Archivio mensile:maggio 2015

1.3 Etanolo ed XFT - My Times

L’etanolo NON è una cosa positiva per il tuo motore.

 

 

L’etanolo NON è una cosa positiva per il tuo motore. 

 

I veicoli fanno parte della nostra vita e dal momento che l’etanolo li influenza in modo negativo, l’etanolo influenza negativamente la nostra  vita.

 

Un motore malfunzionante non fa sentire bene te e neppure il tuo portafoglio, ma questo scenario sembra essere imminente dal momento che ora la benzina può contenere fino al 15% di etanolo. L’etanolo è altamente corrosivo e fa seccare certe parti del motore. Per questi motivi, l’EPA ha richiesto di far mettere un avviso alla pompa del distributore per informare quali veicoli e attrezzatura non possono usare l’E15 (una marca di carburante ed etanolo) così da evitare incendi al motore. L’etanolo ha anche meno energia (BTU) e questo fa abbassare il chilometraggio in modo considerevole. Pare proprio che nonostante il suo terribile impatto, l’etanolo scomparirà molto presto dai nostri motori. Infatti, proprio recentemente è stata aggiunta una maggiore quantità di etanolo nel carburante. Cosa puoi fare a riguardo? Come puoi evitare malfunzionamenti al tuo motore mentre sei costretto a versare etanolo nel serbatoio del tuo veicolo quando fai il pieno? La risposta è Xtreme Fuel Treatment. XFT contrasta gli effetti dell’etanolo, fornendo una funzione lubrificante e inibitrice di ruggine e corrosione. Il suo composto organo-metallico, unico nel suo genere, fornisce un migliore chilometraggio e questo è solo l’inizio. XFT è fatto di 7 componenti che lo rendono il trattamento più completo attualmente disponibile.

 

15 SECONDI DAL DISTRIBUTORE = PROTEZIONE

L’etanolo è alcool. L’E10 e l’E15 che trovi dal distributore di benzina rappresentano semplicemente qual è la percentuale di etanolo nel carburante. Dal momento che l’alcool non è amico del tuo motore, ti starai chiedendo che cosa puoi fare per proteggere i tuoi veicoli, i tagliaerba, le barche, i camion o altri motori. Non hai bisogno di cercare altrove.

20 anni del suo utilizzo hanno dimostrato che Xtreme Fuel Treatment aiuta a prevenire gli effetti negativi derivanti dall’etanolo e dai carburanti di bassa qualità, fornendo allo stesso tempo ulteriori benefici.

 

XFT CONTRATTACCA

L’etanolo attrae l’acqua, che è uno dei peggiori nemici per il tuo motore. Una sola goccia di acqua che passa nel sistema di alimentazione può rovinare il tuo motore.

XFT contiene un demulsificante che separa l’acqua dal carburante, proteggendo in questo modo il tuo motore.

 

L’etanolo è alcool ed è corrosivo: corrode plastica, gomma e persino le parti metalliche.

XFT contiene un inibitore di ruggine e corrosione per prevenire che queste rovinino il tuo motore.

 

L’etanolo ha un effetto seccante, il che crea attrito.

XFT contiene un lubrificante che riduce l’attrito.

 

Il carburante trattato con l’etanolo ha un durata più breve rispetto ad altri combustibili, perchè ha la tendenza a separarsi più velocemente.

XFT contiene uno stabilizzatore che migliora notevolmente la durata del tuo carburante in stoccaggio, il che è molto utile per quei veicoli che vengono usati di rado o per quei mezzi stagionali come le barche e le motoslitte.

 

L’etanolo ha meno BTU disponibile, vale a dire meno energia che può essere usata, da qui deriva il minor chilometraggio che ottieni.

XFT contiene un composto organo-metallico che è stato così innovativo da essere riconosciuto e premiato con un Premio Nobel. Questo composto migliora la capacità del tuo veicolo di utilizzare tutto il carburante a disposizione, fornendo un miglioramento nel chilometraggio.

 

1.2 Etanolo ed XFT - My Times

1.3 Etanolo ed XFT - My Times
1.3 Etanolo ed XFT – My Times

 

 

Per ricevere le info complete su questo prodotto sulla tua e-mail compila il Form che trovi qui sotto , inserisci la tua migliore e-mail e se vuoi parlare al telefono, anche il tuo numero :

Iscriviti 1

Schermata 2015-03-21 alle 21.08.44

 

_____________________________

 

Entra nella Community Car Rental Free !

