, per l’appunto, erano solo “speculatori”, senza la benché minima nozione tecnica, senza bussola né ideali.

Questo può spiegare il panic sell, ma non il motivo che lo ha fatto scattare. Da un lato, la scintilla potrebbe essere motivabile con la pura analisi tecnica. Questo tipo di analisi finanziaria, pur mancando di un ragionamento economico, può essere auto-predittiva per via di meccaniche psicologiche: ogni trader prevede che quando il grafico si impenna, specialmente in maniera così verticale, prima o poi dovrà ritracciare. Ad ogni modo, fra dicembre e febbraio vi sono anche stati numerosi eventi le cui conseguenze economiche sono razionalmente spiegabili senza ricorrere alle predizioni da fattucchiera:

1- Anzitutto le carte di debito bloccate: WaveCrest era fornitore delle carte di Xapo, Coinsbank e molte altre carte di debito in Bitcoin. Nel momento in cui Visa ha interrotto i rapporti commerciali con WaveCrest, tantissimi bitcoiners, che grazie all’estensione capillare del circuito Visa erano ormai abituati a “vivere” in bitcoin (potendo spenderli praticamente in qualsiasi POS/bancomat del mondo) si sono ritrovati all’improvviso senza una delle principali vie di disinvestimento. Bonifircarsi sul conto corrente grosse cifre in euro o dollari può voler dire pagare un capital gain, mentre spendere direttamente i bitcoin in negozio no, perciò avere impedito questa comoda via di “uscita” per spendere ha anche scoraggiato l’ingresso di nuovi capitali. Inoltre lo stop all’uso delle carte ha ridotto i volumi di puro scambio negli exchange, lasciando il mercato in balia di operazioni sugli exchange quasi esclusivamente ridotte alla compravendita di tipo speculativo.

wavecrest visa blocco carte debito bitcoin

2- Un bombardamento mediatico negativo, con notizie fake e teorie su complotti e poteri forti che non sono mai state provate. Un esempio su tutti, la questione Tether e Bitfinex

3- Gli exchange bloccati, chiusi o in manutenzione: aziende come Kraken, Bitfinex, The Rock Trading o Binance non riuscivano più a gestire il nuovo afflusso di utenti, per molte ragioni: la capacità hardware dei server, il numero di support request, specialmente da utenti nuovi che conoscono poco il sistema, nonché la necessità di trasmettere per ogni nuovo utente una moltitudine di scartoffie legali, come le pratiche Know Your Customer e Anti Money Laundering richieste dalla pubblica amministrazione

4- Il trustee giapponese che sta gestendo l’enorme fallimento di MTGox dal 2014 ha finalmente completato tutte le pratiche e iniziato a liquidare le proprietà di MTGox rimaste per rimborsare i creditori. Il problema è che si tratta di 400 milioni di dollari, venduti proprio fra dicembre 2017 e marzo 2018 (36 mila bitcoin e altrettanti bitcoin cash). Oggi il trustee gestisce altri 160 mila bitcoin che erano in mano a MTGox. Una quantità elevatissima, se pensiamo che è all’incirca pari alla riserva in cold wallet di Bitfinex, l’attuale exchange più grande al mondo. La vendita di quei coin può influenzare notevolmente il mercato.mtgox dump crolli

5- Ultimo punto, ma primo per importanza: a dicembre sono decollate le commissioni da pagare ai miners per effettuare transazioni su blockchain, a causa dell’intasamento della rete bitcoin per via dell’ondata di nuovi utenti. Questo ha reso Bitcoin praticamente inutilizzabile come strumento di pagamento.

bitcoin transaction fee spike

 

Oggi, relativamente a tutti questi punti ci sono buone notizie: nuove carte di debito stanno nascendo (ad esempio mona.co), gli exchange hanno riaperto con maggiore personale e piattaforme più performanti di prima, MTGox ha raccolto fondi a sufficienza dalle vendite per ripagare tutti i creditori. E per quanto riguarda le fake news, c’è un lato positivo: hanno fatto scappare tutti quegli speculatori senza conoscenze e fiducia nello strumento che in primis contribuiscono alla volatilità dei prezzi.

L’unica problematica davvero strutturale fra quelle elencate è l’ultimo punto: la tecnologia blockchain non è scalabile a piacimento. In merito però ci sono ottime notizie. Anzitutto, SegWit è al 35% di adozione ed in crescendo, mentre tutti i principali exchange hanno iniziato a fare batching, riducendo enormemente il carico sulla blockchain. Alcuni wallet come Electrum hanno anche aggiornato il software per un calcolo più efficiente delle fee. Oggi, come si vede anche dal grafico qui sopra, le commissioni sono state abbattute e trasferire Bitcoin non è più proibitivo. Probabilmente le fee rivedranno una crescita quando ci saranno nuovi picchi di utilizzo, ma la vera notizia è che proprio quest’anno arrivano in mainnet le prime applicazioni Lightning Network: la soluzione tecnologica definitiva alla scalabilità della blockchain sta diventando una realtà. LN permette pagamenti istantanei e commissioni basse a prescindere da quante persone utilizzino il network Bitcoin, una vera rivoluzione, forse la più importante dal 2009 ad oggi.

Insomma la sbornia di dicembre 2017 è passata, ci siamo ripuliti il sangue con una buona dose di erbe amare, abbiamo dato una potatura decisa, piantando le basi per una crescita più sana. Questo periodo di depressione dei mercati è anche il più interessante per i più tecnici ed esperti, date le novità rivoluzionarie di Lightning Network. C’è grande fermento e vedremo grandi cose nei prossimi anni!

Ma a prescindere dalle news contingenti a un preciso momento storico, la vera domanda è: perché, in generale, il prezzo di Bitcoin dovrebbe salire? Una prima risposta è che la quantità di Bitcoin è limitata, perciò più persone lo vogliono, più sale il prezzo. Tuttavia non è una risposta esauriente. Bisogna spiegare perché le persone dovrebbero volere Bitcoin e qual è l’utilità pratica di possederlo e utilizzarlo. Insomma, a cosa serve effettivamente? E qui arriviamo alla regola numero 3.

REGOLA NUMERO 3:

Chiedetevi esattamente a cosa serve Bitcoin e non comprate Bitcoin finché non siete in grado di dare una risposta.

bitcoin missione templari

Negli ultimi 100 anni, il dollaro ha perso circa il 97% del suo potere d’acquisto. Destino simile o anche peggiore è toccato alla Lira, al Marco, in generale qualsiasi moneta emessa da Stati o organizzazioni sovra-nazionali. La ragione è semplice: sono monete inflattive, la cui emissione comporta una redistribuzione della ricchezza. Questa redistribuzione è nient’altro che una tassa patrimoniale che paghiamo per ogni euro o dollaro che possediamo e che passa dalle mani di chi produce e lavora, a chi parassita. I “parassiti” sono in generale i più grossi “debitori” nell’economia, ovvero Banche, Stati Nazionali e quei soggetti economici da essi sussidiati. Questa redistribuzione oltre a colpire il cittadino a livello individuale, distorce le dinamiche economiche, creando i cosiddetti “cicli economici” e diminuendo a livello sociale l’efficienza produttiva, la qualità degli scambi e, in generale, il benessere. Video

Nel grafico si può vedere l’aumento dell’offerta monetaria nell’area euro (M3 è l’aggregato monetario più ampio, che comprende obbligazioni e titoli di stato con scadenza a breve termine). In dieci anni la quantità di “moneta” in circolazione è aumentata di oltre un terzo. Ovviamente, noi cittadini non abbiamo visto magicamente aumentare i nostri conti correnti di un terzo, eppure questi soldi sono stati immessi nell’economia, passando dalle mani di alcuni soggetti in particolare, per essere impiegati con un preciso scopo. Se volete capirne di più, guardate il video linkato.

espansioni monetarie vs bitcoin

Ad oggi ci si può mettere al riparo dall’inflazione convertendo i propri euro in oro fisico. Ma quest’ultimo non funziona bene come mezzo di scambio, proprio perché è “fisico”, pesante, costoso da trasportare, inadatto per effettuare pagamenti specialmente di importi piccoli. Non è facilmente liquidabile, perché non tutti lo vogliono, perciò il suo potere d’acquisto varia in base a quanto siete bravi a trattare e su che mercato lo vendete. Sareste disposti da domani a ricevere il vostro salario in un corrispettivo in oro fisico?

Bitcoin è deflattivo con precisione matematica, quindi ancor meglio dell’oro, di cui non si sa quanti giacimenti potrebbero essere scoperti in futuro. Soprattutto però, a differenza dell’oro è anche un buono strumento di scambio, poiché come l’euro o il dollaro non ha una dimensione fisica e di conseguenza la quantità in circolazione è una questione di “contabilità” digitale, il cui trasferimento è effettuato con un semplice “click”. A differenza di euro o dollaro, non esistono barriere, dogane, intermediari: è l’unico modo in cui potete spostare ovunque nel mondo valori di qualsiasi importo e senza dover rendere conto a nessuno. Non c’è nemmeno bisogno di internet, è possibile eseguire transazioni via satellite o sms, ma persino scritte su carta, a patto che raggiungano un miner. Ovunque vi troviate, nessun tiranno, agenzia delle entrate, regime totalitario né maggioranze democratiche di statalisti o socialisti saranno in grado di impedirvi di usare Bitcoin.

Il Vero Bitcoiner sa a cosa serve Bitcoin. Purtroppo ancora troppo pochi ne afferrano pienamente la ragion d’essere.

 

REGOLA NUMERO 4:

Se non credete nella missione, lasciate perdere, non vi vogliamo.

fusaro di bitcoin non ne capisce

Non vogliamo il panic sell dei nuovi entrati. Una crescita più lineare e una minore volatilità fa bene a tutti. Se non riuscite a capire il punto 3, non investite. Se pensate che lo Stato debba avere un maggiore controllo dell’economia, non investite. Bitcoin e Blockchain hanno un significato prima politico-economico che tecnologico. In Bitcoin l’innovazione tecnica non è il fine, è meramente un mezzo richiesto per trovare una soluzione a un’istanza politica. Se non siete allineati in fatto di ideali, state lontani dai bitcoin. Se non ne capite niente e per qualche ragione vi passa per la testa di comprare, studiate prima economia politica e poi, semmai, finanza o informatica.

Qualcuno investe comunque, per moda o per speculazione, magari perché pensa che per una qualche astratta ragione la tecnologia blockchain sia rivoluzionaria, quindi tanto vale buttarci dentro dei soldi. Sia chiaro a costoro che il senso della blockchain è esclusivamente la sua cryptovaluta, senza la quale, peraltro, la blockchain non può funzionare, poiché il valore del coin è il motore che permette alla blockchain di rimanere integra.

Qualcuno crede nelle cryptovalute e nella loro missione “salvifica”, ma non crede in Bitcoin, perché ormai è “roba vecchia, superata”. Quindi per cambiare il mondo non serve Bitcoin, ma magari Ethereum, Bitconnect, Eiaculatio-coin? Ebbene, per costoro c’è la regola numero 5.

REGOLA NUMERO 5:

Bitcoin non è “superato”. Non c’è nessuna cryptomoneta tecnologicamente migliore. Non credete a stupidaggini e cialtronerie.

scamcoin shitcoin niente è meglio di bitcoin

Fra le conseguenze benefiche di questo periodo di depressione dei mercati, c’è anche la morte di centinaia di altcoin, ovvero cripto alternative al BTC,  che costellano oggi il sistema crypto, insieme alle ICO che per il 99% sono inutili scam. Queste coin non fanno altro che distogliere l’attenzione e le energie dall’obiettivo e confondono gli investitori relativamente alle funzionalità reali di una tecnologia blockchain. Fortunamente, alcuni exchange hanno iniziato a de-listare numerose crypto, che passeranno nel dimenticaio. Fra queste, sono inclusi vari fork di Bitcoin che ormai non vengono nemmeno più minati. L’exchange Bittrex al 30 marzo 2018 ha rimosso ben 84 altcoins, di cui 28 avevano addirittura blockchain o wallets non funzionanti, per cui era impossibile effettuare anche un solo trasferimento.

Vi sono però ancora fan di questa o quell’altra crypto che sponsorizzano nuove migliorie tecnologiche: maggiore velocità, minori costi, meno consumi energetici, Proof of Stake, Sharding, Graphene, Tangle etc. Spesso bisogna stare attenti a non farsi fregare: se oggi una crypto ha transazioni più veloci e meno costose di Bitcoin non è perché ha superato uno scoglio tecnico, implementando una tecnologia migliore. Le motivazioni possono essere solo tre: 1) ha meno transazioni di bitcoin (il che vale per tutte le crypto eccetto Ethereum) 2) ha aumentato la dimensione dei blocchi (come Bitcoin Cash) 3) ha ridotto lo scarto temporale medio fra la creazione di un blocco e il successivo (come Ethereum o Litecoin).

La prima ragione ovviamente non qualifica una crypto come migliore di Bitcoin, poiché con l’adozione si perderebbe anche la velocità e l’economicità, mentre le altre due motivazioni non derivano affatto da innovazioni tecnologiche: dall’oggi al domani anche Bitcoin può aumentare la capacità onchain modificando dimensione o scarto temporale medio fra i blocchi. Se non si è già fatto è solo perché la maggioranza di nodi (miners e nodi economici rilevanti, che hanno un potere “politico” sulle decisioni di sviluppo del protocollo) ha deciso che non è quello il modo giusto di scalare. Il cosiddetto aumento del blocksize permette di superare alcuni limiti, ma solo in maniera lineare e a certi costi, mentre è necessario un incremento esponenziale della capacità per scalare veramente a livelli che permettono l’adozione di massa.

Lightning Network, il protocollo costruito su Bitcoin, è l’unica soluzione alla scalabilità davvero innovativa ad oggi esistente e, nonostante per il momento sia utilizzabile solo da utenti molto tecnici e a determinate condizioni, presto si svilupperanno applicazioni più user friendly e un nuovo ecosistema di servizi che lo sfrutti a dovere (vedi ad esempio questa lista di app che utilizzano Lightning Network promosse da Blockstream, fra le quali persino un plugin per wordpress)

lightning network mainnet

L’attuale primato tecnologico di Bitcoin non significa che non vi siano proposte interessanti fra le crypto alternative.  Ad esempio, può darsi che gli studi sullo Sharding effettuati su Ethereum portino negli anni allo sviluppo di un’ottima soluzione alla scalabilità. Oppure, un Emergency Difficulty Adjustment come quello già attualmente impiegato in Bitcoin Cash potrebbe essere utile a Bitcoin, così come molte altre caratteristiche di monete alternative. Ma queste implementazioni possono in qualche modo sottrarre il primato a Bitcoin? In fondo, tali sviluppi non sono altro che codice, ed è codice open source. Se davvero c’è qualcosa di buono, Bitcoin per migliorare può banalmente fare un copia-incolla. Quando e se ci sarà davvero una miglioria importante fra le altcoins, che è stata testata a fondo e per cui valga la pena spendere energie per importarla su Bitcoin, si farà un upgrade del protocollo Bitcoin, esattamente come sono stati fatti tanti altri upgrade nel corso degli anni (ad es. SegWit lo scorso agosto). Il vantaggio competitivo di una crypto su un’altra non è tanto dovuto a quale implementa per prima una miglioria, piuttosto è la community che c’è dietro. È l’effetto network che conta: la quantità di aziende, servizi, utenti che usa quel network, il valore trasportato su quella blockchain.

L’unica novità che Bitcoin non potrà “integrare” (o almeno, non senza sviluppi enormi e con impatti stravolgenti) è la tecnologia Tangle (utilizzata ad esempio da Iota), poiché non si tratta di una blockchain, bensì una struttura del tutto alternativa. Ad oggi però il Tangle non funziona , poiché non riesce a smarcarsi dalla necessità di un coordinatore centrale. Se si supererà questo scoglio enorme, potrebbe essere promettente e competitiva. Arrivati a un certo punto però, l’ecosistema e i servizi che si sono sviluppati su un network sono talmente tanti ed importanti che non si abbandonerà quel network nemmeno se vi sono delle alternative tecnologicamente migliori. Oggi potremmo sostituire l’Internet Protocol IPv4 e IPv6 con qualcosa di migliore e completamente diverso, ma dovremmo anche convincere tutto il resto del mondo ad utilizzare questa nuova fantastica rete anziché “Internet”. Quindi Google, Facebook, la NASA e qualunque azienda o persona nel mondo dovrebbero iniziare ad usare il nuovo protocollo. Quando si tratta di innovazioni epocali come i binari ferroviari, i bulloni (con grandezze standard del dado e della vite) il container, internet, o Bitcoin, il mercato converge naturalmente verso un unico standard e una volta adottato tale standard in maniera diffusa la resistenza al cambiamento è enorme. È una pura questione di incentivi e disincentivi economici.

REGOLA NUMERO 6:

Bitcoin è uno schema piramidale. Fate in modo di ritrovarvi al vertice.

Quando si parla di struttura di tipo piramidale in senso generico non ci si riferisce necessariamente a schemi Ponzi, catene di Sant’Antonio e altre pratiche illegali. La distribuzione del valore fra chi possiede bitcoin, finché l’adozione e il prezzo continuano a salire, è di tipo piramidale: chi è entrato prima è in guadagno, nel momento in cui spende, grazie all’afflusso di denaro immesso nel sistema da chi sta comprando dopo di lui. La ricchezza di chi sta al vertice della piramide è data dal fatto che la base si allarga sempre di più, poiché l’adozione cresce, nuove persone entrano nel sistema con nuovi capitali. Tale struttura è anche la grande forza di Bitcoin: ogni “membro” ha un incentivo a portare nuove persone nel network e a fare conoscere Bitcoin al resto del mondo.

Ma l’ultimo acquirente che si ritrova alla base della piramide rimarrà fregato? No, se il bitcoin continuerà ad avere successo. Infatti se anche tutti, in tutto il mondo, possedessero bitcoin, la quantità di bitcoin massima in circolazione non muterebbe, lasciando un’offerta invariata. Al contrario, i beni prodotti nell’economia e la popolazione mondiale continuano a crescere, aumentando di conseguenza la domanda di un mezzo di scambio per commerciare questi beni, o di una riserva di valore per dilazionarne nel tempo l’acquisto. Di conseguenza, la quantità domandata di moneta (bitcoin) si terrà costantemente maggiore della quantità offerta. Per la legge della domanda e offerta, il prezzo, anche se molto più lentamente di oggi, continuerà a crescere.

Nel 2018 pressoché qualunque lavoratore in italia può permettersi di acquistare 0,1 Bitcoin, anche se magari non tutti in una volta. I Bitcoin sono 21 milioni, fra quelli persi o distrutti ne circolano molti meno. Se vi sono, ipotizziamo, 16 milioni di Bitcoin in circolazione e 7 miliardi di persone sulla terra, e Bitcoin diventa la principale moneta mondiale, chi possiede almeno 0,1 Bitcoin fa matematicamente parte del 2% di popolazione più ricca della terra. Chi possiede 1 bitcoin intero sarà fra i 16 milioni super-ricchi del pianeta.

Entrare nel mercato soltanto quando tutti i media e qualsiasi telegiornale parla dei nuovi massimi storici di Bitcoin potrebbe non essere l’idea più geniale. Il mercato è pura anarchia e gli speculatori dell’ultima ora sono spesso degli allocchi. Ma d’altra parte, apettare il prossimo crollo per entrare potrebbe essere il più grosso errore della vita. C’è chi ha venduto a 1000 dollari e sta ancora aspettando che torni su quella cifra per rientrare. Potreste trovarvi ad aspettare, aspettare, mentre Bitcoin continua a crescere e non tornare mai più alla cifra a cui pensavate di acquistare. Quindi non preoccupatevi troppo del momento e acquistate; farlo nel 2018 vi qualifica ancora come early adopter. Perciò una volta che avete acquistato siete dentro al sistema, potete considerarvi al vertice della piramide che verrà a crearsi nei prossimi anni. Quindi diffondete il verbo, fate community, condividete questo articolo, create una base più larga che potete.

REGOLA NUMERO 7:

Comprate e spendete Bitcoin, create volumi, usate i servizi Bitcoin e fate community.

purse.io acquisti bitcoin amazon

Si sente dire che tutto quel che deve fare un buon bitcoiner è holdare. Ovvero tenere ben al sicuro i Bitcoin comprati e non muoverli mai. Non è così, il buon bitcoiner muove continuamente i soldi. Prendete esempio da Laszlo. Comprò due pizze pagandole 10.000 bitcoin. Se guardiamo al valore ad oggi, quelle pizze sono costate giusto qualche milione di euro. Ma se non ci fosse mai stato nessun pioniere che acquistasse beni reali cedendo i propri bitcoin, il prezzo e l’adozione non sarebbero mai arrivati a dove li vediamo oggi. Recentemente Laszlo ha fatto lo stesso tipo di acquisto, ma pagando attraverso Lightning Network. Pioniere per la seconda volta.

Creare una base di utenti che scambia quotidianamente Bitcoin (anche se non su blockchain, anzi meglio se non su blockchain) e che non lo faccia per movimenti di trading speculativo, è fondamentale. Un semplice holder generalmente compra bitcoin una sola volta, qualcuno una volta ogni n. mesi, i più assidui mettono da parte qualcosa ogni mese, dopodiché però la loro attività economica in quanto bitcoiner termina lì. Invece, ognuno dovrebbe impegnarsi a compiere nel quotidiano delle azioni utilizzando bitcoin che prima faceva senza.

Un primo esempio è l’utilizzo delle carte di debito in bitcoin. Utilizzando una parte del proprio stipendio a inizio mese per acquistare bitcoin da riutilizzare nel corso del mese stesso, si contribuisce all’aumento del “flottante” degli scambi e quindi a rendere il prezzo più stabile, meno soggetto a manipolazioni da parte di big whales e alla volubilità dei pump and dump. A livello individuale, la pratica è utile perché ci sono buone probabilità che i bitcoin si siano rivalutati nel corso del mese, quando li andremo a spendere. Se non è così, si potrà attendere e spendere quei bitcoin in un altro momento.

Un altro esempio sono gli acquisti online. Anziché pagare per le vie tradizionali, è possibile spendere bitcoin in moltissimi modi online (ad es. All4btc, alzashop, bitrefill o la selva di esercenti che trovate su coinmap.org). Il vantaggio di spendere direttamente è il fatto che non si dovrà eseguire un bonifico dall’exchange sul proprio conto corrente per spendere i bitcoin. Perciò è un metodo per “disinvestire” più immediato, che garantisce maggiore privacy e non c’è rischio di pagare capital gain. Inoltre in rete ci sono anche delle buone opportunità di ottenere grossi sconti, come grazie a purse.io, un intermediario che permette di acquistare prodotti da Amazon scontati, ovviamente pagando in bitcoin. Lo sconto consigliato è generalmente del 15%, ma se ci si può permettere di attendere anche di più per l’esecuzione dell’ordine, si riescono a combinare acquisti anche sconti maggiori, come nel caso dell’ordine che ho effettuato nello screenshot sopra (19% di sconto).