Grazie alla condivisione di questa

nuova Sharing Economy

Potrai utilizzare l’auto

per il resto della tua Vita

a costo zero,

Scopri come cliccando Qui :

iscriviti-100x100-gratis

 

XFt riduce la fuliggine di carbonio

XFt riduce la fuliggine di carbonio

Perche’ XFT ?
XFt riduce la fuliggine di carbonio

emesse dalle emissione nocive del utilizzo di gasolio !!


XFT migliora le emissioni riducendo la possibilità di malattie come il cancro e le malattie tumorali da pm10!!

Il nerofumo è inoltre (insieme all’amianto) al centro di una battaglia a favore dell’ambiente e della salute condotta da diversi enti, atta a informare il pubblico che ha a che fare con queste sostanze dei rischi che corre e ad ridurre il più possibile il loro utilizzo.


Tale particolato, infine, contiene, nella propria struttura un gran numero di composti organici (come ad esempio i PAH fortemente indiziati di contenere agenti cancerogeni), ed è stata ormai evidenziata in molte ricerche una stretta relazione tra inquinamento ambientale da particolato carbonioso e morti per cancro.


Tale pericolosità si traduce ovviamente nell’esistenza accertata di malattie professionali collegate all’esposizione e al contatto con il nerofumo di lavoratori dell’industria della produzione, del trasporto e dell’utilizzo di tale sostanza.

In particolare, è stata accertata in diverse ricerche epidemiologiche

(ad esempio uno studio epidemiologico sui lavoratori portuali di Genova, a cura dell’INAIL e dell’IST )

una stretta correlazione tra esposizione cutanea al nerofumo e una maggiore incidenza del normale di tumori alla vescica.

11265_663911883700538_4754313731576515009_n

Per ricevere le info complete su questo prodotto sulla tua e-mail compila il Form che trovi qui sotto ,  inserisci la tua migliore e-mail e se vuoi parlare al telefono, anche il tuo numero :

Iscriviti 1

Schermata 2015-03-21 alle 21.08.44

 

_____________________________

 

Entra nella Community Car Rental Free !

Grazie alla condivisione di questa

nuova Sharing Economy

Potrai utilizzare l’auto

per il resto della tua Vita

a costo zero,

Scopri come cliccando Qui :

iscriviti-100x100-gratis

 

xft

Come guadagnare entrate extra

Come guadagnare entrate extra facendo risparmiare sul carburante, entra anche tu nella piu’ grande industria mondiale! Se sei alla ricerca di lavoro serio e professionale allora questo è il momento giusto, disoccupazione in aumento, tasse sempre più in salita economia ferma……. prendi una decisione adesso !!! Per saperne di più contattami.

Come guadagnare entrate extra
Come guadagnare entrate extra

ponzi

Come riconoscere uno schema ponzi !

Ciao!
Sono Luca Brignoli di networkmarketingformula.com e oggi ho il piacere e l’onore di scrivere questo articolo sul blog di Lorenzo grande professionista ma soprattutto grande persona.

Amiamo entrambi il network marketing, quello vero, genuino , in cui si costruiscono rapporti e si d‡ valore alle persone.

Come riconoscere uno schema ponzi
Come riconoscere uno schema ponzi

 

Siamo contro le truffe e i mezzucci e per questo l’argomento che tratto in questo post Ë una grave piaga dei giorni nostri : lo Schema Ponzi.

Ormai sono passati quasi 100 anni (cento!) da quando il nostro compaesano registrato all’anagrafe con il nome di Carlo Pietro Giovanni Guglielmo Tebaldo Ponzi ha visto la luce in quel di Luogo di Romagna.

Ma chi è costui?

Carlo Ponzi non è altro che uno dei più˘ grossi truffatori della storia americana che ha dato il nome (schema ponzi) ad un’attività basata sulla truffa!

E pensare che inizialmente era tutto regolare (o quasi)…

In che senso?

Per farla breve Carlo Ponzi si era trasferito negli Stati Uniti e aveva notato che il francobollo internazionale lì costava il doppio che da altre parti così li comprava dall’Italia e li rivendeva lì con un guadagno netto del 100% in un giorno!