Utilizzare i servizi bitcoin non solo può essere utile per se stessi, almeno in certe condizioni, ma significa anche aiutare aziende e persone che credono in bitcoin e rafforzare la community. Lo si può vedere come una sorta di “dovere” nei confronti della community.

REGOLA NUMERO 8:

Fatevi un wallet serio e badate alla privacy

electrum wallet bitcoin

Questa regola dal punto di vista pratico è forse la più importante da seguire. Tenetevi un gruzzolo al sicuro da chiunque, in un wallet personale, non lasciate gran parte dei fondi presso un ente terzo o un exchange. Gli exchange Bitcoin non sono più affidabili delle banche tradizionali (il crac di MTGox insegna) e per la maggior parte sono succubi tanto quanto le banche alle invadenti pretese delle amministrazioni pubbliche e ai loro peggiori capricci (tasse, censura delle transazioni, confische, prelievi forzosi). Abbiate anche riguardo della vostra privacy: far sapere a tutti quali indirizzi bitcoin avete e ricevere tutti i vostri pagamenti sugli stessi indirizzi può esporvi a dei rischi, anche di sicurezza personale.

Un buon wallet oggi deve avere almeno SegWit (e possibilmente compatibile con indirizzi bech32). Consiglio Electrum, ma che sia configurato seguendo la guida dedicata:

Guida al miglior wallet Bitcoin –

Per i più appassionati, che intendono scaricare l’intera blockchain, c’è sempre Bitcoin Core.

REGOLA NUMERO 9:

Iniziate con gradualità e siate prudenti

prudenza investire bitcoin

All’inizio investite poco e cercate di capire il più possibile. Come configurare il wallet, come spostare da wallet a wallet e fra wallet ad exchange. Fate pratica con l’impostazione delle fee da pagare quando utilizzate un wallet personale, eventualmente provando anche un Replace By Fee. Imparare ad usare un wallet non è più difficile che imparare ad usare le email, dove il replace by fee è il livello di difficoltà “uso del copia conoscenza nascosta (ccn)”, che fra l’altro potreste non dover usare mai. Appena entrati un po’ in confidenza, iniziate a provare alcuni servizi, spendendo i vostri bitcoin. Fatevi un account su almeno due exchange diversi, magari in giurisdizioni diverse, per avere sempre un’alternativa sia per comprare che per vendere. Fatevi quindi anche una carta di debito. Provate pure il trading (nel blog c’è una guida dedicata: trading e tasse), ma ricordate che Bitcoin è indipendenza e libertà, prima che speculazione. Diventare ricchi è solo un effetto collaterale, l’obiettivo principale è cambiare il mondo, in meglio.

Personalmente, sono passato ad avere un patrimonio al 99% circa in cryptomonete e converto interamente ogni stipendio, salvo quella parte che prevedo di spendere in contanti nel corso del mese. Dopo il blocco alle carte di debito ho iniziato a tenere da parte più moneta fiat, per ovvie necessità, ma la vedo come una cosa temporanea e intendo provare (ed eventualmente recensire) qualche nuova carta di debito, come avevo fatto per Coinsbank. Come per gli exchange, cercherò anche nell’ambito “carte di debito” di avere contemporaneamente almeno due alternative (sia Mastercard che Visa). Non ho mai disinvestito per rientrare in euro in modo permanente, ma ho sempre speso (per acquistare beni o servizi) parte dei capital gain dati dalla rivalutazione del Bitcoin.

Bitcoin è ad oggi ancora un’esperimento, sia dal punto di vista tecnologico che sociale, e c’è sempre una possibilità di fallimento, un rischio da tenere in considerazione. Se le cose un giorno andassero per il peggio, non rimpiangerò il fatto di aver convertito tutto il mio patrimonio in crypto per due motivi: anzitutto, ho già speso parecchio dei capital gain ottenuti grazie alla rivalutazione del Bitcoin, al punto che, guardando allo storico delle entrate e uscite e ipotizzando un futuro in cui si verifichi la peggiore delle situazioni, la perdita netta che subirei potrebbe non essere molto pesante. Soprattutto però, se anche Bitcoin un giorno dovesse fallire, non avrò rimpianti per una ragione più “nobile”: sono consapevole che mi sono battuto per qualcosa in cui credo fermamente. Il mio consiglio per gli amici bitcoiners è il seguente: convertite in bitcoin tutto o quasi tutto quello che avete soltanto se credete fermamente nella “missione” e avete intenzione di perseguirla con tenacia.

REGOLA NUMERO 10:

Non dimenticate chi vi sta accanto.

eredità bitcoin

Tenete il più al sicuro possibile i vostri Bitcoin, ma lasciate che siano accessibili ai vostri cari. Non portateveli nella tomba a meno che non avete espressamente intenzione di farlo

 

 

 

Perchè le Criptovalute sono meglio di EURO-DOLLAO

Perchè le Criptovalute sono meglio di EURO, DOLLARO, ecc?

Iniziamo dal fatto che per capire le Criptovalute, bisogna prima comprendere come funziona il denaro, e come l’uomo ha scambiato “valore” nel corso dei secoli.

Inizialmente si usava il baratto, per scambiare oggetti con altri oggetti. Il problema principale era che ovviamente se tu possiedi del grano (per esempio) e ti servono 10 litri di latte devi trovare qualcuno che te lo dia in cambio del grano.
Inoltre, se per esempio scambi delle mele, già dopo pochi giorni queste si deteriorano.

Si è passati dunque alla moneta di metallo prezioso, che era una buona soluzione, poiché la moneta valeva quanto pesava il metallo.

Ad un certo punto, a coloro che depositavano oro nelle cassette di sicurezza, le banche cominciarono a dare dei “fogli di credito”, che i commercianti potevano scambiarsi al posto dell’oro stesso. Fu così che si creò il concetto che dietro i soldi di carta ci fossero i metalli preziosi.

Purtroppo dal 1971 non è più così, e il valore dei dollari, euro, ecc. è dato soltanto dalla fiducia che tutta la popolazione ripone in esse.

Bitcoin fu inizialmente concepito agli inizi degli anni ’90 per cercare di creare una “banconota digitale”, ovvero una moneta digitale che desse lo stesso anonimato che una persona ha quando spende banconote (se fai un pagamento con carta di credito lo Stato sa che sei stato tu a compiere quell’acquisto, mentre con le banconote no).

Però in quel periodo non era ancora chiaro agli occhi di tutti a cosa servisse una cosa del genere.

Ma grazie alla crisi del 2008, sia coloro che volevano inventare Bitcoin, sia molti altri,capirono quanto fosse pericoloso dare il potere di qualcosa di tanto importante come i soldi, in mano ad una banca centrale (basti pensare ai giorni in cui i Grecia la gente non poteva ritirare i soldi al bancomat).

Bitcoin nel 2009 venne quindi portato a termine da Satoshi Nakamoto, come un protocollo open source, ovvero chiunque può visitare il codice per vedere come funziona. Sono quindi ormai nove anni che Bitcoin esiste e non è mai stato hackerato 😉

ecco il perchè delle Criptovalute.

 

Le Prime Top 100 Cripto con Prodotti Funzionanti

Lista delle Criptovalute con “prodotti funzionanti” nella Top100 per capitalizzazione di mercato

Se non hai incontrato almeno una manciata di persone che sono ciniche riguardo allo stato dell’industria della blockchain e che pensano che la maggior parte siano per lo più truffe e piramidi finanziarie, beh … probabilmente non sei in questo ambiente da molto.

Abbiamo ricercato le prime 100 criptovalute (per capitalizzazione di mercato) nel tentativo di scoprire quante di loro avevano effettivamente prodotti funzionanti che forniscono un valore reale. La stessa ricerca fatta nel 2017 potrebbe aver dato risultati davvero scoraggianti ma, anche ora, i risultati non sono esattamente stellari.

Al momento della stesura di questo articolo, solo 36 delle prime 100 criptovalute hanno prodotti funzionanti .

Prima di condividere questi risultati con te, è importante definire cosa costituisca esattamente un prodotto funzionante in primo luogo.

Che cos’è un prodotto funzionante?
Considerando che i progetti blockchain sono open-source, la creazione di una blockchain di base e il suo avvio non sono operazioni così complicathei.

Durante la ricerca, abbiamo valutato lo stato di ciascun progetto, esaminato la sua roadmap, controllato la sua cronologia di rilascio e confrontato le funzionalità completate con ciò che il team promette di fornire in futuro.

Un prodotto funzionante è attivo e disponibile al pubblico. È probabile che il suo mainnet sia stato rilasciato per un po ‘di tempo, superando i numeri di versione ben al di sopra di 1,0. Le aziende e gli individui lo utilizzano quotidianamente per dapps, contratti intelligenti o transazioni in valuta digitale.

Ci sono molti progetti nella top 100 che hanno lanciato il loro mainnet e possono affermare di avere un “prodotto funzionante”. Tuttavia, abbiamo scelto di non includere progetti che non vengono effettivamente utilizzati in modo profittevole per il relativo caso d’uso, il che significa che la maggior parte delle reti mainnet recentemente avviate non soddisfano ancora i nostri criteri.

In altre parole, la semplice esistenza di un prodotto non significa necessariamente che il prodotto funzioni. Dopotutto, una fondazione sta davvero facendo qualsiasi lavoro quando non c’è peso su di esso? Allo stesso modo, una piattaforma dapp in cui è presente un mainnet ma che non ha alcune note importanti su di esso non è considerata “funzionante” da questo criterio.

Non c’è dubbio che molte persone leggeranno questa lista, scopriranno che manca il loro progetto preferito, e poi lasceranno un commento, “E il progetto XYZ?!?!?”. Apprezziamo questo feedback, poiché è del tutto possibile che alcuni progetti abbiano utenti più forti basi di quelle indicate nella documentazione prevalente su di loro.

Tuttavia, se ritieni di aver trovato un errore, ti chiediamo di fornire fonti di supporto per tale richiesta in modo che possiamo valutare la sua validità.

Iniziamo:


▶️ Bitcoin (BTC)

Bitcoin è la criptovaluta che ha iniziato tutto nel 2009, dopo che la crisi finanziaria globale ei successivi salvataggi di banche hanno lasciato molte persone private della libertà sindacale con una moneta legale e un’infrastruttura finanziaria obsoleta e insicura.

Oggi, Bitcoin viene utilizzato per pagamenti peer-to-peer in tutto il mondo. Oltre a ciò, tuttavia, sta aprendo la strada verso un futuro in cui la tecnologia finanziaria è affidabile, sicura, resiliente e resistente alla censura. Senza Bitcoin, questa lista non esisterebbe.

▶️ Ethereum (ETH)

La piattaforma che ha portato contratti intelligenti alla blockchain, spronando una piccola rivoluzione nell’ecosistema della criptovaluta. Prima di Ethereum, Bitcoin e il suo design orientato alle transazioni erano al centro della maggior parte dei progetti blockchain.

Dopo Ethereum, i team hanno visto il valore delle app decentralizzate (dapps) e dei contratti intelligenti, e hanno spostato l’attenzione per compensare.

Il whitepaper di Ethereum di Vitalik Buterin è stato pubblicato alla fine del 2013. Il progetto stesso è stato annunciato a gennaio 2014, con un crowdsale il luglio seguente. Il sistema è ufficialmente attivo a luglio 2015.

Da allora, centinaia di aziende, privati ​​e progetti blockchain hanno adottato Ethereum come piattaforma principale di contratti intelligenti.

▶️ Ripple (XRP)

Ripple si concentra principalmente su una cosa: transazioni internazionali rapide ed economiche.

L’attuale infrastruttura bancaria non è riuscita ad evolversi nel XXI secolo, tanto che sono necessari in media 3-5 giorni lavorativi per l’elaborazione di un trasferimento internazionale. Con soli 4 secondi di transazione e ad una frazione del costo di un bonifico bancario, il prodotto operativo di Ripple sta già influenzando il settore bancario.

Il grande colpo contro Ripple è che il suo token nativo, XRP, è completamente inutile. In effetti, guidare l’adozione delle soluzioni bancarie di Ripple è molto più facile che ottenere l’adozione del mondo reale per XRP.

Se sei interessato a vedere una discussione su come si verificherà l’adozione di XRP, potresti trovare questo thread reddit degno di essere letto. Nel frattempo, tutti noi dovremo solo aspettare e vedere se alla fine le strategie di adozione di XRP giungeranno a buon fine.

▶️ Bitcoin Cash (BCH)

Bitcoin Cash è stato creato nel 2017 quando ha avuto luogo la prima forchetta dura del blockcoin Bitcoin. La divisione è stata il risultato del riempimento dei blocchi da 1 MB di Bitcoin. Le velocità di transazione stavano diminuendo, le tasse aumentavano e divenne chiaro alla comunità che il modello attuale non era sostenibile per il ridimensionamento.

In una mossa che ancora causa continui scontri di criptovaluta, Bitcoin e Bitcoin Cash sono presto emersi come progetti separati ma simili. BCH ha 8 volte la dimensione del blocco di BTC, fornendo circa 8 volte il throughput della transazione. Le sue tasse e tempi di transazione sono molto più veloci, come previsto.

Ulteriori informazioni su Bitcoin vs Bitcoin Cash .

▶️ Stellar (XLM)

Il progetto Stellar e il relativo token Lumens (XLM) sono stati biforcati dal protocollo Ripple nel 2014. Da allora Stellar è diventato un sistema di connessione blockchain per le transazioni fiat tra banche, sistemi di pagamento e persone. Stellar è veloce e affidabile e funziona praticamente senza costi per l’utente finale.

Stellar è un sistema di pagamenti, il che significa che il suo compito è di spostare denaro nel modo più efficiente possibile. Le partnership con banche e istituzioni finanziarie sono state fondamentali per valutare il suo status, così come lo è stata la possibilità di inviare denaro tramite la rete.

Diverse entità non profit e commerciali hanno accettato di utilizzare Stellar come parte della loro infrastruttura finanziaria. Recentemente, il team ha collaborato con IBM e KlickEx per facilitare le transazioni transfrontaliere nel Sud Pacifico e ha annunciato un’affiliata con Keybase per ottimizzare le transazioni internazionali.

Stellar ha anche progetti in fase di realizzazione sulla sua rete da parte di importanti entità consolidate. La divisione blockchain di IBM utilizza XLM per l’infrastruttura di pagamento, ad esempio, e l’avvio di Veridium sta lavorando con entrambe le organizzazioni per ottimizzare il proprio mercato dei crediti di carbonio.

▶️ Litecoin (LTC)

Litecoin è una forcella Bitcoin creata nel 2011 da Charlie Lee come alternativa più economica e più veloce (2,5 minuti invece di 10) a Bitcoin. Questo si ottiene principalmente perché Litecoin usa un algoritmo di hashing Scrypt invece dell’algoritmo SHA-256 usato da Bitcoin. È comune sentire Litecoin chiamato “argento digitale” per “l’oro digitale” di Bitcoin, e in realtà Litecoin non si espande in modo significativo sulla funzionalità di Bitcoin in modo significativo tanto quanto fa diversi compromessi.

Detto questo, riesce ad essere meno costoso e più veloce da usare rispetto a BTC, il che ha portato ad essere accettato da centinaia di commercianti e rendendo così Litecoin una delle criptovalute più utilizzate per i pagamenti digitali.

▶️ Tether (USDT)

Tether è un progetto insolito. Mentre la maggior parte delle criptovalute aumentano e diminuiscono di valore, Tether è stato progettato per rimanere lo stesso, fissato con un rapporto 1: 1 con il dollaro USA.

Ciò consente agli utenti di archiviare, inviare e ricevere valute digitali su piattaforme diverse senza incorrere in perdite significative a causa di fluttuazioni di valore.

La moneta stabile di Tether sembra diretta, ma il progetto non è privo di controversie. L’USDT è presumibilmente supportato da un vero USD seduto su un conto bancario. Ma in quale account? Chi lo controlla? E il Tether viene usato per manipolare il valore di Bitcoin? Fa tutto parte della controversia di Tether .

▶️ Monero (XMR)

Rilasciato nel 2014 come un fork di Bytecoin, Monero si è fatto un nome come la più famosa moneta per la privacy sul mercato.

La maggior parte delle criptovalute offre poco sotto forma di anonimato. Monero è stato costruito per la privacy dal basso verso l’alto, con indirizzi stealth, firme ad anello e completa fungibilità delle monete. Tutto ciò si aggiunge a un manto quasi perfetto dell’anonimato, che consente agli utenti Monero di condurre transazioni senza esporre la propria identità.

Monero ha avuto una crescita costante nel corso degli anni grazie a un team dedicato di sviluppatori e una comunità attiva. Il progetto continua ad evolversi con nuove funzionalità per la privacy e una migliore sicurezza delle transazioni.

▶️ NEO (NEO)

NEO è stata fondata nel 2014 come una delle prime piattaforme intelligenti di contratto, offrendo una vasta gamma di possibili funzionalità. Il caso di utilizzo più forte della piattaforma è la digitalizzazione delle risorse tradizionali in modo che possano essere facilmente monitorate e scambiate sulla blockchain.

Il NEO è anche noto come “Ethereum cinese” e il fatto che si tratti di un progetto basato sulla Cina sembra rendere gli sviluppatori cinesi dapp in qualche modo più propensi a costruire su di esso rispetto ad altre piattaforme.

In effetti, il NEO ha già supportato dozzine di ICO e rimane una delle piattaforme predominanti per il supporto di contratti intelligenti.

▶️ Binance Coin (BNB)

Binance Coin è un token di scambio utilizzato per ridurre le commissioni di negoziazione sulla piattaforma Binance .

Gli utenti possono scegliere di pagare le commissioni di cambio, quotazione e prelievo utilizzando BNB e godere di uno sconto del 50% su tutte le spese. Questo risulta essere un potente incentivo per acquistare e detenere BNB, in quanto a quale trader non piace risparmiare denaro sulle transazioni?

Binance Coin è un token ERC-20 che funziona sulla blockchain di Ethereum. Il suo scopo è estremamente limitato, ma poiché un numero così elevato di utenti di Binance si scambiano ogni giorno con esso, si qualifica come prodotto attivo e funzionante.

▶️ Zcash (ZEC)

Zcash è un’altra moneta della privacy estremamente popolare che spesso incrina le prime 20 criptovalute. Usa lo slogan “soldi in internet” e promette di proteggere completamente la privacy delle transazioni con crittografia a conoscenza zero.

Zcash fornisce l’anonimato proteggendo le transazioni sulla blockchain, impedendo a chiunque di vedere il mittente, il destinatario o il valore di ogni transazione. La tecnologia è così efficace che il team Ethereum sta studiando per abilitare le transazioni anonime sulla loro rete.

Zcash è cresciuta a passi da gigante nel 2018. Il team di sviluppo ha pubblicato una roadmap per l’anno 2020, che include un aggiornamento delle principali funzionalità nella versione di Sapling dell’ottobre 2018. Coinbase sta anche valutando la possibilità di elencare Zcash , che è un enorme incentivo per qualsiasi criptovaluta.

 

▶️ Qtum (Qtum)

Qtum è una piattaforma di contratti intelligenti simile a Ethereum, solo con una maggiore attenzione ai trasferimenti di valore e alle app decentralizzate. È pensato per essere un ibrido tra Bitcoin ed Ethereum, consentendo alle aziende di creare contratti intelligenti sulla piattaforma o concentrarsi solo sulle transazioni di criptovaluta.

Qtum è stato lanciato a marzo 2017 e si è diretto direttamente verso l’alto. L’offerta iniziale ha venduto oltre $ 10 milioni in token dopo soli 90 minuti. Il progetto si è differenziato fornendo una rara piattaforma di contratti intelligenti Proof of Stake progettata per compensare alcune carenze di Ethereum, inclusa la mancanza di compatibilità per i dispositivi mobili.

Qtum ha rilasciato la sua rete principale a settembre 2017, aprendo le porte a un contratto intelligente completamente funzionale e alla piattaforma dapps. Diversi progetti hanno già una presenza consolidata sulla rete. Uno dei più eccitanti è Space Chain, che mira a creare una rete satellitare open source che chiunque può utilizzare per la trasmissione, l’archiviazione e lo sviluppo dei dati.

▶️ 0x Protocol (ZRX)

Il protocollo 0x ha uno dei prodotti di lavoro più importanti nell’intero ecosistema di Ethereum. Si tratta di un protocollo open source senza autorizzazione che facilita gli scambi senza fiducia di token di Ethereum attraverso relais e dapps che si basano sul protocollo.

Non solo 0x ha fornito questa funzionalità da più di un anno a questa parte, ma ha lavorato per espandere la funzionalità del protocollo in modo significativo da quel lancio iniziale. Nel protocollo 0x 2.0 e oltre, sarà possibile scambiare token basati su standard oltre a ERC-20, inclusi token non-ERC-721 non fungibili.

In un mercato pieno di truffe e vaporware, i preziosi contributi di 0x all’ecosistema di Ethereum ne hanno fatto una delle criptovalute migliori del 2018.

▶️ Bytecoin (BCN)

Bytecoin è un’altra famosa criptovaluta focalizzata sulla privacy con una forte community e base di utenti. Le transazioni sulla blockchain di Bytecoin sono istantanee, non tracciabili, non linkabili e resistenti all’analisi blockchain.

Bytecoin è presente da molto tempo, con contributi al progetto a partire dal 2012. Tuttavia, ciò non ha impedito agli sviluppatori del progetto di migliorare continuamente il prodotto.

La tabella di marcia di Bytecoin, recentemente aggiornata, presenta un forte ostacolo per un aggiornamento del consenso programmato per il 31 agosto, nonché numerose iniziative per la crescita della comunità costantemente in lavorazione.

▶️ Decred (DCR)

Fondato nel 2015 dagli ex sviluppatori di Bitcoin, il prodotto di lavoro più importante di Decred è la soluzione al più grande problema di Bitcoin. No, non scalabilità … governance blockchain.

Come vedete, i primi Bitcoiners hanno discusso per anni i limiti delle dimensioni dei blocchi e l’efficacia di altre soluzioni di scalabilità come Lightning Network , anche se il problema della scalabilità è stato discusso solo nel mainstream nel 2017.

Con il suo modello di governance basato sulla comunità e la forte adesione all’ethos core del decentramento, Decred è costruito per evolvere e migliorare rapidamente. Ciò significa che è in grado di gestire non solo il problema della scalabilità oggi, ma anche altri grossi problemi che potrebbero insorgere lungo la linea.

Quando si ha una cattiva governance, è un processo arduo effettuare qualsiasi aggiornamento a un progetto, non importa quanto necessario possano sembrare alla maggioranza dei possessori di monete. Il modello di governance best-in-class e ancora in via di miglioramento di Decred gli dà un caso interessante per essere un leader nei pagamenti digitali per un lungo periodo a venire.

▶️ BitShares (BTS)

BitShares mira a migliorare l’accesso a livello mondiale ai servizi finanziari tramite blockchain. La tagline “assist the unbanked” riassume bene il progetto. In pratica, questo si traduce in BitShares che opera come uno scambio decentralizzato, uno che è stato costruito da zero per evitare problemi di scalabilità e mantenere bassi i costi di transazione.