Charles_Ponzi-300x180
Come riconoscere uno schema ponzi

 

E fino a qui ci può stare.

La nascita dello Schema Ponzi

Ma il buon Carlo era un ragazzo ìgenegnoso quindi decise di coinvolgere anche altre persone nel suo business.

Con un interesse così elevato non faticò a reclutare investitori tanto da arrivare a raccogliere 250 000 dollari al giorno.

Era sostenibile sulla carta.
Comprava a 1 e rivendeva a 2

Ad un certo punto ebbe la brillante idea di non comprare più francobolli e ridurre tutto ad un mero giro di denaro dove pagava gli interessi con i soldi che versavano gli ultimi arrivati

Ecco come è nato il famigerato schema Ponzi

Ma quando Ë saltato il giocattolino?

Come riconoscere uno schema ponziSemplicemente quando i soldi che doveva restituire erano di più di quelli che riusciva a raccogliere

In più la polizia a seguito di un’ indagine si accorse che il numero di francobolli era nettamente inferiore rispetto al giro di soldi che si era creato

Bye Bye Charles

I follower dello schema Ponzi

Dopo cento anni il virus dello Schema Ponzi sembra inarrestabile
Con l’avvento di internet eludere i controlli sembra ancora più facile(ma non è così)

Tendenzialmente le persone coinvolte sono di due tipi : gli squali e i caproni.

Gli squali sono quelle persone che sanno benissimo che cosa stanno facendo .
Si autoproclamano leaders e imprenditori ostentando il loro lifestyle.
(che poi sarebbe come fare i fighi con i soldi derivati dallo scippo ad una vecchietta)

I caproni invece sono quelli che , attirati dal guadagno facile, puntualmente arrivano quando la torta è già finita.
Credono a tutto (si, anche che Cicciolina sia vergine)

 

Come riconoscere uno schema ponzi

 

 

I 3 indizi dello schema Ponzi

Al primo posto sicuramente il guadagno passivo.
Far decuplicare i soldi senza nè vendere nè reclutare : Ë questo che piace alla gente

Se metti 10 e ti ritorna 30 senza fare nulla come fa l’azienda a sostenersi?
Qualche ebete è arrivato anche a dire si ma qua c’è il prodotto fisico!

Spiegate a questi subumani che se in un Ponzi ci sono prodotti fisici (che peraltro nessuno acquisterà mai) è ancora peggio perchè l’azienda deve spendere per produrli.
Con il Voip miracoloso almeno le spese erano ridotte

Il secondo indizio sono i pagamenti.
Se si inizia a parlare di scambio credito è finita.

Di solito ci sono problemi con i pagamenti nel giro di pochi mesi e le scuse sono al limite del grottesco.
Carte di credito che non funzionano, processori che falliscono o banche che non riescono a gestire i troppi bonifici

Il terzo indizio sono le persone che fanno questi business.

Chi è senza peccato scagli la prima pietra ma se perseveri sei…diabolico

Mi spiego meglio

Tutti possiamo sbagliare e il miraggio dei soldi facili non lo nego, ha colpito anche me.
Ma se dopo il primo Ponzi non impari la lezione allora meriti il massimo della pena

Per darti un aiuto concreto ecco come conoscere un followers di Charles Ponzi…

Stai lontano da chi ha fatto almeno due dei seguenti business : banners broker, telexfree, uinvest,wcm777,juding,bbom per citare i più famosi ponzi .

Attualmente ce ne sono in giro ancora diversi che cadranno presto come le foglie in autunno.
Fai attenzione ai business che hanno come prodotto servizi online di scarsissimo valore, moneta complementare più inflazionata dei paperdollari o integratori che non daresti nemmeno al tuo peggior nemico

crollo-ponzi-300x168
Come riconoscere uno schema ponzi

 

E all’improvviso la redenzione

Adesso visto che di soldi ne hanno fatti perdere abbastanza molti followers dello schema Ponzi si stanno riciclando in diverse attività
In questo articolo trovi tutte le novità e le verità che ti nascondono ===> Schema Ponzi : lo Scaricabarile degli Pseudo-leader

Share and Enjoy