BitShares è stato lanciato nel 2014 da Dan Larimer, che avrebbe poi assunto un ruolo di primo piano sia in EOS che in Steem.

Lo stato attuale del progetto offre uno scambio di risorse decentralizzato, criptovalute stabili ai prezzi, pagamenti ricorrenti e programmati, risorse emesse dall’utente e altro ancora, tutti disponibili attraverso un sistema decentralizzato basato sul consenso delegato del PoS.

▶️ Steem (STEEM)

Steem è la criptovaluta che alimenta Steemit, una piattaforma di social media decentralizzata che incentiva la partecipazione degli utenti attraverso micropagamenti. Pensa ad esso come Reddit, solo che invece di fare solo upvoting o downvoting di post, gli utenti possono davvero premiare i creatori per il loro impegno.

Steem è una criptovaluta funzionale utilizzata esclusivamente sulla piattaforma Steemit. Questo gli dà un uso limitato, ma visto che Steemit è vivo e vanta poche centinaia di migliaia di utenti, è difficile sostenere che non sia un prodotto funzionante. Alcune persone potrebbero persino guadagnare denaro usando Steemit.

▶️ Siacoin (SIA)

Siacoin è uno dei leader nel cloud storage decentralizzato, un’alternativa più sicura e conveniente alle soluzioni di archiviazione cloud centralizzate come Amazon S3, Google Drive, iCloud, Dropbox e altri.

Sia 1.0 è stato lanciato a giugno 2016 e da allora ha ottenuto una considerevole adozione . Con il mercato dello storage cloud da 200 miliardi di dollari ampiamente considerato uno degli spazi più maturi per la rottura della blockchain, Sia è partito con un bell’inizio offrendo una piattaforma di storage cloud decentralizzata funzionale per oltre 2 anni.

▶️ Augur (REP)

Augur è uno dei prodotti lanciati più di recente in questa lista. La mainnet della piattaforma è stata pubblicata all’inizio di luglio 2018, portando a compimento quasi 4 anni di lavoro post-ICO.

Augur è un mercato di previsione decentralizzato che utilizza la teoria dei giochi per generare intuizioni crowd-sourced. In sostanza, migliaia di persone che lavorano insieme hanno dimostrato la notevole capacità di prevedere i risultati.

Con Augur, gli utenti possono mettere i token REP come scommesse su queste previsioni, essenzialmente creando una forma di “utile gioco sociale”.

L’ uscita di Augur è stata lunga. Il progetto è iniziato nel lontano 2014, quasi un anno prima della ICO. I creatori citano la complessità dei contratti intelligenti di Augur come la causa principale dei lunghi tempi di sviluppo.

Indipendentemente dal suo passato, Augur è ora un prodotto vivo con un futuro luminoso . Oltre 300 pronostici sono già stati fatti , con il più grande vincita vincente che colpisce $ 20.000. Il volume delle scommesse ha addirittura superato $ 1 milione nelle prime settimane di lancio.

 

▶️ Basic Attention Token (BAT)

Il token di attenzione di base era uno dei progetti più facili da includere in questo elenco. Questo perché il suo prodotto funzionante, Brave Browser, ha più di 3 milioni di utenti attivi tra le sue piattaforme mobili e desktop, rendendolo uno dei prodotti di lavoro più utilizzati nello spazio blockchain.

Brave Browser non è solo funzionale, è l’unico browser sul mercato ad avere il blocco degli annunci e il blocco dei tracker, rendendo l’esperienza di navigazione più pulita e più veloce di quella che si ottiene con altri browser popolari come Chrome e Firefox.

Il futuro rimane incerto per il token BAT stesso, in quanto la sua adozione dipende in larga misura dal fatto che gli inserzionisti aderiscano al modello Brave, nonché dal fatto che gli utenti coraggiosi debbano mostrare annunci pertinenti e passare le BAT che guadagnano editori di contenuti.

Dato il successo di Brave in breve tempo da quando è stato lanciato, tuttavia, il futuro sembra promettente per BAT.

▶️ Nano (XRB)

Nano (ex RaiBlocks) è tutto basato sulla scalabilità. La moneta ha transazioni quasi istantanee con una struttura completamente a costo zero. La piattaforma realizza ciò creando una blockchain unica per ogni account, evitando l’espansione e consentendo una scalabilità praticamente infinita.

Il motto di Nano di “fare una cosa e farla bene” li ha fatti fare molto. Il team non deve affrontare problemi di ridimensionamento o rallentamento grazie alla struttura di base del progetto, consentendo alla sua roadmap di concentrarsi sugli aggiornamenti del portafoglio e sul raggio d’azione. Questa è una criptovaluta che è essenzialmente completa, ed è stata per un po ‘di tempo.

▶️ Golem (GNT)

Golem si è proposto di essere l’Airbnb delle risorse informatiche. Hai mai avuto bisogno di una GPU extra per finire un rendering? Che ne dici di elaborare dati scientifici simili al progetto SETI @ home?

Anche se non hai questi bisogni, molti gruppi lo fanno. Golem mira a fornire un facile accesso a quelle risorse, che sono tutte noleggiabili per una piccola quota di criptovaluta.

Golem ha colpito il pulsante di avvio di mainnet nell’aprile 2018 e ha ricevuto una buona dose di fanfara. Uno degli obiettivi principali per il lancio incompleto della funzionalità è stato quello di spingere il prodotto in uscita in modo che gli utenti reali potessero metterlo in funzione.

Il team era interessato a rafforzare le loro interazioni con gli utenti finali per guidare il futuro della piattaforma. Il team ha in programma diverse tappe importanti per i prossimi mesi, quindi la versione mainnet è solo l’inizio.

▶️ Pundi X (NPXS)

Pundi X ha conquistato le classifiche di capitalizzazione di mercato finora nel terzo trimestre del 2018 e ha anche un prodotto funzionante che è diventato di recente disponibile per i rivenditori.

Il prodotto primario Pundi X è un dispositivo POS (point-of-sale ) che consente transazioni mobili rapide e facili sia per fiat che per criptovalute. 500 dispositivi POS sono già utilizzati dai rivenditori in Asia, e ce ne sono altre migliaia in programma per essere distribuiti nei prossimi mesi.

Inoltre, Pundi X offre anche carte XPASS, carte di credito di criptovaluta che possono funzionare al posto di app mobili per effettuare pagamenti digitali.

Ciò che rende il progetto Pundi X degno di nota è che consente ai consumatori di pagare i rivenditori in criptovalute come BTC e ETH e converte immediatamente i pagamenti in valute fiat locali in modo che i rivenditori non debbano preoccuparsi della volatilità dei prezzi delle criptovalute.

Ciò rende molto più facile per le persone utilizzare le criptovalute nella vita quotidiana, rendendo Pundi X un progetto entusiasmante per gli appassionati di blockchain che cercano segni di una futura adozione di massa.

▶️ Waves (WAVES)

Waves è stata la prima piattaforma blockchain che ha permesso a chiunque – indipendentemente dalla loro esperienza di programmazione – di creare token blockchain. Inoltre, Waves ha uno scambio decentralizzato in cui i token possono essere scambiati e scambiati con monete fiat.

Sin dalle prime uscite del progetto nel 2016, Waves ha continuato a rendere accessibile il proprio DEX dai telefoni cellulari e ampliato significativamente le sue funzionalità, creando al contempo diverse partnership strategiche per far crescere la comunità e la base utenti Waves.

In definitiva, tuttavia, Waves Client è il prodotto di lavoro più importante del progetto, in quanto è ciò che consente ai token di essere emessi, archiviati, inviati e scambiati tra gli utenti.

▶️ KuCoin Shares (KCS)

Simile a Binance Coin, le azioni KuCoin sono un token di scambio che può essere utilizzato per pagare commissioni ridotte sulle operazioni di criptovaluta. KCS ha inoltre il vantaggio di pagare dividendi agli hodlers a lungo termine, pagando un ROI del 5% per la maggior parte degli utenti.

La natura delle azioni KuCoin è uno dei motivi per cui lo scambio KuCoin ha ricevuto tanta attenzione da quando è apparso sulla scena. I token stessi sono di portata limitata, ovviamente, ma il numero enorme di persone che li usano per le compravendite e per acquistarli per un reddito passivo è enorme.

▶️ Wanchain (WAN)

Wanchain mira a costruire un’infrastruttura finanziaria nuova e migliorata per connettere perfettamente l’economia digitale attraverso l’interoperabilità blockchain. I casi d’uso per la rete di Wanchain sono vasti e comprendono servizi finanziari decentralizzati, logistica della supply chain, condivisione e sicurezza dei dati medici, gestione dell’ID digitale e altro ancora.

Con il Wanchain 2.0 rilasciato di recente , è ora possibile trasferire Ether cross-chain utilizzando il token di mappatura Ethereum di Wanchain, WETH.

L’interoperabilità di Ethereum è solo l’inizio, tuttavia, e si prevede che il supporto cross-chain per Bitcoin e un paio di token ERC-20 seguiranno prima della fine del 2018.

▶️ Komodo (KMD)

Komodo è un fork di Zcash che utilizza la stessa crittografia zk-snark per nascondere informazioni sui partecipanti alle transazioni e gli importi inviati. Le monete funzionali per la privacy non sono uniche (ce ne sono alcune in questa lista) ma Komodo ha alcune caratteristiche uniche.

Per uno, Komodo è stata la prima offerta di monete iniziale decentralizzata. Inoltre, Komodo aiuta altri sviluppatori a creare le proprie soluzioni blockchain personalizzabili, dalla costruzione e messa in sicurezza di blockchain indipendenti e all’avvio di ICO decentralizzati, fino all’integrazione di progetti nell’ecosistema di criptovalute.

KMD si sarebbe già qualificato come prodotto funzionante per le sue caratteristiche di anonimato sui pagamenti digitali, ma aggiungendo la soluzione di costruzione di blockchain end-to-end ed è chiaro che Komodo sta apportando contributi significativi all’ecosistema della criptovaluta.

▶️ Ardor (ARDR)

Ardor è una piattaforma di blockchain scalabile che consente alle aziende di creare le proprie catene di figli e token con relativa facilità. Ciò aiuta a ridurre al minimo la blockchain bloat e fornisce più token transazionali senza sacrificare le transazioni della catena principale. È anche una piattaforma notevolmente efficiente dal punto di vista energetico che utilizza la prova del palo per rafforzare il consenso.

Ardor ha lanciato la sua rete principale il 1 gennaio 2018 dopo un anno intero in stato testnet. Le sue funzionalità principali sono in gran parte disponibili, con la roadmap destinata a migliorare aspetti quali la scalabilità e l’istantanea.

La piattaforma Blockchain-as-a-Service ospita alcuni progetti a parte, tra cui Ignis ICO, che era la prima catena figlio sulla rete principale.

▶️ Token Huobi (HT)

Huobi è una piattaforma di scambio di asset digitali fondata nel 2013, che offre ora oltre 250 coppie di trading diverse. Il token Huobi, nel frattempo, è un token ERC-20 che viene utilizzato in borsa per sconti sulle commissioni di trading fino al 50%.

Inoltre, il 20% del reddito generato dalla piattaforma di trading Huboi Pro viene utilizzato per riacquistare HT sul mercato aperto.

A differenza della maggior parte dei programmi di riacquisto, lo scopo principale del programma di Huobi non è quello di ridurre l’offerta circolante di HT. Piuttosto, l’HT che viene riacquistato entra in un fondo di protezione degli investitori di Huobi, che viene utilizzato per compensare gli utenti di Huobi se perdono monete o gettoni sulla piattaforma, oltre a garantire la stabilità del mercato e tutelare gli interessi degli investitori.

▶️ ZenCash (ZEN)

ZenCash è un’altra moneta per la privacy con un prodotto funzionante nella Top 100, originariamente lanciato nella prima metà del 2017.

Ciò che rende ZenCash unico è che è la prima blockchain con integrazione TLS (Transport Layer Security) per la crittografia dei nodi, rendendo la comunicazione sulla rete ZenCash sia privata che altamente sicura.

Alcune altre parti interessanti del prodotto ZenCash includono i nodi Tor e i servizi di messaggistica chat incorporati. In futuro, il team di ZenCash fornirà un sistema di votazione a livello di protocollo del Tesoro DAO e una soluzione di scalabilità per gestire un volume di transazioni maggiore.

▶️ PIVX (PIVX)

PIVX è un’altra moneta per la privacy che si concentra sul mantenere gli utenti e le loro transazioni associate nascoste sotto un manto di segretezza. Il progetto cerca anche di mantenere le transazioni il più velocemente e senza costi possibili, qualcosa di cui non tutte le piattaforme per la privacy possono vantarsi.

Il PIVX è stato lanciato a gennaio 2016. La moneta è attualmente spendibile e offre le caratteristiche sulla privacy che promette, anche se non è ancora una valuta ampiamente accettata dai commercianti.

I piani futuri per PIVX includono funzioni di governance per coinvolgere la comunità, il wallet voting e il proprio scambio decentralizzato zPIV.

▶️ Kyber Network (KNC)

Kyber Network ha lanciato la sua rete principale nel primo trimestre del 2018, consentendo transazioni trans-token istantanee e sicure attraverso una rete di liquidità decentralizzata .

Attualmente è possibile scambiare i token ERC-20 sulla rete con pochi clic del mouse, fornendo alcune funzionalità di base già utilizzate per migliorare la liquidità dei token Ethereum.

In futuro, tuttavia, Kyber Network amplierà significativamente le sue funzionalità nel tentativo di connettere perfettamente dapps, DEX, protocolli, sistemi di pagamento, team di token, investitori, gestori di fondi e portafogli digitali.

▶️ Bancor (BNT)

Bancor è un fornitore di liquidità che consente agli utenti di scambiare token senza la necessità che una terza parte sia coinvolta nel finanziamento della transazione.

Ottenere liquidità è incredibilmente importante per i giovani progetti di criptovaluta, poiché la mancanza di liquidità rende rischioso per gli investitori acquistare una quantità considerevole di una determinata moneta o gettone, sapendo che potrebbe essere estremamente difficile da vendere se lo desiderano.

La tecnologia di Bancor consente di convertire un token in un altro, in modo che gli investitori possano essere sicuri di non rimanere bloccati involontariamente in possesso di una criptovaluta che desiderano vendere. Questa funzionalità rende il Bancor Liquidity Network uno dei prodotti di lavoro più promettenti in questo elenco e uno che ha già raggiunto una buona dose di adozione.

 

▶️ Loom Network (LOOM)

Loom Network ha ancora meno di un anno di vita, essendo stato fondato nell’ottobre 2017. Tuttavia, hanno compiuto molto in questo breve lasso di tempo, incluso aver lanciato numerosi strumenti per aiutare gli sviluppatori di software a imparare come costruire soluzioni blockchain.

Il più importante di questi strumenti – e il più grande prodotto funzionante di Loom – è il Loom Software Development Kit (SDK) .

Tuttavia, Loom Network è molto più di una semplice accademia di codifica blockchain. È anche una soluzione di scalabilità pronta per la produzione per Ethereum, in quanto il toolkit per sviluppatori Loom aiuta i programmatori a creare dapps altamente scalabili che si connettono alla blockchain di Ethereum attraverso speciali catene laterali chiamate DappChains.

Il progetto potrebbe essere ancora agli inizi, ma Loom Network sta già contribuendo con maggiore utilità all’ecosistema della criptovaluta rispetto alla stragrande maggioranza degli altri progetti di criptovaluta.

▶️ Polymath (POLY)

Polymath vuole essere la risorsa del mondo per i token di sicurezza sulla blockchain. Cosa ha fatto Ethereum per i token, Polymath farà per i titoli.

I vantaggi di questo sono enormi, ma al team di Polymath piace indicare l’accesso al mercato 24/7, l’eliminazione degli intermediari e l’accesso commerciale per 2 miliardi di persone non assegnate in tutto il mondo come principale vantaggio dei loro sforzi.

La piattaforma Polymath è stata lanciata nell’ottobre 2017 e da allora ha rilasciato un nuovo token di sicurezza ogni settimana, attraendo allo stesso modo investitori e commercianti. Non è così eccitante come un altro progetto di blockchain, ma sta mantenendo le sue promesse con un prodotto funzionante.

▶️ Bibox Token (BIX)

Bibox è uno scambio di risorse digitali criptato il cui principale elemento di differenziazione rispetto agli altri scambi crittografici è che integra la tecnologia AI.

Lo scopo dell’intelligenza artificiale è quello di aiutare gli operatori commerciali di Bibox, che fornisce un calcolo quantitativo e l’analisi dell’attività di negoziazione, una strategia di allocazione del rischio personalizzata, il riconoscimento vocale e l’analisi obiettiva delle varie monete e gettoni elencati nello scambio.

Lo scambio Bibox è stato lanciato per la prima volta nel novembre 2017. Dispone di centri operativi negli Stati Uniti, in Canada, nella Cina continentale, a Hong Kong, in Giappone e in Estonia. I titolari di token BIX ricevono il 20% dei profitti dello scambio e ottengono anche sconti sulle commissioni di negoziazione, simili a Binance.

 

FONTE :

Cryptocurrencies in the Top 100 With Working Products That Are In-Use

Lira Coin English

WELCOME TO MY WEBSITE:

Watch the video before starting


“Ok, maybe you are asking yourself why you should listen to me. For this reason, I decided to tell you something more about me and my story.

I really started from scratch from the suburbs of Rome working as a waiter during the weekend and I hope with all my heart that my story could Inspire you to believe more in your self, in your attitudes but, most of all, to TAKE ACTION in order to get anything they told you that you would never get in your life.”

 

Matteo is an Italian self-employed expert in communication, Public Speaking and Networking. He is used to work with people. In the last few years, he worked with thousands of people from all around the world making strong Communities.

He strongly believes in the Power of Team-working.

 

Today he is a LiraCoin Ambassador which Mission is building a strong Community around this new Currency, Technology, and Way of thinking.

 

Join   On Facebook

 

WHAT IS LIRACOIN?

349951421

Liracoin (LIC) is the currency of the people, mined by people, used by people.

It is a decentralized crypto-currency, usable to perform secure, anonymous and real-time transactions.

It has been created by a group of enthusiasts who have been working in the field of computer security for over 20 years and together had the vision to create this new currency.

Liracoin uses the Proof of Stake Mining System (POS) which, rather than rewarding LIRACOIN investors for the power that their computer lends to the network, it instead rewards LIRACOIN users based on the number of LIRACOIN they currently hold and ‘stake’. Essentially this means that the more Liracoin you you will Stake, the more you will earn.

It is independent of any geopolitical limit, and has no geographical location.

Liracoin is accessible to everyone, but not everyone will take advantage of it. It is only for those who will choose it as the MAIN COIN and for those who want to get out of the crowd – for those who expect more from tomorrow.

Liracoin believes in a better future for those who choose it, enjoying their time as they wish.

Liracoin allows you to conquer your freedom, not only in transactions, but also in your financial life being the only owner of your money and your time.

WHY LIRACOIN?

476642494

The heart of Liracoin is itsCommunity.

 Since its beginning, Liracoin has been a 100% community-driven project.

In a tide of thousands of cryptocurrencies, Liracoin has the chance to last over time, thanks to its Community. A cryptocurrency is no longer just an investment, but an instrument of everyday life.

 The Community is a decisive element in the success of the project. The strength of each user will allow Liracoin to be a stable currency and, above all, to be there, in the present and in the future.

We will always be bigger and stronger, thanks to the exchange of news and information among users, which will lead each person to choose and Adopt Liracoin as the MAIN COIN, maintain it over time and share it for goods and services. Teaching this to the people will be the Mission of the Liracoin Ambassadors!

The decision-making power of all the members of the Community will correspond to the increase in the price, the spendability and the growth of the Liracoin Economy.

 The power is up to the users, the only consistent, anonymous and fair approach for the blockchain. Because this is the only way to build a currency which will pass the test of time and the speculative bubble.

YOU are the goal of this project.

We were born to grow together.

SPEED

BTC average transaction time is 1 hour, LITECOIN takes 5 minutes, LIRACOIN takes only 3 minutes.co.

MINING FOR ALL

LIRACOIN is based on the green mining POS technology, based on deposit.

TOGETHER IS BETTER

Liracoin Mining is easy: start from your preferred place and by doing so you start managing your own bank.

SAFE-DECENTRALIZED-STRONG

All information regarding transaction status are public but payment information is not.

USER FRIENDLY INTERFACE

The easy to use interface is what makes Liracoin the perfect means of value and allows everyone to use the new coin.

ANONIMOUS TRANSACTION

Keep your transactions anonymous. With Liracoin your privacy comes first.

WICH IS THE BEST WAY TO START?

Well, in my opinion, the best moment to be part of something is the BEGINNING!

Immagine if you had a chance to buy Bitcoin in 2010. Would you buy it?

Today we are at the beginning, we are growing day by day thanks to the people who chose to Adopt it as the Main Coin and the Ambassadors who are spreading this new Technology and way of thinking and understanding our money to the world.

Today is the BEST TIME to buy Liracoin at the BEST PRICE EVER!

The Community is growing up as well as the LIC price. The more the Community will be bigger, the more the price will grow.

So, I’ll suggest you to do exactly what I’ve already done in March 2018 (It’s not much time ago, you’re still on time!!!):

  • Buy LIC today at the best price ever and STAKE it
  • Choose the Smart Mining Package to advance your career and multiply your daily income

Sign up on liracoin.club , Join the Club and deposit your coins in your Stake Wallet.

Follow the STEP-BY-STEP Tutorials I’ve made for you!

I’ll be by your side on this Journey together, giving you all my support!

Can’t wait to see you on board!

START RIGHT NOW WITH 2 SIMPLE STEPS:

STEP 1: How to Sign Up?

STEP 2: How to Buy Liracoin?

WELCOME TO LIRACLUB!

STAKING WALLET

473320117

Putting your LiraCoin (LIC) into the STAKE WALLET, your own Coin is going to produce a piece of new Coin every day!

Proof-Of-Stake is a new concept of mining that determines the number of coins you can mine based on the amount you own.

The Proof-Of-Stake was born with the aim of being safe, fast, friendly and above all “Green”, because, unlike the Proof-Of-Work, the POS forge new coins with almost no cost energy.

Liracoin’s POS will ‘Stake’ your Coins for 500 days. In these days the Coins staked will produce new Coins for you. The Proof-Of-Stake allows the LIC price to grow thanks to the scarcity on the market and at the same time, allows you to keep your Coins safe, against the cryptocurrencies world bubble that will explode within the next 18 months.

Doing so, The Stake Wallet will produce a % of new Coin every day making the price of your LIC increasingly growing.

So, the more you Stake, the more you earn!

STEP 3: How to Stake your LIC?

Check the Stake Wallet Profits:

Stake Wallet Profit

SMART MINING POOL

Smart Mining Pool Rules

 

500671129

If you are Ambitious, if you want more, Liracoin gives you the opportunity to JOIN THE CLUB being a real Liracoin AMBASSADOR!

Joining the SMART MINING POOL you will get a SMART MINING PACKAGE (Membership) that allows you to get a daily payment from the Liracoin Experts Team activities. Arbitrage, Mining, and Trading of other cryptocurrencies.

After you got a Membership, It will run for 360 days!

But it’s not enough, because Liracoin also gives you the chance to share the enormous opportunity of being part of the SMART MINING POOL, with your friends building your own Community!

Get your Miner Membership to unlock your rank levels. You will have 6 different types of Membership: MINER, B-MINER, S-MINER, M-MINER, G-MINER, T-MINER.

Take note: one miner package is single purchase and it is not upgradable.

The best choice will be the T-MINER package ($10.800) to ensure the maximum profit in your career. If you don’t set this budget, don’t worry! You can get the MINER package ($100) and start your career, earning profits and buy higher packs later.

STEP 3: How to Stake your LIC?

 

STEP 4: How to buy a Membership?

 

F.A.Q.   Area :

What is Liracoin (LIC)?

LIRACOIN is a decentralized crypto-currency, usable to perform secure, anonymous, and real-time transactions. It was created by a group of entrepreneurs.

What are the main features?

Fast – Safe – Decentralized – Shared marketing project – User friendly access – Spendibility program

Where can I buy Liracoin?

Liracoin can be traded P2P by private users or on the exchanges like www.licex.io.

What determines the price of  Liracoin ?

LiraCoin Price can fluctuate and belongs to the community by the rule of supply and demand

Is Liracoin coin safe?

Liracoin is based on blockchain technology, which means that it is possible to monitor the generation of new coins and the authenticity of the transactions. All information about transaction status is public, but payment information isnot. It is therefore difficult for anyone to associate transaction information with any specific user or company. Here you can find the blockchain.

What are the risks with Liracoin ?

LiraCoin is a cryptocurrency and has the same risks of the other cryptos.

Terms and Conditions

This is an independent website

For more details visit the official website:   www.liracoin.com   or   www.liracoin.club

 

 

 

Lira Coin Decentralizzata

Sei tra quelle persone che invece di lamentarsi e continuare a vivere una vita da spettatore…

Ha compreso l’Opportunità e ha DECISO DI AGIRE!

Vedi, fino ad oggi ci hanno detto di essere “Liberi”, di essere padroni della nostra vita… Ma non è così.. Siamo costretti in regole che non abbiamo scelto. Viviamo nell’illusione di essere noi i padroni del nostro tempo, del nostro denaro, ma è l’esatto contrario.

Siamo stati “comprati” per lavorare, per essere poi pagati con un denaro che non è nostro ma ci viene dato in prestito dalle banche centrali.

Un denaro inflazionato, un denaro sporco, un denaro che domani sicuramente non varrà quanto vale oggi….e che siamo costretti a ripagare giorno dopo giorno… cercando utopicamente di “estinguere” un debito che non verrà MAI estinto!

…Bella situazione non è vero?!

Proprio per combattere le barriere e le imposizioni del sistema è nata la prima criptovaluta.

La criptovaluta è il primo strumento applicato al sistema Blockchain. La Blockchain con le criptovalute vanno oltre l’innovazione tecnologica; sono l’opportunitá di riguadagnare la propria Libertà e vivere oltre i confini imposti dai governi.

Ma purtroppo oggi, questa visione si è persa. Oggi le criptovalute nascono con il solo scopo di speculare. Comprare e rivendere, vendere e ricomprare…

In realtà una criptovaluta è più che una moneta; è UNA SCELTA!

La criptovaluta può essere la nostra forma di scelta. Limitarla a un prodotto da rivendere quando vale di più è pura ignoranza!

Questa verità si sta diffondendo. Esserne consapevoli è un grande passo, ma non è abbastanza! BISOGNA AGIRE! Per iniziare, è necessario diffondere il mezzo per riconquistare il nostro diritto alla Libertà e alla Privacy.

OGGI ABBIAMO LA POSSIBILITA’ DI POTER SCEGLIERE LA NOSTRA VITA!

2 mesi fa sono entrato in LIRACOIN, una Community Digitale che ha lo scopo di creare una criptovaluta che duri nel tempo, che possa diventare un mezzo di scambio, creando una Nuova Economia Decentralizzata, basata non più sul “debito” ma sulla “matematica” .

Distaccandosi completamente dall’andamento fortemente speculativo del 80/90% delle altre Criptovalute, LIRACOIN vuole riportare alla luce i PRINCIPI FONDAMENTALI pubblicati nel WHITE PAPER di Satoshi Nakamoto:

  • DECENTRALIZZAZIONE
  • TRANSAZIONI SENZA LIMITI DI TEMPO E SPAZIO
  • PEER-TO-PEER

L’obiettivo è quello di creare una COMUNITA’ BASATA SUL “TRUST” (FIDICIA) e proteggere tutti i membri dai “batteri finanziari” in circolazione, grazie all’ADOZIONE di un Coin Reale, funzionante su Tecnologia Blockchain, completamente decentralizzato, utilizzabile per eseguire transazioni sicure, anonime e in tempo reale.

In un’ondata di migliaia di criptovalute, LIRACOIN ha la possibilità di durare nel tempo, grazie alla sua comunità, perché una volontà comune genera un potere indistruttibile!

LIRACOIN è stata creata grazie alle tecnologie più innovative e avanzate di Produzione (Mining), e di transazione su circuito Blockchain (una delle monete più veloci: 2-4 min per transazione).

LIRACOIN non è nata come strumento di speculazione ma come uno strumento di scambio per la vita di tutti i giorni.

Nessuno di noi ha scelto l’Euro!.. Per la prima volta possimo scegliere la nostra valuta!!!

Adottare LIRACOIN oggi significa innanzitutto sceglierla come propria valuta, confidare che un domani possa essere utilizzata come MONETA DI SCAMBIO per acquistare BENI e SERVIZI, perchè impostata su basi solide che le permetteranno di crescere e supportata da persone vere che credono in un progetto comune!!

Esserne un Ambasciatore vuol dire essere il protettore della ricchezza della propria Comunità, essere un Informatore instancabile.

Decine di ambasciatori sono già nati e centinaia ne arriveranno.

Più siamo, più forti saremo!

LiIRACOIN è basata su un sistema innovativo di Mining chiamato Proof-of-Stake (POS) che da la possibilità a tutti i suoi possessori di esserne i diretti produttori al fine di alimentare costantemente la propria Economia! Il Mining Proof-of-Stake è denominato anche “Green Mining” perchè abbatte completamente i costi energetici. E’ un sistema di Mining basato sulla distribuzione e sul deposito, che determina la quantità di monete che puoi estrarre sulla base delle monete che possiedi.

Più monete possiedi più sarà la tua “capacità di produzione” giornaliera.

Questo significa che la comunità stessa, ovvero noi, saremo i diretti produttori di nuove monete!!

Ogni giorno, Ogni Membro sarà remunerato con una % giornaliera di Nuovo Coin prodotto sulla base delle monete depositate!

Inoltre LIRACOIN, grazie a dei sistemi di protezione del prezzo del LIC, protegge le monete di tutti i membri della Comunità contro tutti i “batteri finanziari” provenienti dal mondo fortemente speculativo delle altre criptovalute.

LIRACOIN protegge le sua Comunità dalle gradi fluttuazioni. Guarda la sua crescita da 0,80 a più di $4 in soli di 5 mesi !!!!!

L’iscrizione al backoffice è gratuita. All’interno troverai documenti di testo,video e molto altro per guidarti nei tuoi primi passi.

E SIAMO SOLTANTO ALL’INIZIO!!!!!

Semplicemente aprendo un Wallet (portafoglio) gratuito e deponendo una quantità di monete al suo interno, potrai iniziare a generare LIC, guadagnando ogni giorno!

Tu non dovrai fare niente, sarà il tuo Wallet, che grazie la prova di deposito al suo interno, si attiverà e produrrà nuove monete ogni giorno!

Saremo noi il motore della nostra Economia,saremo noi gli unici a determinarne il prezzo. Dal momento che LIRACOIN ha un limite di produzione di 60.801.176 unità di moneta, più saremo a fare Mining, più il prezzo del LIC matematicamente crescerà.

Un po’ come il principio dell’estrazione aurifera: Nel mondo abbiamo una produzione limitata, definita di oro, più ne viene estratto, più acquista valore.. Più persone saremo a fare Mining, più il prezzo della Nostra Moneta crescerà!

OGGI, A DIFFERENZA DI IERI, ABBIAMO LA FORTUNA DI POTER AFFIDARE LA NOSTRA ECONOMIA ALLA MATEMATICA!

Fin qui abbiamo visto insieme qual è il ‘Cuore’ di LIRACOIN, ovvero come fa il LIC a crescere costantemente e progressivamente nel tempo. Il motore di questa Economia siamo noi; la sua Comunità! Più siamo, più forti saremo!

Ma c’è di più… Liracoin mette a disposizione di tutti coloro che vogliono farne parte, l’opportunità di entrare nel Club dello SMART MINING POOL. (*guarda il video in alto per capire bene nel dettaglio di cosa stiamo parlando).

 

Questi sono degli screenshot della  Licenza

SMART MINING del mio sponsor attiva

da Marzo 2018 fino ad oggi:

18 Aprile

20 Maggio

28 Giugno

11 Luglio (100%)

30 Luglio

08 Agosto

LIRACOIN si differenzia da tutte le altre criptomonete essendo per i suoi membri un “Safe Haven” ovvero il “Paradiso delle criptovalute”.

 

ALTRI  PORTAFOGLI QUI :

 



Essere parte della Community di LIRACOIN oggi ha innumerevoli vantaggi:

  • Partecipare alla creazione di una Nuova Economia completamente decentralizzata, basata sulla matematica, in mano ai soli possessori della moneta che ne saranno i diretti e unici produttori di LIC.
  • Possibilità di produrre Liracoin semplicemente aprendo un Wallet Gratuito, e deponendo i tuoi coin al suo interno, il tuo Wallet si attiverà per iniziare a produrre nuove monete OGNI GIORNO permettendoti di guadagnare da questa profittevole attività!
  • Sistema di protezione dai “batteri finanziari” provenienti dal mondo fortemente speculativo delle altre Criptovalute grazie agli strumenti di protezione Liracoin (*te lo spiego nel video in alto a questa pagina).
  • Accedere allo Smart Mining Pool e percepire dallo 0.6% allo 0.73% di guadagni giornalieri, derivanti dalle attività svolte dal Liracoin Expert Team. (*nel video ti spiego nel dettaglio le produzioni giornaliere)

Smart Mining Pool Rules

Ma c’è ancora di più….

Esclusivamente per te che stai leggendo queste righe c’è qualcosa di più….c’è un trattamento speciale!

Registrandoti ora con il bottone infondo a questa pagina, entrerai ufficialmente nel mio Team e ti REGALERÓ L’ ACCESSO ALL’AREA RISERVATA CHE HO PREPARATO PER TE!

All’interno dell’Area Riservata oltre ad essere costantemente aggiornamento su tutti gli sviluppi del mondo LIRACOIN, avrai costantemente il mio pieno supporto.

Inoltre avrai accesso a vita, a dei Video Tutorial che ti spiegano in passaggi semplici e veloci:

  • Come aprire un portafoglio (wallet) gratuito
  • Come partecipare al Mining (produzione) di LIRACOIN
  • Come iniziare a guadagnare giornalmente dal Club

..E tanti altri video tutorial e materiale esclusivo che ti permetterà di portare avanti la tua attività in maniera responsabile, piacevole ma soprattutto profittevole.

COGLI QUESTA OCCASIONE!!!

La REGISTRAZIONE è GRATUITA, non hai NULLA DA PERDERE, solo DA GUADAGNARE!

 

CLICCA IL BOTTONE QUI SOTTO, ACCEDI ALL’AREA RISERVATA E RICEVERAI SUBITO UN MIO MESSAGGIO!

Una volta registrato, mandami un messaggio in Telegram.org su Questo Profilo : @emanuelefly

 dove all’interno troverai i video gratuiti che ti permetteranno di iniziare a generare ricchezza in maniera costante e progressiva nel tempo grazie alla Community LIRACOIN!

Ci vediamo nell’Area Riservata per iniziare questo percorso insieme…

A dopo!!!!!

Emanuele  Di Nicola

P.S.Entrare nel mondo delle criptovalute OGGI è la scelta migliore che tu possa fare, semplicemente perchè saranno parte del nostro PROSSIMO FUTURO. Devi solo capire “come” e cogliere l’Opportunità Giusta.

Scegliere una criptovaluta guidata da una Comunità Responsabile e Consapevole è la tua “Assicurazione” di un progetto che durerà nel tempo, perchè alla base di qualsiasi valuta ci sono le Persone.

Le uniche criptovalute che dureranno nel tempo saranno quelle ADOTTATE da una Comunità, perchè senza utilizzatori non c’è moneta.

 

L’iscrizione al backoffice è gratuita. All’interno troverai documenti di testo,video e molto altro per guidarti nei tuoi primi passi.

 

 

 

Video introduttivo al Mondo Crypto Decentralizzato

[CRYPTO – Video Verità]

Quanto è sicuro guadagnare

dal Mondo delle criptovalute?

 

CLICK  HERE  ENGLISH  INFO

 

[CRYPTO] Adottare

(solo) una criptovaluta

sostetuta dalla Comunità!

 

L’iscrizione al backoffice è gratuita.

All’interno troverai documenti di testo,

video e molto altro per guidarti

nei tuoi primi passi.

 

LiraCoin

 


ALTRE  INFO  QUI

 

Lira Coin Decentralizzata

 

 


 

LIRAcoin Nicolas Mancino

LIRACOIN

 

Scopri come iniziare a guadagnare

dal mining di LiraCoin!

 

LiraCoin una grande community digitale che si pone l’ obbiettivo di contrastare i nemici delle Cryptovalute: exchange che manovrano il mercato, balene e squali, fondi d’investimenti e istituzioni che denigrano la tecnologia e finte verità infondate.

 

Ti ricordi quando il bitcoin non faceva altro che salire?

Dopo che nei mesi di novembre e dicembre i social media hanno cambiato totalmente sistema di divulgazione passando da denigrare ad elogiare le cryptovalute hanno fatto entrare i capitali anche del piccolo risparmiatore che non conosceva l’ambito… Subito dopo a Gennaio cosa è successo? BOOM! Il crollo totale! Governi, Fondi, Exchange e grossi speculatori sono entrati abbassando notevolmente il mercato…

CHE COS’È LIRACOIN?

LIRACOIN è una criptovaluta decentralizzata, utilizzabile per eseguire transazioni sicure, anonime e in tempo reale.Funziona sulla base di una tecnologia blockchain.

È stato creato da un gruppo di appassionati che hanno lavorato nel campo della sicurezza informatica per oltre 20 anni e insieme hanno avuto la visione di creare questa nuova valuta.

COME SI GUADAGNA?

 

L’iscrizione al backoffice è gratuita. All’interno troverai documenti di testo,video e molto altro per guidarti nei tuoi primi passi.

Con LiraCoin tutti avranno la possibilità di guadagnare.

Grazie all’ unione di esperti di Mining, trading e arbitraggio avrai la pssibilità di guadagnare unendoti al Team beneficiando dei profitti creati dal club.

Per quanto riguarda il progetto, potrai minare LiraCoin fin da subito e per i primi 24 mesi il mining sarà altamente remunerativo con ritorni giornalieri da 0,40% fino allo 0,80%.

Avrai la possibilità di crearti un guadagno a lungo termine oppure giornaliero.

Inoltre ognuno potrà anche guadagnare condividendo il progetto e costruendo quindi la propria rete di lavoro.

Ora non devi fare altro che registrarti

e ci vediamo dall’altra parte!

 

Clicca su” Registrati “

per accedere gratuitamente

al backoffice.

Scarica PDF Tutorial QUI !


 

Valore in Tempo Reale di Liracoin

Scarica PDF – QUI Presentazione

 

Chiedi di essere aggiunto

al Gruppo Telegram QUI :

@emanuelefly

Clicca su” Registrati “


Clicca su” Registrati “


 

Inizia da Qui Bitcoin LIRAcoin

Buongiorno Amici

Cosa fareste se aveste la possibilità

di ripercorrere il percorso Cripto Bitcoin ???

Tornare nell’anno 2009 ed acquistare solamente 100 euro di Monete Bitcoin non è più possibile.

Certo chi lo ha fatto , avrebbe ottenuto 3.333 monete, costando all’epoca 0,03 Euro cadauna.

Ma oggi valgono circa 6.000 Euro cadauna.

Presto fatto il conto, circa 19 Milioni di Euro nel portafoglio.

WWWWWOOOOOOWWWWWW

Chi ha compreso il Valore Effettivo di Bitcoin,

lo compra e non lo vende, perché consapevole del potenziale, molto Alto !!!

Non solo il Valore cresce, ma è Decentralizzato, ovvero non c’è nessuna banca o stato dietro a Bitcoin, nessuno può confiscarcelo, tassarcelo, decidere qualsiasi cosa…..

Siamo noi i proprietari delle monete e nessun altro !!!

Consiglio di scaricare il WALLET  FISICO da qui :

https://www.exodus.io/releases/

Qui  il VideoTutorial 1 :

https://youtu.be/uNVfw_IqMnQ

Qui  il VideoTutorial 2 :

https://youtu.be/RJ9x_6WHFlI

e non tenere le CryptoMonete nei wallet OnLine tipo Coinbase !!!

______________________

Ho una Ottima Notizia !!!

______________________

Ho abbracciato il Progetto LIRAcoin.

Decentralizzato come il Bitcoin ma con Tecnologia

Aggiornata ai giorni nostri, veloce nelle transazioni

mining POS giornaliero fino a 0,8%.

Sistema progettato per distribuire equamente le monete.

Valore in costante crescita grazie al pagamento 70% subito 30% tra 500 giorni, questo ha permesso a LIRA coin di acquisire molto Valore, passando da 80 centesimi a moneta nel Marzo 2018 ai QUATTRO dollari di oggi !!!

Con questo Sistema è facile pensare a una moltiplicazione a 2 Zeri entro un anno !!!

Ti consiglio Vivamente di prendere in esame questa LIRA Coin e studiarne il WP ed il resto, chiedi INFO dettagliate.

Maggiori  info QUI :

http://www.emanueledinicola.eu/liracoin/



.

.

Gli Euro verranno sostituiti dalle Cryptomonete ?

 

Un’analisi approfondita della fintech da parte della commissione per gli affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivelato una posizione del Parlamento europeo molto complessa sulle criptovalute, con la commissione che afferma la possibilità che la criptovaluta funzioni come alternativa alla moneta legale in una varietà di applicazioni.

Il rapporto di luglio 2018, intitolato “Questioni di concorrenza nell’area della tecnologia finanziaria (FinTech),” analizza e mette in luce le relazioni economiche, scientifiche e qualitative  sulle sfide future presentate dalle criptovalute.

Mentre il precedente rapporto si concentrava sulle potenziali questioni presentate dal futuro delle criptovalute, l’ultima indagine pubblicata dal parlamento europeo si concentra principalmente sui conflitti e sulla concorrenza catalizzati dalla rapida innovazione del settore fintech.

Il Parlamento Europeo espande gli orizzonti della Criptovaluta mentre l’adozione accelera

Mentre l’obiettivo principale della nuova indagine ECON è quello di anticipare e gestire i comportamenti anticoncorrenziali come si verificano con un focus specifico sull’industria della blockchain e della criptovaluta, il rapporto rivela una prospettiva eccezionalmente tecnologicamente esperta dai regolatori dell’UE.

Il numero crescente di consumatori digitalmente attivi che utilizzano piattaforme fintech come il digital banking, i trasferimenti digitali e il forex e le criptovalute, secondo il rapporto, si attesta attualmente al 33%, mentre Regno Unito e Spagna sono all’avanguardia nell’adozione dei fintech.

L’elemento più interessante dell’indagine dell’UE è l’intuizione che fornisce nella posizione del Parlamento europeo sulle criptovalute.

Il Parlamento Europeo mette in evidenza la tecnologia dei libri contabili distribuiti come un’influenza fortemente dirompente sull’attuale ecosistema finanziario, osservando che lo sviluppo di criptovalute sviluppate dalle banche consentirà di “rimodellare l’attuale livello di concorrenza” del mercato crittografico, ma osserva che le banche tradizionali potrebbero esercitare un potere di mercato ed eseguire degli schemi di prezzi falsi nel tentativo di soffocare la concorrenza decentrata.

Le criptovalute rappresentano un rischio per il  settore finanziario

Il rapporto UE identifica  Bitcoin ed Ethereum come applicazioni estremamente dirompente e innovativa della tecnologia blockchain e rileva una serie di settori in cui le startup sono in grado di offrire servizi più convenienti rispetto alle tradizionali organizzazioni del settore finanziario, cosa vuol dire questo?

Che in particolare le start-up tecnologiche, sono generalmente in grado di offrire servizi finanziari a costi inferiori e con un’efficienza più elevata rispetto al vecchio sistema , a causa della mancanza di infrastrutture o organizzazioni legacy e della capacità di sfruttare meglio le innovazioni.

Il rapporto pone un’enfasi specifica sulle implicazioni della tecnologia blockchain, sottolineando che la natura priva di permesso della tecnologia di registro distribuito consente a chiunque di partecipare all’ecosistema blockchain e ai relativi casi d’uso, come il settore bancario – senza supervisione regolamentare:

“Se la criptovaluta  è aperta, o senza autorizzazione, chiunque può sviluppare qualsiasi attività senza richiedere alcuna autorizzazione all’immissione sul mercato, lasciando persino il sistema senza alcuna regolamentazione”.

L’analisi UE mette in evidenza qualcosa che fa paura al mercato finanziario, infatti identifica la potenziale incapacità delle tradizionali istituzioni finanziarie di combattere il nascente mercato crittografico, affermando che l’adozione da parte della banca centrale della tecnologia della moneta digitale potrebbe essere necessaria per stabilire potenziali problemi di concorrenza:

“Una potenziale inadeguatezza della tradizionale politica di concorrenza per affrontare problemi di concorrenza nei mercati della criptovaluta può essere trovata, suggerendo la diretta partecipazione pubblica attraverso una moneta digitale della banca centrale come rimedio”

Conclusioni

In definitiva, l’indagine dell’UE  identifica le criptovalute come un forte concorrente dei servizi finanziari tradizionali, mettendo in evidenza il fatto che le piattaforme blockchain offrono alternative più efficienti e a basso costo rispetto ai modelli tradizionali.

Mentre il Parlamento europeo può essere consapevole della natura dirompente delle criptovalute, tuttavia, la supervisione non sembra essere un problema per le autorità di regolamentazione dell’UE: la relazione sottolinea accuratamente che,

“L’Europa guida, a livello internazionale, la fornitura di servizi di portafoglio e di scambio, con il 42% e il 37% in termini di numero di giocatori”.

La valuta Fiat sta per essere messa in pensione definitivamente, e spetta ad ognuno di noi informarsi al meglio sulla Blockchain e sapere muoversi indipendentemente.